Come Passa Il Tempo! 45 Anni Dall’Uscita Di Sunshine Superman Di Donovan

donovan sunshine superman.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Donovan – Sunshine Superman – 2 CD EMI UK

Ero convinto di avere scritto qualcosa su questo CD ma evidentemente il tempo passa anche per me e me ne ero completamente dimenticato. Rimediamo subito. All’inizio di giugno la Emi inglese ha pubblicato questo doppio album a prezzo speciale che raccoglie insieme per la prima volta le versioni stereo e mono di Sunshine Superman di Donovan a 45 anni dalla sua data di pubblicazione originale. Inutile dire che in Italia il CD non è stato pubblicato.

Si tratta di un dischetto che per la prima volta permette di gustare in “vero stereo” la versione originale del disco, uno dei più importanti nella storia del rock, antecedente allo stesso Sgt. Pepper’s che si dice ne sia stato influenzato, in quegli anni di flower power e psichedelia (se guardate attentamente il video di A Day In The Life si vede una copia di Sunshine Superman sul giradischi). Ma al di là delle influenze si tratta di un bellissimo album che risentito ancora oggi (e per la prima volta con un suono adeguato) rivela una serie di sfumature sonore e, soprattutto, tanti brani di grande qualità e spessore.

Il disco uscì nella sua versione originale su etichetta Epic negli Stati Uniti nel settembre 1966 mentre in Inghilterra vide la luce solo un anno dopo, a giugno del 1967 (proprio all’epoca del disco dei Beatles) come una compilation di brani tra le versioni americane di Mellow Yellow e Sunshine Superman, in versione rigorosamente mono con un suono non fantastico ma forse “migliore” del finto Stereo dell’edizione USA. Il disco originale conteneva brani come Sunshine Superman e Legend To A Girl Child Linda entrambi dedicati alla futura moglie Linda Lawrence che era stata la fidanzata di Brian Jones, ma anche The Fat Angel (dedicata a Mama Cass) che sarebbe stata ripresa dai Jefferson Airplane. E ancora Bert’s Bues per l’amico Bert Jansch che lì a poco avrebbe fondato i Pentangle, Seasons Of The Witch (che verrà rifatta da Bloomfield/Kooper and Stills nel meraviglioso Supersession), Guinevere, The Trip, Celeste. 

Nel disco oltre a Donovan e alla sua sezione ritmica di Eddy Hoh alla batteria e Bobby Ray al basso appare anche il grande Shawn Phillips al sitar, uno dei primi musicisti occidentali ad utilizzarlo. E, solo nel brano che dà il titolo all’album, Jimmy Page alla chitarra solista. Page apparirà anche in altri dischi di Donovan a partire da Mellow Yellow e insieme a Shawn Phillips è tra gli ospiti che hanno accompagnato Donovan nel concerto del 3 giugno scorso alla Royal Albert Hall per festeggiare i 45 anni del disco originale (e non solo).

Per completezza questa è la tracklist completa del doppio CD che non dovrebbe mancare in nessuna discoteca che si rispetti:

=Disc 1= (all stereo, tracks 1-10 US album plus bonus tracks)

  1. Sunshine Superman 3:19
  2. Legend To A Girl Child Linda 6:52
  3. Three Kingfishers 3:19
  4. Ferris Wheel 4:13
  5. Bert’s Blues 3:59
  6. Season Of The Witch 4:58
  7. The Trip 4:38
  8. Guinevere 3:44
  9. The Fat Angel 4:16
  10. Celeste 4:13
  11. Breezes Of Patchuli 4:39
  12. Museum (1st version) 2:53
  13. Superlungs (1st version) 4:14
  14. The Land Of Doesn’t Have to Be 2:43
  15. Sunny South Kensington 3:57
  16. Epistle To Dippy (early alternative arrangement) 3:19
  17. Writer In The Sun 4:33
  18. Hampstead Incident 4:51
  19. Sunshine Superman 4:42

=Disc 2= (all mono, 1-12 UK album plus bonus tracks)

  1. Sunshine Superman 3:17
  2. Legend To A Girl Child Linda 6:54
  3. The Observation 2:25
  4. Guinevere 3:42
  5. Celeste 4:12
  6. Writer In The Sun 4:31
  7. Season Of The Witch 4:59
  8. Hampstead Incident 4:44
  9. Sand And Foam 3:21
  10. Young Girl Blues 3:48
  11. Three Kingfishers 3:18
  12. Bert’s Blues 4:03
  13. Ferris Wheel 4:15
  14. The Trip 4:38
  15. The Fat Angel 4:11

Direi che è tutto.

Bruno Conti

Come Passa Il Tempo! 45 Anni Dall’Uscita Di Sunshine Superman Di Donovanultima modifica: 2011-06-29T18:06:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *