Non Bisogna Dimenticare! The Levon Helm Band – The Midnight Ramble Sessions Vol.3

levon helm midnight ramble vol.3.jpg

 

 

 

 

 

 

 

The Levon Helm Band – The Midnight Ramble Sessions Vol. 3 – Vanguard 20-11-2012

Il 19 aprile di quest’anno moriva Levon Helm uno dei più grandi musicisti della storia della musica americana, per lunghi anni componente della Band e poi solista in proprio dagli anni ’70 in avanti, anche con alcune reunion del suo gruppo nello scorrere del tempo. Nella prima decade degli anni ’00 la carriera di Levon Helm aveva avuto un ritorno di fiamma con i due strepitosi album, Dirt Farmer e Electric Dirt, nonchè una super jam session dal vivo come Ramble At The Ryman, ma prima aveva inaugurato una serie di “riunioni di amici” registrate nel suo studio “The Barn” chiamate Midnight Ramble Sessions.

Visto che il motto della famiglia Helm nella persona della figlia Amy e dei suoi amici è “Keep It Going”, tra poco la Vanguard pubblicherà il terzo volume della serie, ma nel frattempo, il 3 di ottobre si è tenuto un mega concerto commemorativo, Love For The Levon, all’Izod Center di East Rutherford, New Jersey, a cui ha partecipato la crema della musica americana (e non) che ci piace.

La buona notizia è che tutto è stato registrato (come potete vedere dai cameramen che girano sul palco nei filmati qui sopra) e verrà pubblicato il prossimo anno in CD e DVD. Tra la miriade di ospiti sul palco, Garth Hudson, Roger Waters, John Hiatt, Jorma Kaukonen, Gregg Allman, Jacob Dylan, Ray LaMontagne, Grace Potter, Mavis Staples, My Morning Jacket, Bruce Hornsby, Warren Haynes, Marc Cohn, Lucinda Williams, David Bromberg, Allen Toussaint, e molti altri, troppi per nominarli tutti.

Nel frattempo attendiamo l’uscita del terzo capitolo delle Midnight Ramble Sessions, per il resto si vedrà quando sarà il momento, per il momento “Keep It Going”!

Bruno Conti

Non Bisogna Dimenticare! The Levon Helm Band – The Midnight Ramble Sessions Vol.3ultima modifica: 2012-10-24T10:58:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *