Novità Di Febbraio Parte I. Paul McCartney, Mark Lanegan Band, Van Halen, Air, Chuck Prophet, Raul Malo.

paul mccartney kisses on the bottom.jpgmark lanegan.jpgvan halen a different.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Prime uscite per il mese di febbraio, numerose e molto differenziate, scelte sempre ad “insindacabile” giudizio, da chi scrive, tra le decine di pubblicazioni: metà oggi, il resto domani.

Iniziamo con Paul McCartney, Kisses On The Bottom è il famoso album di cover di “classici” che Paul annunciava da lungo tempo. Si tratta dei brani che hanno segnato le sua infanzia, quelli che ascoltava dal padre mentre strimpellava il pianoforte, più due brani composti per l’occasione. Visto che i celebrati “sixty-four” per McCartney ormai sono un ricordo, dopo avere dimostrato nell’ultimo tour mondiale che sa ancora fare rock come pochi, dal vivo, questa volta, accompagnato da Diana Krall e dalla sua band e da un paio di ospiti di nome come Eric Clapton e Stevie Wonder, il baronetto si dedica ad un repertorio che proviene dall’epoca pre-Rock and Roll (quest’ultimo già trattato in altri dischi). Con la produzione di Tommy Lipuma, sinonimo di un sound molto raffinato, vengono ripresi brani celebri ma non celeberrimi come I’m Gonna Sit Right Down And Write Myself A Letter, una canzone del 1935 di Fats Waller che è quella che contiene il verso “A Lot Of Kisses On The Bottom, I’ll Be Glad I Got ‘em” che nel senso della frase sta a significare le coccole che si fanno ai bambini e non del bondage. Un salto nel passato che a quasi 70 anni era forse un obbligo prima che fosse troppo tardi, poi tornerà a fare la “sua musica”. Non manca, perversamente, la solita Deluxe Edition Digipack con 2 brani extra a un prezzo più alto. Il tutto esce il 7 febbraio per la Hear Music/Concord/Mpl/Universal.

Dopo 8 anni, una serie di collaborazioni con chiunque respirasse, tre album con Isobell Campbell, due con i Soulsavers, torna la Mark Lanegan Band, nel 2004 era Bubblegum ora è la volta di Blues Funeral. Etichetta 4AD, giudizi abbastanza controversi, 5 stellette su Mojo listen_now_mark_lanegan_bands.html, più circospette le riviste musicali italiani. Esce martedì 7 anche questo, ad un primo ascolto forse troppi synth e tastiere ma non mi sembra male, molto dark come al solito con un “pizzico” di new wave anni ’80 e qualche reminiscenza, per il sottoscritto, sia musicalmente che vocalmente ,con l’ultimo Jackie Leven.

Torna anche la formazione “originale” dei Van Halen, ovvero tre Van Halen perché ora c’è anche “Wolfgang” al basso più il rientrante David Lee Roth, dopo 28 anni nuovamente voce solista del gruppo, una ventata di freschezza! Nuova etichetta la Interscope del gruppo Universal, il disco si chiama A different kind Of truth e non manca l’edizione Deluxe CD+DVD che contiene le Downtown Sessions, versioni acustiche di alcuni vecchi brani.

air le voyage.jpgchuck prophet temple beautiful.jpgraul malo another world.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Nuovo disco anche per gli Air. La formazione francese aveva musicato per il Festival di Cannes la versione restaurata del film di Georges Méliés Le Voyage Dans La Lune, un film di 14 minuti che è considerato tra i primi capolavori del cinema muto (datato 1902) e che appare nel DVD allegato alla versione Deluxe del disco. Poi il progetto è stato ampliato, sono stati aggiunti anche alcuni brani cantati e l’album esce per Virgin, sempre martedì prossimo.

Per la Yep Rock è in uscita il nuovo album dell’ex Green On Red (sempre per la vita) Chuck Prophet e come dice lui si tratta di un album dedicato a San Francisco, la sua città di elezione, come Lou Reed aveva fatto, ancora più esplicitamente con New York. L’album si chiama Temple Beautiful ed è un ciclo di canzoni dedicate alla città californiana. Tra rock, psichedelia e qualche ballata, il solito Chuck Prophet, quindi bello!

Around The World di Raul Malo è un disco “strano”, tutte cover per il Roy Orbison moderno (titolo che contende a Chris Isaak) ed ex leader dei Mavericks. Ma questa volta, forse, ha esagerato, da quello che ho sentito, frettolosamente, ma magari no! Brani in inglese, francese, spagnolo, c’è anche L’appuntamento, proprio quella della Vanoni (giuro, ma la faceva già dal vivo, controllare please!), cantata in italiano, ma anche Guantanamera, La Vie en Rose, Besame Mucho e altre.

Questa la tracklist:

01. Indian Love Cell      
02. L Appuntamento      
03. Every Little Thing About You      
04. Lucky One      
05. Let It Be Me      
06. Make the World Go Away      
07. La Vie en Rose      
08. I Said I Love You      
09. Besame Mucho      
10. A Man Without Love      
11. Moonlight Kiss      
12. Dance the Night Away      
13. Guantanamera      
14. Around the World

Dovrebbe uscire la settimana prossima in Inghilterra, quella dopo negli Stati Uniti e a fine mese in Italia, etichetta Decca/Universal.

Domani, il resto delle novità della prima uscita di Febbraio.

Bruno Conti

Novità Di Febbraio Parte I. Paul McCartney, Mark Lanegan Band, Van Halen, Air, Chuck Prophet, Raul Malo.ultima modifica: 2012-02-05T20:26:00+01:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *