Una Voce Magica Per Cuori Sensibili! Sarah Gillespie – Glory Days

sarah gillespie glory days

Sarah Gillespie – Glory Days – Pastiche Records

Stalking Juliet (09), l’esordio di Sarah Gillespie, è stato uno dei tanti miei innamoramenti musicali, bissato poi dal seguente In The Current Climate (11) e da un’introvabile EP The War On Trevor  (12). Per quelli che (purtroppo) non la conoscono, dovete sapere che Sarah è nata a Londra da madre americana e padre inglese, e sballottata tra Inghilterra e Stati Uniti, qui si è trasferita al compimento dei diciotto anni, viaggiando molto e assimilando le influenze musicali di grandi nomi come Bessie Smith, Bob Dylan, Cole Porter e molti altri bluesmen e jazzisti. Tornata a Londra la Gillespie (in occasione di un suo concerto al famoso Ronnie Scott’s), incontra il sassofonista Gilad Atzmon (che poi diventerà suo produttore), che la porta a suonare in tutti i locali, jazz club e pub dell’Inghilterra, con la critica che finalmente si accorge di questo talento, che nella sua musica mischia jazz, folk ed elementi mediorientali in un mix di poesia, con testi intensi ed immediati.

sarah gillespie gilad atzmon

Questo nuovo lavoro Glory Days http://www.youtube.com/watch?v=DueiVNLx7T4 , prodotto dal polistrumentista di origine israeliana Gilad Atzmon al sassofono, fisarmonica, clarinetto e chitarre elettriche, oltre a Sarah chitarra e voce, si avvale di musicisti di grande valore  come Enzo Zirilli (che risiede e lavora stabilmente a Londra da anni) alla batteria e percussioni, il fido Ben Bastin al contrabbasso, Kit Downes al pianoforte e Marcus Bates al corno francese, alle prese con una serie di canzoni tutte scritte dalla penna di Sarah Gillespie (eccetto il famoso conclusivo traditional St.James Infirmary).

sarah gillespie gilad atzmon 1

Una chitarra acustica introduce Postcards To Outer Space, il brano di apertura dell’album, una performance per voce e chitarra, di impronta “mitchelliana” http://www.youtube.com/watch?v=u0XiTjLEmYo ,seguita dalla title track Glory Days (nessuna relazione con il brano di Springsteen), dedicata alla defunta madre Susan Ann Broyden, una perfetta folk-song, con fisarmonica e corno francese a dettare il ritmo, mentre Sugar Sugar è un altro esempio di melodia folk jazz, che valorizza le capacità della band http://www.youtube.com/watch?v=1icYP1xs5ng .Oh Mary è il secondo brano per chitarra e voce, dove si dimostra la bravura di strumentista di Sarah http://www.youtube.com/watch?v=8AAc4Yl2px4 , mentre il valzer Signal Failure viene ripescato dall’EP The War On Trevor http://www.youtube.com/watch?v=CFWRPrBsR-g , per poi passare all’arrangiamento esotico e sensuale di The Bees And The  Seas, con la fisa di Atzmon e gli strumenti di Bastin e Zirilli sugli scudi. Si riparte con una canzone politica The Soldier Song (storia di un disoccupato, che si arruola nell’esercito per avere una retribuzione), cui fanno seguito le atmosfere “jazzate” di Babies And All That Shit, per  poi chiudere con St.James Infirmary, rifatta in una chiave New Orleans, dove il clarinetto di Gilad e la voce languida di Sarah, valorizzano un brano immortale.

sarah gillespie

Sono sempre più convinto che per trovare dei talenti come Sarah Gillespie bisogna rivolgersi nei circuiti indipendenti (e non nei contesti televisivi di successo sopravvalutati come X Factor), e la dimostrazione è questo Glory Days, dove la Gillespie confeziona piacevoli e raffinate ballate acustiche, accompagnate dalla chitarra, mischiando blues e jazz, gypsy swing e una spruzzata di “vaudeville”, con qualità che l’assimilano a quella nobile tradizione di cantautrici storiche, per volare alto, come Judee Sill, Karen Dalton e la già menzionata Joni Mitchell. Per chi scrive, un talento da tenere d’occhio (quindi non solo Laura Marling)!

Tino Montanari  

*NDB Anche questo album è uscito a giugno dello scorso anno e fa parte dei “recuperi” del Blog di dischi interessanti di cui non si era parlato per vari motivi. Come ha detto qualcuno, la buona musica non ha una data di scadenza, come il latte e lo yogurt, quindi buon ascolto, se vorrete e la ricerca prosegue!

Una Voce Magica Per Cuori Sensibili! Sarah Gillespie – Glory Daysultima modifica: 2014-01-17T18:13:46+01:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *