E La “Saga” Continua … Dirtmusic – Lion City

dirtmusic lion city

Dirtmusic – Lion City – GlitterBeat Records

Con questo Lion City siamo arrivati al quarto capitolo discografico della creatura a nome Dirtmusic, nata dalle menti di Chris Eckman e Hugo Race, rimasti in due dopo l’uscita di Chris Brokaw dal trio originale,il precedente lavoro recensito su queste pagine virtuali  http://discoclub.myblog.it/2013/07/26/musica-dal-mondo-tra-afrobeat-e-desert-blues-dirtmusic-troub/ . Sono bastati pochi mesi per conoscere le  “sessions” dell’ottimo  Troubles ( uscito la scorsa estate), adesso vengono alla luce altre registrazioni (una sorta di volume 2) effettuate in quella occasione, sempre accompagnati da Ben Zabo e dai musicisti della sua band, oltre che da altri importanti artisti “maliani” tra i quali Tamikrest, Samba Tourè, Aminata Traorè e Ibrahima Douf, molti dei quali sotto contratto e presenti nel catalogo della Glitterbeat Records.

dirtmusic 1

Tutte le undici canzoni meritano di essere citate, a partire dall’iniziale Stars Of Gao con l’apporto dei nigeriani Super 11 (per chi scrive totalmente sconosciuti, ma bravi), Narha con l’incantevole voce di Aminata Wassidjè Traorè , dalla profonda Movin’ Careful incisa con la band “taureg” dei Tamikrest, passando per brani come Justice dal suono inconfondibile Dirtmusic, Ballade De Ben Zaboeseguita  da uno strumento antico come il “balafon”,  e cantata dallo stesso autore, nonché l’afro dub di Red Dust, con i calibrati interventi del grande Samba Tourè https://www.youtube.com/watch?v=3jdI0dtt7y4 . Come i vecchi vinili di una volta, la seconda parte inizia con le inquiete Clouds Are Cover https://www.youtube.com/watch?v=sxdmy_MNm0U  e Starlight Club, seguite dai ritmi afro-garage di Blind City e dall’hip-hop di Day The Grid Went Down, per poi chiudere alla grande con un intrigante e personalissimo requiem September 12, un canto d’amore con cuore e anima, dedicato alla propria nonna dalla giovanissima senegalese Ibrahima Douf https://www.youtube.com/watch?v=MlhoK7upXpc , che conclude un lavoro profondo e intenso, pieno di eccezionali intuizioni musicali.

dirtmusic 2

Lion City è un disco di affascinante bellezza, un ennesimo e stupefacente viaggio multiculturale nel pulsante tessuto sonoro del Malì, inciso dai Dirtmusic tra il deserto e la luna, per una manciata di canzoni certamente non di facile ascolto, ma una straordinaria occasione per conoscere un gruppo di valenti musicisti e destinato ad un pubblico di ascoltatori dai  palati fini e sopraffini, amanti di questi tipi di sonorità assai particolari.  

Tino Montanari

E La “Saga” Continua … Dirtmusic – Lion Cityultima modifica: 2014-05-23T10:29:53+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *