Forse Ce La Fanno! Crosby, Stills, Nash & Young – Live 1974

csny74-wembley-September 14th, 1974..jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A dire il vero il titolo non sarà questo (quel vecchio burlone di David Crosby vorrebbe intitolarlo What Could Possibly Go Wrong?), ma pare che il 27 Agosto (sì, di quest’anno!) uscirà in tutto il mondo, a parte le solite differenze di date tra America ed Europa, uno dei Santi Graal più attesi dai fan della musica: un live album che documenta la tournée del 1974 del supergruppo per antonomasia, cioè Crosby, Stills, Nash & Young, in un periodo nel quale i rapporti personali tra i quattro erano ai minimi storici, un tour intrapreso senza aver materiale nuovo da proporre (insolito per l’epoca) e, a detta di Stills, esclusivamente per i soldi.

Chiaramente, dato che non è stato deciso neppure il titolo, figuriamoci se si conoscono i formati (CD? Doppio CD? Sono previste deluxe edition?): è però quasi sicuro che non ci saranno DVD acclusi, pur esistendo del materiale video, in quanto Neil Young si sarebbe opposto (che strano!).

I brani sono stati scelti da Nash in accordo con gli altri, prendendo il meglio da otto/nove shows, con qualche “ritocchino” qua e là (Nash le chiama “accordature”) e verranno pubblicati pare con la migliore fedeltà audio possibile (e qui vedo ancora lo zampino di Young, sempre molto sensibile alle ultime tecnologie).

Al momento non si parla di tour promozionale: Nash e Crosby sarebbero d’accordo a fare qualche data, non proprio un vero tour, il parere di Stills non si conosce, mentre quello di Young…posso immaginarlo!

Comunque, a parte ogni facezia, questo live dovrebbe essere uno degli eventi musicali del 2013, in quanto pare che i quattro, quando erano in serata (e cioè quando limitavano l’uso delle droghe), suonassero ancora meglio che nei concerti che poi finirono sul mitico Four Way Street.

Staremo a vedere.

Marco Verdi

Forse Ce La Fanno! Crosby, Stills, Nash & Young – Live 1974ultima modifica: 2013-04-17T11:04:20+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *