Novità Di Marzo Parte Id. Toto, Glen Hansard, Willie Nile, Seasick Steve, Liz Longley

curtis knigh and the squires

Visto che siamo al 31 marzo e il mese è praticamente finito, quarta ed ultima parte dedicata alle novità discografiche: per ciò che concerne il CD di Curtis Knight and The Squires Featuring Jimi Hendrix, che vedete qui sopra, ho deciso di soprassedere sulla breve presentazione, in considerazione del fatto che la recensione completa è pronta ed uscirà a giorni sul Blog, etichetta Sony Legacy, data di uscita 24 marzo. Vediamo il resto.

toto xiv

Sempre il 24 marzo per la Frontiers Records è uscito Toto XIV, il primo nuovo album di studio dal 2006 https://www.youtube.com/watch?v=BrnQORhbCWE . Nella formazione, oltre a Steve Lukather, chitarra e voce e David Paichtastiere e voce, assistiamo al ritorno del vocalist Joseph Wiiliams, in formazione dal 1986 al 1988, e di Steve Porcaro, sempre alle tastiere, mentre David Hungate è al basso (ma solo in tre brani, negli altri si alternanoTal Wilkelfeld, Leland Sklar e Tim Lefebvre. Nuovo batterista Keith Carlock che sostituisce Simon Phillips che a sua volta aveva sostituito Jeff Porcaro nel 1992. Avrete anche letto che il 15 marzo è morto l’altro fratello Porcaro, Mike, per le complicazioni dovute alla sua lunga battaglia con la SLA. Il disco è uscito anche in una versione Deluxe, che però nel DVD allegato riporta solo un Making Of dell’album https://www.youtube.co/watch?v=vsBf9hSkOPQ

glen hansard it was triumph

Glen Hansard, irlandese, ex leader dei Frames e degli Swell Season (con Marketa Inglova) rinnova la sua passione per gli EP, dopo Drive All Night (esatto proprio il brano di Springsteen, cantato con Eddie Vedder e con Jake Clemons al sax https://www.youtube.com/watch?v=BkQpxOs6K6w) che conteneva anche tre canzoni inedite, questa volta pubblica It Was Triumph We Once Proposed…Songs Of Jason Molina, dedicato al musicista americano dei Songs:Ohia e dei Magnolia Electric Co https://www.youtube.com/watch?v=cavbPHUqbYA , morto, probabilmente suicida, nel marzo del 2013, musicista di valore ma sconosciuto ai più, un perfetto caso di beautiful loser https://www.youtube.com/watch?v=IvI7KKeyxnI . L’etichetta è la Overcoat Recordings e il MiniCD che contiene 5 canzoni è uscito il 17 marzo.

willie nile bottom line archive series

Dopo il recente, eccellente, If I Was A River http://discoclub.myblog.it/2015/01/12/fiume-note-poetiche-notturne-willie-nile-if-i-was-river/, si aprono gli archivi di Willie Nile con la pubblicazione di questo doppio CD che contiene due concerti registrati al leggendario Bottom Line di New York, uno del 1980 (il suo terzo concerto in assoluto) e uno del 2000, entrambi imperdibili per chi vuole comprendere il lato elettrico del grande cantautore della grande mela: nel primo è accompagnato da alcuni componenti della Patti Smith Band, nel secondo alla chitarra c’è Andy York della band di Mellencamp. Si tratta di due broadcast radiofonici, quindi qualità sonora eccellente, e l’etichetta è proprio la Bottom Line Records Company. Purtroppo lo storico locale ha chiuso nel 2004, ma ora in questa Bottom Line Archive Series dovrebbero uscire altri concerti per rinnovarne la leggenda (oltre a quello di Willie Nile, per il momento ne è uscito uno dedicato ai Brecker Brothers). Non è dal vivo, ma rimane una gran canzone https://www.youtube.com/watch?v=x9QJBFt9WdA

seasick steve sonic soul

Seasick Steve non demorde, ormai l’atipico bluesman californiano va per i 75 anni, ma in Inghilterra soprattutto rimane popolarissimo, i suoi dischi entrano regolarmente in classifica senza compromettersi alla mode del momento, ma comunque sempre arricchiti da una patina di modernità che non guasta. Anche questo nuovo Sonic Soul Surfer https://www.youtube.com/watch?v=J7lpVqZfels , uscito il 24 marzo per la Caroline/Universal è entrato direttamente al 4° posto delle classifiche inglesi, ha avuto una media di tre stellette e mezzo nelle recensioni della critica e mostra che il vecchio Steven Gene Mold non ha nessuna intenzione di mollare, anzi con ogni album rilancia https://www.youtube.com/watch?v=Gq0PmDhkb4c, sentite che grinta!

liz longley liz longley

Tra le tante voci femminili che si affacciano sul panorama internazionale questa volta mi piace segnalarvi questa Liz Longley.  Giovane, 27 anni,  ma già con quattro album alle spalle, esordisce ora su Sugar Hill con questo disco omonimo che conferma i paragoni fatti, di volta in volta, con Alison Krauss e Patty Larkin, ma anche Patsy Cline e Fleetwood Mac. Nel penultimo disco Hot Loose Wire (uscito 5 anni fa) c’erano due cover, River di Joni Mitchell e Moondance di Van Morrison https://www.youtube.com/watch?v=VV7KbHY-cnc , che testimoniavano il buon gusto, ma anche la bravura della fanciulla, perché entrambe interessanti, però è il nuovo disco che segnala un deciso salto di qualità; prodotto agli Oceanway di Nashville, con una nutrita pattuglia di musicisti locali, il disco mi sembra molto interessante, sentitevi Memphis https://www.youtube.com/watch?v=mvAuLH2Upo4 e Outta My Head https://www.youtube.com/watch?v=uuHAPhk2w4k e ditemi se non è brava. Ne sentiremo parlare ancora, magari anche sul Blog.

That’s all, a domani: vi preannuncio subito che quello che leggerete domani non è uno scherzo da 1° d’Aprile!

Bruno Conti

Novità Di Marzo Parte Id. Toto, Glen Hansard, Willie Nile, Seasick Steve, Liz Longleyultima modifica: 2015-03-31T19:58:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *