Nessun “Ferito” Da Questa Esplosione Di Sano Rock! Gaslight Anthem – Get Hurt

gaslight anthem get hurt deluxegaslight anthem get hurt

Gaslight Anthem – Get Hurt – Island Records/Universal – Deluxe Edition 12-08-2014 USA/UK 02-09-2014 ITA

Non sono pochi quelli che aspettavano al varco Brian Fallon e i suoi Gaslight Anthem (chi scrive per esempio preferisce il “side-project” Horrible Crowes), dopo il poco convincente ultimo lavoro Handwritten (12). I Gaslight Anthem vengono dal New Jersey (il luogo mi ricorda vagamente qualcosa!), hanno all’attivo un disco di esordio Sink And Swin (07), fatto di pura rabbia (punk-rock), un seguito che ha fatto il botto, sia come vendite che a livello di critica, The ’59 Sound (08), ancora oggi uno dei più riusciti dischi rock del decennio scorso, e un terzo album dallo spirito stradaiolo e diretto American Slang (10) http://discoclub.myblog.it/2010/05/21/74c2d457cf63354e408dd1c8efce6e13/ , il sopracitato Handwritten; l’uscita all’inizio di quest’anno della compilation The B-Sides (una raccolta di “outtakes” dei loro trascorsi recenti) preludeva a questo Get Hurt (la Deluxe Edition contiene quattro tracce in più, per un totale di quasi 55 minuti), e devo dire che ad un primo ascolto mi sembra abbastanza riuscito.

gaslight anthem 2

Come al solito la band viene portata per mano dal frontman, cantante e chitarrista, Brian Fallon, con i fidati “pards” Alex Levine al basso, Alex Rosamilia alle chitarre, tastiere e voce, Benny Horowitz alla batteria e percussioni (il classico quartetto rock n’roll in stile Del Fuegos), e come vocalist di supporto, due brave fanciulle che rispondono al nome di Sharon Jones (che fanciulla non è più, ma grande cantante sì) e Natalie Prass. Il tutto viene registrato ai Blackbird Studios di Nashville, con l’attenta produzione di Mike Crossey (Artic Monkeys e Jake Bugg). Get Hurt mostra i muscoli fin dall’inizio con il singolo Stay Vicious https://www.youtube.com/watch?v=K2edphSNRPY , a cui fanno seguito le dinamiche forti di 1,000 Years e la title track Get Hurt dalla atmosfera malinconica https://www.youtube.com/watch?v=I_TI14Z5NNQ .

gaslight anthem 1

In Stray Paper e Helter Skeleton https://www.youtube.com/watch?v=7PLXqTZWKBk si sente il “sound” del primo Springsteen, passando poi alla melodica Underneath The Ground, mentre Rollin And Tumblin ha un intro che si adatterebbe ad un album dei Black Keys https://www.youtube.com/watch?v=iy8hLP3SFkk e anche Red Violins (un altro brano che ricorda fortemente il Boss) ci fa venire voglia di muovere il piedino. Selected Poems inizia lentamente per poi scatenarsi con poderosi “riff” di chitarre, che ritroviamo anche nella robusta Ain’t That A Shame, mentre con Break Your Heart si viaggia dalle parti delle ballate alla Tom Petty https://www.youtube.com/watch?v=WszGQrPMnd0 , chiudendo l’edizione standard con una Dark Places che picchia duro, con una sezione ritmica che potrebbe ricordare i Green Day. Come non sempre succede, questa volta le bonus tracks della Deluxe sono interessanti, a partire da Sweet Morphine che inizialmente pare un plagio clamoroso di The Dark End Of The Street (famosissimo brano soul di Dan Pennhttps://www.youtube.com/watch?v=1kCOnZL7ULs , seguita da Mama’s Boys, introdotta da una armonica inconsueta, che poi evolve in un brano “roots”, ancora un brano dal ritmo incalzante come Halloween, e la dolce chiusura con Have Mercy, con la voce e la chitarra di Brian accompagnate dal controcanto di Sharon e Natalie https://www.youtube.com/watch?v=EZT5TB_n-gc .

gaslight anthem 3

Per chi scrive, Brian Fallon è un “bravo ragazzo” del New Jersey che compone canzoni intense e appassionate, e le canta con intensità anche maggiore, non dimenticando mai che lui e il suo gruppo, prima di raggiungere il successo, sono emersi da una oscura gavetta fatta di concerti nei club del Jersey, con live che hanno esaltato la loro giovanile energia, sempre suonando come una vera “bar-boogie band”. Get Hurt è un disco importante (anche per quelli che li aspettavano al varco) perché sono ancora con noi, lottano con noi, e possiamo di nuovo ascoltare una delle rock n’roll band più trascinanti e interessanti degli ultimi dieci anni: se sul futuro non ci sono certezze, il presente del rock n’roll passa (anche) attraverso i Gaslight Anthem di Brian Fallon.  

NDT: Adesso spero che Brian Fallon dia anche finalmente un seguito a Elsie (e al Live At The Troubadour) http://discoclub.myblog.it/2013/09/30/il-secondo-lavoro-di-brian-fallon-un-live-affascinante-da-to/  degli Horrible Crowes!

brian fallon

Se avete notizie in merito, fatemi sapere. Grazie!

Tino Montanari

Nessun “Ferito” Da Questa Esplosione Di Sano Rock! Gaslight Anthem – Get Hurtultima modifica: 2014-08-15T12:40:43+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *