I Migliori Dischi Del 2012! Partiamo Con I Collaboratori (Uno, Per Il Momento).

pensatore-rodin.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

Si avvicina quel periodo dell’anno in cui è il momento di tirare le somme. Di solito si partiva o il 7 o l’8 Dicembre con la prima lista dei migliori del 2012 (la mia, versione “breve”, che poi andrà anche sul Buscadero, è pronta ma la posterò nel fine settimana). Nel frattempo (e visto che per ragioni concertistiche oggi non ho avuto tempo per un altro post) vi anticipo quella di Marco Verdi, che da buon pensatore piemontese già da tempo mi ha inviato la sua lista del Best Of 2012, che vado a rivelarvi:

 BEST OF 2012

Disco dell’anno:   

bob dylan tempest.jpg








BOB DYLAN – Tempest

Seguono, ad una attaccatura: 

ry cooder election special.jpg







RY COODER – Election Special

bruce springsteen wrecking ball.jpg








BRUCE SPRINGSTEEN – Wrecking Ball

Gli altri:

led zeppelin celebration day cd.jpg







LED ZEPPELIN – Celebration Day

-mumford-sons-babel-617-409.jpg








MUMFORD & SONS – Babel

avett brothers the carpenter.jpg








THE AVETT BROTHERS – The Carpenter

iris dement sing the delta.jpg








IRIS DEMENT – Sing The Delta

ian hunter when i'm president.jpg








IAN HUNTER – When I’m President

mark knopfler privateering.jpg








MARK KNOPFLER – Privateering

leonard cohen old ideas.jpg








LEONARD COHEN – Old Ideas

paul simon live in new york city.jpg








PAUL SIMON – Live In New York City

DVD dell’anno:  

LED ZEPPELIN – Celebration Day

led zeppelin celebration day dvd.jpg







Canzone dell’anno (ex-aequo): 

BOB DYLAN – Tempest

RY COODER – Going To Tampa

ALEJANDRO ESCOVEDO – Bottom Of The World

Concerto dell’anno: 

BRUCE SPRINGSTEEN – Milano (non è una novità)

TOM PETTY – Lucca (anche perché chissà quando lo rivediamo in Italia)

johnny cash complete collection.jpg








Ristampa dell’anno:   JOHNNY CASH – The Complete Columbia Recordings (una scelta che credo metta d’accordo tutti: potevo citare il box dei Velvet, quello di B.B. King, Slowhand, Thick As A Brick, ecc., ma davanti all’Uomo In Nero c’è solo da togliersi il cappello. Per lo più in un box dove circa metà del materiale è inedito su CD)

beach boys that's why.jpg








Delusione dell’anno: BEACH BOYS – That’s Why God Made The Radio (un disco moscio, senza mordente e troppo patinato: in una parola inutile. Sarebbe bastata solo la tournée)

deep purple machine head box set.jpg








Sòla dell’anno:  DEEP PURPLE – Machine Head 40th Anniversary (per il commento vi rimando al mio post sull’hard rock) a pari merito con AC/DC – Live At River Plate (bella questa cosa di pubblicare il DVD nel 2011 ed il CD nel 2012, attendo una confezione DVD+CD per il 2013…)

(NDM: la differenza tra delusione e sòla è che la delusione è un disco inciso in buona fede, meglio se atteso in maniera spasmodica da pubblico e critica, che però si rivela poco o per nulla riuscito, mentre la sòla è la classica fregatura perpetrata dalle case discografiche verso l’acquirente-fan-pollo da spennare)

rolling stones grrr.jpg








Occasione perduta dell’anno:  ROLLING STONES – Grrr! – Tutte le versioni (poteva rientrare anche nella categoria “sòla dell’anno”, ma, come ho già scritto in precedenza, sono convinto che con un po’ di buona volontà, ad esempio mettere le stesse canzoni, ma in versioni alternate o dal vivo o comunque inedite invece della solita antologia, avremmo avuto forse la ristampa dell’anno)

tender mercies tender mercies.jpg








Rivelazione dell’anno:  TENDER MERCIES – Tender Mercies  (un ottimo disco di classico rock americano, un grazie ai Counting Crows per averceli fatti scoprire)

*NDB. Per questa volta passi, ma il disco è uscito a ottobre del 2011 come fa testo la data del video…

zztop la futura.jpg








Sorpresa dell’anno:  ZZ TOP – La Futura  (nel senso che dopo le ultime cocenti delusioni, gli anni di silenzio ed i continui ritardi mi aspettavo una solenne ciofeca, ed invece è un bel disco)

rush clockwork.jpg








Disco “Piacere Proibito” dell’anno: Rush – Clockwork Angels

michael kiwanuka.jpg








Disco “dimenticato” (o sottovalutato) dell’anno: Michael Kiwanuka – Home Again (in Italia, a parte Bruno, ne hanno parlato davvero in pochi, e raramente come avrebbero dovuto, ma questo è uno davvero bravo)

Marco Verdi

*NDB (Nota del Blogger o Bruno, come preferite). Come tutti gli anni, se volete, senza impegno (in questo Blog non c’è la febbre da prestazione del numero dei commenti, perché come amministratore, dalle statistiche vedo checomunque i lettori sono diverse migliaia, direi anche decine di migliaia) potete postare la vostra lista dei migliori dell’anno in musica, appunto nei commenti. Se qualcuna mi parrà interessante la travaserò direttamente sul Blog oppure la potrete leggere direttamente lì. Grazie fin d’ora.

I Migliori Dischi Del 2012! Partiamo Con I Collaboratori (Uno, Per Il Momento).ultima modifica: 2012-12-05T17:53:00+01:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *