Attenti A Quei Due! Dal Texas Smokin’ Joe Kubek & Bnois King – Have Blues Will Travel

joe kubek bnois king have blue will travel.jpgSmokinJoeKubekPicForSite1.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Smokin’ Joe Kubek and Bnois King – Have Blues Will Travel – Alligator Records/Ird

Sono in pista dagli inizi degli anni ’90, ma ad ogni disco migliorano, come il buon vino: questo dovrebbe essere il dodicesimo disco della coppia, il secondo per la Alligator e Kubek e King, un texano e un californiano trapiantato in Texas, continuano a regalarci dischi di blues sempre più freschi e pimpanti. Se dovessi consigliarvi un disco di blues per questo mese, non avrei dubbi, questo Have Blues Will Travel vale ogni euro che ci vorrete investire: oltre a tutto per le stranezze del mercato discografico in Italia è gia disponibile in tutti i negozi mentre in America uscirà solo il 25 maggio. Come avrebbe detto Ruggeri prima di sparire dalla trasmissione di Italia Uno: Mistero!

Non ci sono misteri nella musica delle due personcine che vedete effigiate qua sopra: Joe Kubek è il bianco, chitarrista di grande classe e varieta, sia flat che slide, un omone dalla tecnica raffinatissima (qualche affinità anche con il conterraneo Stevie Ray Vaughn), Bnois (che razza di nome) King è il nero con la voce da bianco (è raro ma succede), nonché ottimo chitarrista ritmico e solista all’occorrenza.

E questa è la particolarità abbastanza inconsueta: è raro trovare nel blues, più o meno canonico, un gruppo con due chitarre soliste, ammesso che esista, ma non ricordo (nel rock viceversa non dico che sia una consuetudine ma accade abbastanza spesso). Aggiungete una sezione ritmica dal drive chiaramente rock et voilà i giochi son fatti. Più facile a dirsi che a farsi ma in questo caso funziona alla perfezione.

Bnois King, oltre che cantare, scrive anche i testi dei brani, la musica è affidata a Kubek, la produzione è nelle capaci mani del boss della Alligator, Bruce Iglauer e i risultati si vedono o meglio si sentono.

La partenza è addirittura fulminante: la canzone che da il titolo a questo disco, Have Blues Will Travel, è uno straordinario brano a trazione sudista, tipo ZZTop epoca Lagrange o il Johnny Winter più pimpante del periodo Johnny Winter And, boogie blues con assoli di solista e slide di Kubek che si alternano a quelli di King senza soluzione di continuità, con una fluidità incredibile e ti coinvolgono alla grande. Got You Out Of My Blood è un sanguigno funky-blues con il King Bnois che omaggia il King Albert del periodo Stax e Joe Kubek non sta a guardare. La varietà di stili e ritmi è uno dei punti vincenti del disco, Out Of Body Out Of Mind , sempre con la voce “strana” di Bnois King, da bianco si diceva, una voce alla Willie Nelson se fosse nato in Texas (ma questo è successo) in un corpo da nero, quindi grinta ma anche gran classe e poi quelle due chitarre che si rincorrono e duellano daii canali del vostro stereo. Ru4 Real? è il classico slow blues che un altro King, Freddie detto “The Texas Cannonball” avrebbe inserito con piacere nel proprio repertorio. Piccola curiosità, Joe Kubek ha iniziato la sua carriera, a metà anni ’70, proprio nel gruppo di Freddie King, che sarebbe morto di lì a poco. Payday in America, con un basso molto funky e la slide di Kubek in evidenza è un altro brano notevole, quasi alla Thorogood mentre Shadows in The Dark con le sue atmosfere ariose si avvicina a sonorità più rock, quasi Claptoniane e My Space or Yours è uno shuffle ancora molto vicino alle sonorità di Freddie King e questo non è certo un difetto. Senza stare a citarveli tutti, nei dodici brani dodici che compongono questo CD non ci sono cedimenti: per chi vuole il suo Blues, bluesato ma con la giusta dose di rock non andate a cercare troppo lontano, questo è il disco che fa per voi!

Giusto per avere una idea di cosa aspettarvi.

Bruno Conti

Attenti A Quei Due! Dal Texas Smokin’ Joe Kubek & Bnois King – Have Blues Will Travelultima modifica: 2010-04-28T19:35:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *