Southern Christian Rock, Esiste? Rhett Walker Band – Here’s To The Ones

rhett walker band here's to deluxe

Rhett Walker Band – Here’s To The Ones – Essential/Provident/Sony

Le tipologie di musica presenti sul mercato Americano sono quasi infinite (all’incirca), se mettiamo insieme la Christian Rock Music ed il Southern, dovremmo ottenere un cosiddetto Southern Christian Rock, e anche se sulla carta sembra improbabile, è proprio il genere che fa la Rhett Walker Band, un quartetto di Nashville, Tennessee, allargato a cinque, per la registrazione di questo loro secondo album, Here’s To The Ones, pubblicato da quella che pare una etichetta indipendente, ma è distribuito dalla potente Sony Music. Ovviamente il leader della band è Rhett Walker, cantante e chitarrista, figlio di un predicatore dell’area di Aiken, South Carolina, che firma la quasi totalità dei brani, alternandosi con i compagni di avventura, Joe Kane, che è l’altro chitarrista (ad una miriade di strumenti a corda), Kenny Davis, alla batteria, con l’aggiunta di Kevin Whitsett, che è il bassista e Paul Moak, terzo chitarrista, cantante, produttore e all’occorrenza tastierista.

rhett walker band come to the river

Il risultato che otteniamo è, come si diceva, questo connubio di testi religiosi, ma non biechi, anche se titoli come Love Like Jesus, Adam’s Song, la stessa title-track, sono abbastanza esplicativi, uniti però ad un suono che deve molto al classico sound di Allman Brothers, Marshall Tucker e Lynyrd Skynyrd, ma anche ad altri tipi di rock americano, e fa sì che la Rhett Walker Band, anche grazie a lunghe tournée per gli States, sia indicata tra le migliori nuove band, vessillifere del suono del Sud degli Stati Uniti. I nomi citati hanno certamente una storia ed uno spessore musicale acquisito in anni di carriera, e sicuramente, tra i nomi nuovi, Whiskey Myers e Blackberry Smoke, per dire, sono un paio di gradini sopra, ma grinta e vigore non fanno difetto a Rhett Walker e soci, come l’iniziale Clone mette subito in chiaro, ritmica pompatissima (forse anche troppo), chitarre in libertà, buone armonie vocali, forse un suono troppo levigato e vicino ad un hard-rock mainstream, grazie ai mezzi della major che li appoggia, che evidenzia coretti e riff radiofonici https://www.youtube.com/watch?v=goELrmdvPZs .

rhett walker band 1 rhett walker band 2

Ma Here’s To the Ones, con i suoi piacevoli intrecci di pedal steel, chitarre acustiche ed elettriche, un suono vicino al country-rock della città che li ospita, ha un giusto gusto per melodie ariose e begli intrecci vocali che si lasciano ascoltare senza troppi pensieri, con la grintosa voce del leader a guidare il gruppo https://www.youtube.com/watch?v=DLVagJU-KtA . Episodi più melodici, come Love Like Jesus, spostano la bilancia della musica verso sonorità forse troppo ruffiane e commerciali https://www.youtube.com/watch?v=ciWHZUKXXho . Diciamo che la stoffa c’è, ma le sirene della musica da classifica che rende uniforme molto di quello che viene spacciato per rock nelle charts americane, sono dietro l’angolo, per cui anche Adam’s Son mescola buoni spunti e riff chitarristici ad arrangiamenti che, come direbbe qualche comico, mi fanno accapponare i capelli. Insomma senza fare una contabilità di tutti i brani, gli episodi molto commerciali si alternano a pezzi più ruspanti, spesso anche all’interno dello stesso brano, vedi Dead Man,  con le due anime (visto che parliamo di christian rock) che cercano di convivere.

rhett walker band 3 rhett walker band 4

Comunque l’acustica The Mystery con i suoi notevoli intrecci vocali e un bel dobro a caratterizzarla https://www.youtube.com/watch?v=OUmEGpNREnA , la ballata pianistica The Other Side, con inserti quasi gospel e qualche parentela con Desperado https://www.youtube.com/watch?v=Au9xRKro1Ng  , l’antemica Amazed, il classico R&R di Someone Else’s Song, stanno ad indicare che la stoffa c’è, forse annacquata dagli arrangiamenti a tratti troppo carichi e da una tendenza a sbracare. Insomma a chi li indica come il futuro del southern rock, magari un ripasso della materia sarebbe d’uopo, comunque le quattro tracce presenti nella versione Deluxe del disco, tra cui il rock grintoso Lift Me Up, la lunga cover di Takin’ Care Of Business dei Bachman Turner Overdrive https://www.youtube.com/watch?v=m0P4jzbkexg  e una Gonna Be Alright ripresa dal vivo, indicano che se forse non siamo proprio di fronte ai nuovi profeti della musica sudista sicuramente questo CD contiene del buon rock americano, insomma senza dover gridare al miracolo sono dei più che “onesti lavoratori”.

Bruno Conti

Southern Christian Rock, Esiste? Rhett Walker Band – Here’s To The Onesultima modifica: 2014-12-18T19:38:32+01:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *