New York, My Father’s Place, 30 Anni Fa (+1). Carolyne Mas – More Mas Hysteria Uncut

carolyne mas the vinyl collection.jpg

carolyne mas moremashys2.jpgcarolyne mas germanflag2.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Carolyne Mas da New York, classe 1955, è stata una delle “great white hopes” del rock americano a cavallo tra la fine degli anni ’70 e la prima metà degli anni ’80. Come forse vi ho già detto in altre occasioni una delle rockers in gonnella di più grande talento di quegli anni e, insieme, a gente come Steve Forbert, Willie Nile, le Roches e qualche anno prima, musicisti come i Television e Mink De Ville dalla scena del CBGB, Jim Carroll (Catholic Boy, sempre del 1980, venne però registrato in California) ed altri, la Mas ha saputo perpetrare quel rock gagliardo tipico dell’area newyorkese e anche del vicino New Jersey dove operava il nostro amico Bruce Springsteen. In quegli anni anche Billy Joel, da Long Island, aveva una band capace di un rock vigoroso e ad alta gradazione con sax e chitarre che duettavano con il piano di Joel.

Carolyne non ha mai avuto un grande successo sul territorio americano ma in Europa, in particolare in Francia, Germania e Olanda, i suoi concerti dal vivo le avevano creato un seguito fedele e affezionato. Oltre a tutto, in quel periodo, le majors erano a caccia di nuovi talenti e quindi non era difficile ottenere un contratto con una grossa etichetta. La Mas in particolare era sotto contratto per la Mercury con la quale aveva pubblicato due ottimi album di studio, il brillante primo disco omonimo del 1979 e l’ancor più coinvolgente Hold On del 1980. Proprio nel luglio del 1980 al My Father’s Place di Long Island, New York viene registrato per l’emittente locale WLIR e nell’ambito di un broadcast  radiofonico per la trasmissione King Biscuit Hour questo concerto che vedete raffigurato sopra. La Phonogram (l’attuale Universal) lo pubblica come un mini LP promozionale nel 1981 ed è sempre stato uno dei dischi che mi avrebbe fatto più piacere vedere ristampato.

Proprio in questi giorni tramite il suo sito http://carolynemas.com/ e in particolare con una email attraverso la sua mailing list alla quale mi ero iscritto, sono venuto a sapere che Carolyne Mas avrebbe venduto il download digitale di tutto il concerto completo, 70 minuti e dodici brani e devo dire che è anche più bello di come lo ricordavo. Accompagnata da un gruppo fantastico dove brillano il sax di Crispin Cioe che con gli Uptown Horns avrebbe suonato anche con gli Stones, che rivaleggia con il Clemons dei tempi d’oro o il Ritchie Cannata della band di Joel, Ivan Elias un bassista roccioso che pompa il tempo alla grande, Charlie Giordano alle tastiere poi con Pat Benatar e David Johansen e attualmente nella E Street Band in sostituzione di Danny Federici, e, non ultimo, l’eccellente David Landau alla chitarra, fratello del manager di Bruce e musicista con Warren Zevon, Ellen Foley e nei Red Bank Rockers di Clarence Clemons.

Il risultato è esplosivo, brani rock e ballate dal cuore d’accaio come si sono sentite raramente: da Hold On a Stay True passando per Thomas Dunson’s Revenge e Sadie Says fino a culminare nella lunga e travolgente Sittin’ In The Dark dove la band regala una serie di assoli fantastica che sfocia in quello “springsteeniano”, sporco e cattivo della chitarra di Landau. Inutile dire che Carolyne Mas canta alla grande in tutto il concerto con voce ora dolce, ora vibrante sempre all’altezza della situazione, una delle migliori “voci rock” che hanno calcato le scene dell’utimo trentennio. Pensate alla migliore Pat Benatar e moltiplicate per due.

Per varie vicissitudini (se volete ve le leggete sul sito) la Mas dal 2006 non capita più in Europa e in Italia in particolare (l’ultima volta l’ho vista nel negozio che dà il nome a questo Blog) ma continua la sua attività tramite il suo sito dove ultimamente ha annunciato l’uscita anche di quel “cofanetto” di 4 CD di materiale inedito registrato in Germania tra il 1991 e il 1992  (tra virgolette perché in effetti uscirà sotto forma di chiavetta USB facendo concorrenza tecnologica anche a Lady Gaga di cui l’Universal in questi giorni annuncia l’uscita di Born This Way appunto in quel formato).

E anche di un doppio CD che conterrà i suoi 3 primi dischi per la prima volta in versione CD. Tutte queste uscite servono per finanziare la sua Our Animal Haus, Inc una società senza fine di lucro con cui gestisce dei rifugi per animali abbandonati e maltrattati. Quindi una operazione meritevole.

Se vi comprate quel promo live, sono solo 9 dollari e 99, e quando la voce dell’annunciatore declama quel classico “Live From WLIR at My father’s Place Mercury Recording Artist Carolyne Mas!” e siete a bordo per 70 minuti di rock incontaminato, poi mi ringrazierete! Grandissima musica rock! E che Voce!

Bruno Conti    

New York, My Father’s Place, 30 Anni Fa (+1). Carolyne Mas – More Mas Hysteria Uncutultima modifica: 2011-10-06T20:25:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *