L’Ascesa Dopo La “Caduta” Per Una Grande Cantante! Dayna Kurtz – Rise And Fall

dayna kurtz risa and fall

Dayna Kurtz – Rise And Fall – Appaloosa Records / Ird – 2 CD – Deluxe Edition

Di questa signora, Dayna Kurtz (uno dei tanti e preziosi segreti “nascosti” della scena musicale americana), mi ero già occupato in occasione del precedente lavoro Secret Canon Vol.2 http://discoclub.myblog.it/2013/06/14/una-tom-waits-al-femminile-dayna-kurtz-secret-canon-vol-2/ , e come al solito il buon Bruno mi dà l’opportunità (conoscendo la mia simpatia per questa cantante) di parlarvi di questo ultimo lavoro Rise And Fall (il settimo della sua carriera), che viene ora edito solo per l’Italia e per merito della “brianzola” Appaloosa Records, in una versione Deluxe Digipack apribile, con libretto accluso con le traduzioni dei testi in italiano, e un bonus CD con cinque pezzi inediti. La Kurtz, nata in New Jersey e poi sviluppatasi artisticamente a New York, ora dopo la separazione dal marito vive a New Orleans (con il suo nuovo compagno), e con il ritrovato amore ha rinovato l’ispirazione e la voglia di scrivere canzoni in Rise And Fall (tutti brani molto personali), e con la co-produzione di Randy Crafton, ha riunito presso il Kaleidoscope Sound Studio di Union City nel New Jersey il cast di musicisti di valore con cui collabora da diversi anni: il chitarrista Robert Mache (Continental Drifters), il bassista David Richards (Linda Thompson, Richie Havens), il tastierista e fisarmonicista Peter Vitalone,  il batterista Dan Rieser (Norah Jones, Amos Lee), in alternativa allo stesso produttore Randy Crafton, nel settore percussioni, oltre ad un quartetto d’archi e come ospite in un brano la cantante franco-israeliana Keren Ann. Il disco è stato finanziato dai fans attraverso il sito pledgemusic.com. https://www.youtube.com/watch?v=vg7ZsM8H_Ss

dayna kurtz 0 dayna kurtz 1

Una volta inserito il cd nel lettore partono subito le suadenti note di  It’s How You Hold Me, dipanate su un tessuto di piano, violino e chitarre, a cui fa seguito una meravigliosa ballata in stile Stax,(che purtroppo Aretha Franklin non osa più) You’re Not What I Need , l’incedere folk di RaiseThe Last Glass con la fisarmonica in evidenza, la ninna-nanna dolorosa di una passionale e sentita If I Go First, poi fanno capolino gli archi nella romantica Eat It Up https://www.youtube.com/watch?v=k3g4a4UvgX8 . Si riparte con la dolce e sussurrata Yes, You Win con la chitarra slide di Dayna (che per inciso suona molto tipi di chitarra nell’album), a cui fanno seguito un moderno madrigale come Far Away Again, l’oscura litania di A Few Confessions con gli archi e il controcanto di Keren Ann ad accompagnare la melodia, mentre The Hole, cantata dalla Kurtz solo con l’accompagnamento di un violino, è veramente “spettrale”; si va a chiudere con una cover d’autore firmata dal duo David Allan Coe e Bobby Charles You’ll Always Live Inside Of Me (con un coretto finale “gospel”), interpretata in modo spirituale e sublime da Dayna https://www.youtube.com/watch?v=CSP0YhfLgQs .

Il bonus CD contempla una inedita ballata, Touchstone firmata dalla Kurtz stessa, andando poi come sempre a ripescare negli “standard” d’autore come All Too Soon di Carl Sigman e Duke Ellington in chiave “jazz d’annata” e una My Babe di Willie Dixon con batteria spazzolata e vibrafono da suonare e cantare nei migliori locali blues, rendere omaggio a Jim Reeves con la delicata I Get The Blues When It Rains, dove Dayna si accompagna in solitaria al banjo (e una spruzzata d’archi) e rivisitare in modo meraviglioso una delle più belle e famose ballate di Otis Redding, That’s How Strong My Love Is, degna conclusione di una lavoro praticamente perfetto.

Proprio in questi giorni parte il Rise And Fall Tour 2015 italiano  di Dayna Kurtz, di seguito le date:

25/5 CANTU’ (CO – 1&35 CIRCA With Luca Ghelmetti & Tim Sparks

26/5  PIOMBINO (LI) – GATTAROSSA

28/5  PAVIA – PIAZZA CAVAGNERIA With Patrizia Laquidara

29/5  GORLA MINORE (VA) – COLLEGIO ROTONDI

30/5  CONCOREZZO (MB) – PARCO DI VILLA ZOIA

31/5  VICENZA – RETRO’ With Bob Malone

1/6   UDINE – SCIMMIA NUDA SOCIAL CLUB

Dayna Kurtz – voce e chitarra

Robert Mache – chitarra elettrica, mandolino e cori

Le date del 28 maggio e 30 maggio dovrebbero essere gratuite, le altre non so (ma non credo).

Dayna Kurtz negli ultimi anni ha condiviso il palco con artisti del calibro di Elvis Costello, Richard Thompson, Rufus Wainwright, Dr. John, Richie Havens, Mavis Staples, Blind Boys Alabama, Norah Jones, Bonnie Raitt e il compianto B.B.King, e per una delle più belle voci americane, cresciuta nei Club di Manhattan assimilando jazz, folk e blues, sembra sia giunto il momento di un ulteriore salto di qualità con questo Rise And Fall che può essere il coronamento  di una carriera sempre vissuta ai margini, ma nello stesso tempo riconosciuta dagli amanti della buona musica (anche dalle nostre parti), in quanto la Kurtz, pur attraverso le sue recenti avversità (morte del padre, come detto la separazione dal marito e una forte depressione), ha maturato una consolidata visione del suo lavoro, esorcizzando la realtà attraverso la passione e l’amore per la sua musica. Assolutamente da scoprire e ascoltare!

Tino Montanari

L’Ascesa Dopo La “Caduta” Per Una Grande Cantante! Dayna Kurtz – Rise And Fallultima modifica: 2015-05-23T15:53:13+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *