Una Doverosa Appendice Al Cofanetto! 2: Francesco De Gregori – Sotto Il Vulcano

de gregori sotto il vulcano

Francesco De Gregori – Sotto Il Vulcano – Caravan/Sony 2CD

Come ho già scritto nel mio lungo post dedicato al box Backpack http://discoclub.myblog.it/2017/01/21/lintegrale-di-uno-dei-pochi-grandi-musicisti-italiani-francesco-de-gregori-backpack/ , Francesco De Gregori negli ultimi 27 anni (cioè dal 1990, quando ne fece uscire tre in un colpo solo) si è messo a pubblicare album dal vivo con una cadenza degna dei Grateful Dead, o di Joe Bonamassa se vogliamo usare un paragone più recente. Per quanto mi riguarda non è un problema, in quanto ci troviamo di fronte ad uno dei migliori cantautori italiani, con un songbook formidabile e che in più ha la buona abitudine di non riproporre gli stessi brani sempre allo stesso modo, viceversa ama cambiare gli arrangiamenti, arrivando talvolta a stravolgerli (un po’ alla maniera di Bob Dylan, tanto per citare la sua più grande influenza) e, negli ultimi anni, a rivestirli di una scorza rock che negli anni settanta non era in lui molto presente. Sotto Il Vulcano è l’unico doppio live della sua discografia insieme a La Valigia Dell’Attore, ma è il primo a presentare un concerto intero, venti canzoni, così come lo ha ascoltato il pubblico quella sera: per l’esattezza stiamo parlando dello scorso 30 Agosto a Taormina al Teatro Antico, una serata che, a detta del nostro, è stata registrata a sua insaputa.

Ed il doppio CD è come al solito ampiamente riuscito, con il nostro che dal punto di vista vocale sembra migliorare con l’età, e con la band che lo accompagna che è ormai tra le migliori nel panorama nazionale: alla guida troviamo come sempre il bassista Guido Guglielminetti, coadiuvato dai due ottimi chitarristi Paolo Giovenchi e Lucio Bardi, da Alessandro Arianti alle tastiere, Stefano Parenti alla batteria, i bravissimi Alessandro Valle alla steel e mandolino ed Elena Cirillo al violino, più una sezione fiati di tre elementi (solo in alcuni brani). Il disco (a proposito, sempre e solo audio, a quando un bel DVD?) è, come già detto, molto bello, anche se i miei live preferiti del Principe restano Il Bandito E Il Campione e Fuoco Amico, maggiormente legati a sonorità rock: in Sotto Il Vulcano forse Francesco si prende pochi rischi nella scelta della scaletta (i successi ci sono praticamente tutti: La Leva Calcistica Della Classe ’68, Alice, Generale, Titanic, Rimmel, La Storia, La Donna Cannone, oltre a Buonanotte Fiorellino con l’ormai consueto arrangiamento costruito su Rainy Day Women # 12 & 35 di Dylan), anche se non mancano diversi classici minori (Pezzi Di Vetro, Caterina, Sempre E Per Sempre, L’Abbigliamento Di Un Fuochista).

La differenza la fanno gli arrangiamenti, e se Pezzi Di Vetro è proposta in una versione per sola voce e chitarra, L’Agnello Di Dio è potente e decisamente rock (anche se l’avrei preferita con meno fiati e più chitarre), Vai In Africa, Celestino! è puro folk-rock, ed è molto diversa dall’originale, mentre Alice diventa uno splendido valzerone country, così come Generale una limpida ballata roots; Il Panorama Di Betlemme è la solita strepitosa rock song, una delle più belle tra le più recenti del nostro, con lo splendido violino della Cirillo in evidenza, Sotto Le Stelle Del Messico A Trapanar è piena di ritmo, suoni e colori, mentre Rimmel (grande versione) è introdotta da una splendida performance alla chitarra acustica di Giovenchi e Bardi. E poi ci sono tre brani tratti da Amore E Furto, l’album di cover dylaniane di due anni fa, proposte una in fila all’altra (Servire Qualcuno/Gotta Serve Somebody, Un Angioletto Come Te/Sweetheart Like You e Come Il Giorno/I Shall Be Released), in versioni abbastanza simili a quelle di studio e, come anticipato un po’ ovunque, una rilettura molto sentita e toccante del classico del vecchio amico Lucio Dalla 4 Marzo 1943. Un altro buon live dunque: sembra che Francesco De Gregori non si stanchi mai di farne, e personalmente io non mi stanco mai di ascoltarne.

Marco Verdi

Una Doverosa Appendice Al Cofanetto! 2: Francesco De Gregori – Sotto Il Vulcanoultima modifica: 2017-02-19T09:44:50+01:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *