Dal Sunshine State Un’Altra Ottima Band. Backtrack Blues Band – Make My Home In Florida

backtrack blues band make my home in florida

Backtrack Blues Band – Make My Home In Florida – CD+DVD Harpo Records

Per la serie Buscadero Geographic questo mese ci trasferiamo in Florida, terra di elezioni presidenziali, alligatori, uragani, clima caldo (non per nulla è il Sunshine State), patria di Jim Morrison e Tom Petty, una delle culle del southern rock (Allman Brothers, Lynyrd Skynrd, Molly Hatchet, e molte altre band vengono da lì), però a livello blues eravamo piuttosto sguarniti. Ma questo solo perché non abbiamo mai considerato, o poco, la Backtrack Blues Band, da oltre 35 anni una delle (poche) istituzioni del Blues nella zona. Formata appunto ad inizio anni ’80 da Sonny Charles, cantante e armonicista, nonché patito di Little Walter (infatti il nome del gruppo viene da Backtrack, uno dei brani più celebri del grande armonicista), e da Little Johnny Walter (guarda il caso!), chitarrista ritmico e fedele amico fin dalla gioventù, la band nel corso degli anni ha aggiunto Kid Royal, eccellente chitarrista, patito del Texas blues style, ma contrariamente a quanto si crede, nativo di London, nell’Ontario canadese, e quindi non del Lone Star State, alla batteria Joe Bencomo, un veterano delle band jazz e blues della Tampa Bay (che evidentemente ci sono) e infine al basso, il grande Jeff “Stick” Davis dei leggendari Amazing Rhythm Aces, una delle migliori e più sottovalutate formazioni del rock americano.

Se quanto avete letto finora vi risulta familiare denota che siete attenti lettori del Buscadero, essendo quasi lo stesso incipit utilizzato per introdurre il precedente album del gruppo Way Back Home: mi sono permesso di autocitarmi, non per pigrizia, ma in quanto mi sembrava perfetto per introdurre la BBB a coloro che si ostinano a non volerli conoscere, e così facendo non rischio neppure denunce per plagio, in quanto sempre il sottoscritto lo aveva scritto per la rivista. Ovviamente confermo tutto, e aggiungo che questo nuovo Make My Home In Florida, registrato dal vivo al Palladium Theater di St. Peterburg, Florida il 6 gennaio del 2017, è quello che gli americani chiamano un combo, cioè una confezione CD+DVD, con identico contenuto, ma comunque in rete si trova il filmato gratis e completo.

I due frontmen del gruppo come si evince dal filmato (un po’ statico nelle riprese) non sono più dei giovanotti, ma hanno ancora una grinta ed un drive ammirevoli, oltre ad esperienza e tecnica a palate, il tutto è chiaro sin dall’iniziale Checkin’ On My Baby, uno dei classici di Sonny Boy Williamson, che in passato hanno inciso in tanti (da Buddy Guy & Junior Wells ai Buesbreakers di John Mayall, con Mick Taylor, Taj Mahal, Mick Jagger, Gary Moore, Dr. Feelgood, Nine Below Zero, potremmo andare avanti per anni con la lista), ma la versione della Backtrack Blues Band regge bene, con un eccellente interscambio tra Charles e Kid Royal, anche Woke Up This Morning ha un precedente illustre, quello di B.B. King, l’autore del brano, e la rilettura della BBB, con Kid Royal alla voce, parte laidback ma poi si anima in un brillante crescendo, con il groove metronomico della ritmica dove spicca il basso rotondo di Stick Davis.

Make My Home In Florida è un brano originale di Sonny Charles, uno slow blues di quelli duri e puri, intenso e grintoso come richiede il genere, con armonica a volontà e la chitarra solista, molto raffinata e pulita, a punteggiare il cantato maschio del suo autore; altro super classico con T-Bone Shuflle, il cui titolo dice tutto, di nuovo cantata da Royal. In una band dove c’è Little Johnny Walter ed il leader è un armonicista era quasi inevitabile un pezzo di Little Walter, la scelta cade su Nobody But You, fatta a tutta velocità, prima di un’altra canzone di Sonny Boy Williamson II Your Funeral My Trial che permette di gustare la souplesse di Charles (che incidentalmente ha anche una ottima tinta di capelli, fatta da chi serviva probabilmente Biscardi e Paolo Limiti) anche se forse ogni tanto il gruppo è fin troppo didattico e legato alle tradizioni, fatto che può essere sia un pregio che un difetto. Il terzetto conclusivo arriva tutto dalla penna di Charles, prima la mossa Heavy Built Woman, un altro shuffle con il classico call and response, poi la divertente e cadenzata Shoot My Rooster e infine Tell Your Daddy, sempre vivace e costellata dall’eccellente lavoro di Kid Royal e Sonny Charles, per un live che trabocca di onesto blues elettrico, molto ben eseguito.

Bruno Conti

Dal Sunshine State Un’Altra Ottima Band. Backtrack Blues Band – Make My Home In Floridaultima modifica: 2018-03-27T17:21:48+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *