Non “Quella” Grace…Ma. Grace Potter And The Nocturnals

grace potter.gifgrace potter.gifGrace_Potter_1.jpggracepotterflag.jpggrace potter.gifGrace+Potter+1.jpg

 

 

 

 

 

 

 

La prima cosa di Grace Potter che balza all’occhio, come direbbero i colleghi d’oltreoceano, e chi si tratta di una “bella faiga” o come avrebbe detto Anna Marchesini del Trio qualche anno fa una Bella Figheira, e questa è solo una innegabile constatazione. Ma sotto quelle minigonne batte un cuore rock e, seppure tardivamente, se ne sono accorti anche alla rivista Rolling Stone che l’ha inserita tra i dieci migliori artisti emergenti per il 2010.

Tardivamente, perché la nostra bella bionda (ma il colore della capigliatura può cambiare a seconda dell’umore) è ormai sulle scene dal 2004, anche se ha solo 26 anni ha già pubblicato tre album con i suoi Nocturnals e i suoi concerti sono considerati tra i migliori che si possono vedere e ascoltare nel circuito rock, un misto di rock, soul, belle ballate grintose, jam tiratissime: se entrate su Amazon, nella breve presentazione viene detto testualmente “Pensate a una versione moderna di Tina Turner mentre strofina il microfono in una super minigonna e guida una versione dei Rolling Stones all’epoca di Sticky Fingers”, nientemeno, e il bello è che è tutto vero. Se volete verificare Youtube è costellato di suoi video dal vivo fantastici, mentre per la parte audio, la nostra amica che ha una mentalità da “vecchia rocker” su questo sito GracePotterandtheNocturnals, che è quello di archive.org già segnalato in passato vi lascia ascoltare (e scaricare) gratuitamente 246 concerti completi.

Si diceva delle sue qualità dal vivo, buona cantante, voce non fantastica ma più che adeguata con l’aggiunta di una grinta incredibile, in più Grace Potter suona l’organo Hammond B3 con grande virtuosismo e questo non è consueto nel mondo delle rocker femminili anche del passato, direi unico: esiste a questo proposito un mini album dal vivo Live In Skowhegan uscito recentemente per il Record Store Day, sono 7 pezzi ma dura più di quaranta minuti e se riuscite a metterci le mani sopra vi giuro che non ve ne pentirete, comunque per tutti, ma non distribuito in Italia, per il momento, l’8 giugno esce il nuovo album.

grace potter and the nocturnals.jpggrace potter live in skowhegan.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Il nuovo album non ho ancora avuto tempo di sentirlo bene: si poteva sentire in streaming completo sul suo sito http://www.gracepotter.com/ fino a qualche giorno fa ma il mini (si fa per dire) l’ho sentito bene e, ragazzi, suona da Dio. Dal rock senza compromessi di Stop The Bus che farebbe la sua porca figura in qualsiasi album di Tom Petty, alla grintosa ballata Ragged Company, passando per l’adrenalico vigore dell’iniziale Sugar o la malinconica ballata Apologies il gruppo nel suo insieme si conferma una forza da considerare, dall’ottimo chitarrista Scott Tournet che suona anche armonica e slide, passando per il batterista Matthew Burr ma anche i nuovi arrivati, il secondo chitarrista Benny Yurco e soprattutto la bassista Catherine Popper, anche lei minigonnuta, ma con un curriculum di tutto rispetto, ha suonato nella band di Ryan Adams, i Cardinals dove ha firmato anche alcuni brani e con Norah Jones, tra gli altri, ne volete una riprova…

Questa è la versione di White Rabbit che appare nella colonna sonora di Almost Alice,il film di Tim Burton e il motivo del riferimento nel titolo all’altra grande Grace, Slick che ha calcato i palcoscenici nell’epoca d’oro del rock e che rimane, per il sottoscritto, la più grande voce della storia di questa musica…e qui vi aspettavo, Janis Joplin, esclusa. Grace Potter, pur con le dovute riserve, potrebbe essere la loro erede. Molti musicisti americani se ne sono già accorti e quindi la si può vedere e ascoltare jammare dal vivo, per esempio, con i Gov’t Mule ma anche con Joe Satriani e Co. in una versione grandiosa di Cortez The Killer di Neil Young.

Appena esce l’album ne riparliamo perché ne vale la pena, nel frattempo questo è il primo video ufficiale del nuovo album.

Bruno Conti

Non “Quella” Grace…Ma. Grace Potter And The Nocturnalsultima modifica: 2010-06-05T18:33:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *