Australiani Di Nashville! Kasey Chambers & Shane Nicholson – Wreck And Ruin

kasey chambers wreck and ruin.jpg

 

 

 

 

 

 

Kasey Chambers & Shane Nicholson – Wreck & Ruin – Sugar Hill 2012 – Deluxe Edition 2 CD

Capita, talvolta, di sottovalutare personaggi musicali provenienti dalla lontana Australia. E’ il caso per esempio di Kasey Chambers (australiana di nascita ma girovaga per vocazione), che è riuscita a fare breccia negli States, con un suono denso e puramente “americano”, che le è valso il titolo di nuova reginetta del genere, con accostamenti con le grandi Emmylou Harris e Lucinda Williams, prendendo dalla prima l’anima gentile del country, dall’altra il suono elettrico e bluesydi certe sue ballate. Tutte caratteristiche che emergevano forti e chiare nei primi album di Kasey, The Captain (1999), Barricades & Brickwalls (2001), Wayward Angel (2004), per arrivare in seguito a lavori più pop come Carnival (2006) e Little Bird (2011), due album non brutti in senso assoluto, ma privi del temperamento che aveva contraddistinto i loro predecessori. A quasi cinque anni da Rattlin’ Bones (2008), la Chambers e il suo attuale marito Shane Nicholson tornano a ripercorrere le orme del sorprendente esordio in coppia (disco di platino), con questo Wreck & Ruin registrato in otto giorni a Foggy Mountain ai piedi della Hunter Valley.

Kasey e Shane, nei diciotto brani di questo lavoro (5 di bonus), si avvalgono di una nuova “line-up” composta da Steve Fearnley alla batteria, James Gillard al contrabbasso, Jeb Cardwell al banjo e John Bedggood al violino, per un risultato strabiliante considerando la settimana di gestazione, ma nello stesso tempo, assolutamente nella normalità per artisti  cresciuti con le canzoni di Neil Young, Bob Dylan e Gram Parsons. L’album si apre con l’inno ‘Til Death Do Us Part, prima di lanciarsi nella title-track, una miscela di banjo e violino, brano volutamente costruito con influenze country.

Si riparte con il “singolo” Adam & Eve con narrazione fiabesca e biblica, mentre The Quiet Life è una sorta di loro desiderio, di vivere lontano dalle grandi città. Dustbowl è un dialogo tra banjo e mandolino con rifiniture old-timey, seguita da una soave Familiar Strangers cantata in duetto dalla coppia, come in Your Sweet Love dall’arrangiamento scarno e delicato. Si ritorna a respirare aria campestre con Rusted Shoes e Flat Nail Joe imbevute di pedal-steel, banjo e violino, niente di più diverso dalle splendide ballate Have Mercy On Me e Up Or Down, vere “perle” del disco. Chiude il primo disco il country accelerato di Sick As a Dog e la superba ballata dark Troubled Mind, dove la Chambers dimostra anche di possedere un’anima alla Lucinda Williams. Le cinque bonus-tracks, sono dei brani selezionati dai “coniugi” dai loro autori preferiti Australiani, che corrispondono ai nomi di Harry Hookey, Harmony James, Quarry Mountain Dead Rats, Sarah Humphreys e Steve Grady (gente che ammetto di non conoscere), canzoni che rispettano il percorso musicale di Wreck & Ruin.

Con dodici album alle spalle, e migliaia di chilometri sotto le loro ruote, Chambers & Nicholson, si sono creati una nicchia musicale, suonando la loro musica, dimostrando che essere marito e moglie non compromette il fatto di conoscere la disciplina del genere, divulgando i fondamentali in un territorio con le loro voci familiari. Forse un disco che non cambierà mai le sorti della musica, ma capace di rallegrare più di una giornata, questo è sicuro.

Tino Montanari

Australiani Di Nashville! Kasey Chambers & Shane Nicholson – Wreck And Ruinultima modifica: 2012-10-19T09:31:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *