Torna Il “Peccatore” Del Folk Canadese! Lee Harvey Osmond – Beautiful Scars

lee harvey osmond beautiul scars

Lee Harvey Osmond – Beautiful Scars – Latent Recordings

I Lee Harvey Osmond rimangono la creatura preferita di Tom Wilson, e lo testimonia questo nuovo lavoro Beautiful Scars, dopo il folgorante esordio con il bellissimo A Quiet Evil (10) e il successivo The Folk Sinner (12) http://discoclub.myblog.it/2013/02/26/un-collettivo-acid-folk-dal-freddo-canada-lee-harvey-osmond/ : prodotto come gli altri da Michael Timmins (“mente” dei Cowboy Junkies). Il buon Tom è considerato una “icona” del rock canadese,  a fronte di una carriera quasi trentennale, all’inizio con una band molto popolare nel paese delle “Giubbe Rosse”  come i Junkhouse, in seguito con il combo Blackie & The Rodeo Kings (con Colin Linden e Stephen Fearing), e anche una discreta da solista, prima di darsi anima e corpo nel progetto di questo gruppo canadese di “folk-psichedelico e acido”, i bravissimi e intriganti Lee Harvey Osmond.

lee harvey osmond 2 lee harvey osmond 1

L’attuale “line-up” della band, oltre al consueto “zampino” di Michael Timmins, è formata dal leader Wilson alla chitarra acustica e voce, Michael Davidson al vibrafono, Dan Edmond al piano, Aaron Goldstein alle chitarre e pedal steel, Josh Finlayson (degli Skydiggers) al basso, Jesse O’Brien alle tastiere, oltre al fido Ray Farrugia (era già nei Junkhouse) alla batteria e percussioni, e come “vocalist” aggiunta Andrea Ramolo (emergente cantautrice canadese) e il figlio di Wilson, Thompson.

Le canzoni di Beautiful Scars devono molto, a parere di chi scrive, al Chris Eckman dei grandi Walkabouts, a partire da una iniziale Loser Without Your Love (con un sax molto à la Morphinehttps://www.youtube.com/watch?v=uHP0YvlIcs4 , passando poi alle trame un po’ “retrò” di una sussurrata Blue Moon Drive, al rumoroso groove di Shake The Hand, per poi tornare alle atmosfere “psichedeliche” gentili di Oh The Gods, e ai delicati arpeggi acustici di una tenue Dreams Come And Go. Si cambia ancora ritmo con la desertica Hey, Hey, Hey (si viaggia dalle parti di Tucson, in compagnia di Calexico e Giant Sandhttps://www.youtube.com/watch?v=e61Lak9CDjQ , mentre la bellissima How Does It Feel è la ballata più “cool” dell’album, dove le note di chitarra e pianoforte accompagnano la rancorosa voce di Tom https://www.youtube.com/watch?v=pl0t4d1tc9g , che fa da preludio alle chitarre cariche di riverberi e al vibrafono di Planet Love https://www.youtube.com/watch?v=kMd8OQa8jUU, all’ossessionante ritmo  funky (tastiere, flauto e chitarre) di una Black Spruce che sembra uscita, almeno nella parte iniziale, dai vinili dei Jethro Tull https://www.youtube.com/watch?v=biComc2UChE , e andando a chiudere le “cicatrici” personali di Wilson, con le sonorità folk di una struggente Bottom Of Our Love.

Tom Wilson scrive canzoni eleganti, scure, che partono dal “roots rock” ma vanno oltre, con una miscela equilibrata di blues, rock, country e folk, con una spruzzata di sana psichedelia (che lo stesso autore riconosce nel genere “acid-folk”), e, come nei dischi precedenti, anche tutti i brani di questo lavoro (registrato e mixato nello studio di Toronto di Timmins) richiedono diversi e ripetuti ascolti per essere assimilati nella loro totalità. Per chi vuole approfondire, questo Beautiful Scars rivela ad ogni passaggio nel lettore CD qualcosa di sorprendente e affascinante,  la perfetta chiusura del cerchio di un autore innovativo e rivoluzionario, che con i suoi Lee Harvey Osmond vuole regalare un sound libero dalle mode e fuori dagli schemi, che può sicuramente piacere a tutti gli appassionati della buona musica (sicuramente tutti i lettori di questo blog). Che sia la volta buona per ampliare la cerchia?

Tino Montanari

Novità Di Fine Novembre Parte II. David Sylvian, Jethro Tull, Climax Blues Band, Mink DeVille

david sylvian there's a light

Ultime quattro uscite per novembre.

Partiamo con un nuovo titolo di David Sylvian, si intitola There’s A Light That Enters Houses With No Other House In Sight (sembra il titolo di una canzone di Morrissey, il genere è “leggermente” diverso), esce come al solito per la sua etichetta Samadhisound, si tratta di un brano di un’ora, senza divisioni di tracce, di musica strumentale, definita ambient music o classica sperimentale, interrotta solo dagli interventi di una voce narrativa, quella di tale Franz Wright. Dalle recensioni viste è stato o molto apprezzato o stroncato di brutto. Per chi scrive appartiene alla categoria “not my cup of tea, thanks”, anche se sicuramente è interessante.

jethro tull tull war child 40th anniversary

Continuano le ristampe a cura di Steven Wilson, in occasione dal 40° Anniversario dall’uscita, dei dischi dei Jethro Tull, questa volta tocca a War Child, considerato dai fains dei Jethro (non da tutti) uno dei picchi della loro carriera, forse esagerando, ma negli anni successivi ne hanno fatti di decisamente peggiori!. E’ uscito sempre il 25 novembre, per la Parlophone/Warner, come un cofanetto quadruplo, 2 CD e 2 DVD, con il seguente contenuto:

Disc One
1. WarChild
2. Queen and Country
3. Ladies
4. Back-door Angels
5. SeaLion
6. Skating Away on the Thin Ice of the New Day
7. Bungle in the Jungle
8. Only Solitaire
9. The Third Hoorah
10. Two Fingers

Disc Two – The Second Act: Associated Recordings
1. Paradise Steakhouse
2. Saturation
3. Good Godmother*
4. SeaLion II
5. Quartet
6. WarChild II*
7. Tomorrow Was Today*
8. Glory Row
9. March, The Mad Scientist
10. Rainbow Blues
11. Pan Dance

WarChild Orchestral Recordings

12. The Orchestral WarChild Theme*
13. The Third Hoorah (Orchestral Version)*
14. Mime Sequence*
15. Field Dance (Conway Hall Version)*
16. Waltz Of The Angels (Conway Hall Version)
17. The Beach (Part I) (Morgan Master Recording)*
18. The Beach (Part II) (Morgan Master Recording)*
19. Waltz Of The Angels (Morgan Demo Recording)*
20. The Beach (Morgan Demo Recording)*
21. Field Dance (Morgan Demo Recording)*

* Previously Unreleased

DVD 1 (Audio & Video)

Contains:
* WarChild remixed to 5.1 DTS and AC3 Dolby Digital surround sound and 96/24 PCM stereo.
* A flat transfer from the original 1974 LP master at 96/24 PCM stereo.
* A flat transfer of the original 1974 Quad LP (with additionally Glory Row & March, The Mad Scientist) at 5.1 (4.0) DTS and AC3 Dolby Digital surround sound.
* Video clips of a Montreux photosession and press conference on 11th January 1974 and The Third Hoorah promo footage with remixed stereo audio.

DVD 2 (Audio)

Contains:
* An additional eleven group recordings from the WarChild sessions and later, including 3 previously unreleased tracks, and 4 orchestral recordings from the WarChild sessions mixed to 5.1 DTS and AC3 Dolby Digital surround sound and 96/24 PCM stereo.
* Six additional orchestral recordings (five previously unreleased) mixed by Robin Black in 1974, now in 96/24 PCM stereo.

Solito paradiso per gli audiofili, per gli altri magari meno, anche se rispetto alla versione rimasterizzata singola del 2002 che conteneva 7 bonus, qui il numero delle tracce inedite è decisamente più consistente.

climax blues band live rare & raw

E prosegue anche la serie delle ristampe del catalogo della Climax Blues Band da parte della tedesca Repertoire. Questa volta si tratta di un triplo CD, Live Rare And Raw, che come da titolo raccoglie materiale dal vivo della band inglese nel periodo del passaggio da Chicago Climax Blues Band, quando erano una delle migliori band del british blues all’ancora ottimo gruppo rock anni ’70, quando il loro stile era virato verso un energico blues-rock di stampo americano non dissimile da quello di band come Bad Company, Foghat ed altre dell’epoca, comunque dal vivo, come dimostra questo cofanetto, sempre gagliardi:

CD 1:
01. All the Time in the World (Live at the Marquee Club London 1973) ( 6:32)
02. I Am Constant (Live at the Marquee Club London 1973) ( 4:50)
03. Seventh Son (Live at the Marquee Club London 1973) ( 5:45)
04. Mesopopmania (Live at the Marquee Club London 1973) (10:21)
05. So Many Roads (Live at the Marquee Club London 1973) (16:05)
06. Shake Your Love /That’s All (Live at the Marquee Club London 1973) ( 7:03)
07. All The Time In The World (Live In New Jersey 1974) ( 7:22)
08. Seventh Son (Live In New Jersey 1974) ( 5:02)

CD 2
01. Flight (Live In New Jersey 1974) (15:50)
02. So Many Roads (Live In New Jersey 1974) (13:45)
03. Country Hat (Live In New Jersey 1974) ( 9:06)
04. Shake Your Love (Live In New Jersey 1974) ( 4:03)
05. Going To New York (Live In New Jersey 1974) (10:45)
06. Let’s Work Together (Live In New Jersey 1974 ( 7:45)
07. One More Time/Stormy Monday (Live In New Jersey 1974) ( 7:02)
08. Together And Free (Live In Guildford 1976) (3:02)
09. Amerita Sense Of Direction (Live In Guildford 1976) (6:22)

CD 3
01. Chasing Change (Live In Guildford 1976) (4:58)
02. Using The Power (Live In Guildford 1976) (4:22)
03. Couldn’t Get It Right (Live In Guildford 1976) (3:16)
04. Going To New York (Live In Guildford 1976) (7:48)
05. All The Time In The World (Live In Guildford 1976) (2:29)
06. Get Back (Live In Guildford 1976) (2:44)
07. Money In Your Pocket (Live From Miami 1979) (4:39)
08. Summer Rain (Live From Miami 1979) (5:44)
09. Amerita Sense Of Direction (Live From Miami 1979) (7:40)
10. Evil (Live From Miami 1979) (5:09)
11. Fallen In Love (For The Very Last Time) [Live From Miami 1979] (4:45)
12. Seventh Son Got My Mojo Workin’ (Live From Miami 1979) (9:22)
13. Whatcha Feel (Live From Miami 1979) (9:42)
14. All The Time In The World Get Back (Live From Miami 1979) (6:01)

mink de ville live at rockpalast front

Sempre la Repertoire ci propone, in 2 CD + 1 DVD, il documento più prezioso, le due serate complete di Willy DeVille, quando si proponeva ancora come leader dei Mink DeVille, all’epoca dei primi tre imperdibili album e anche questo triplo merita assolutamente. Questa è la serata del 1981 alla Grugahalle di Essen (vista in televisione ai tempi):

e questo è il retrocopertina del box, non c’è nulla aggiungere, fantastico…forse un “peccato per il prezzo”, visto che non li fanno pagare proprio pochissimo.

mink de ville live at rockpalast back

Alla prossima!

Bruno Conti

Ancora Una “Infornata” Di Nuovi Cofanetti Pre-Natalizi. King Crimson, Supertramp, Wilco, Hollies, Jethro Tull, Kinks, David Bowie, John Martyn, Velvet Underground Parte II

jethro tull tull war child 40th anniversary

Come promesso ecco altri cofanetti di prossima uscita. Partiamo con…

Jethro Tull – War Child 40th Anniversary Theatre Edition – 2 CD+2DVD Parolphone/Warner – 25-11-2014

Evidentemente Steven Wilson, oltre ai suoi lavori solisti e con i Porcupine Tree, trova il tempo per proseguire il suo lavoro di restauro dell’opera dei King Crimson e dei Jethro Tull. Della band di Fripp avete letto ieri, mentre per il 25 novembre è annunciata una edizione espansa di War Child, con questo contenuto:

Disc One
1. WarChild
2. Queen and Country
3. Ladies
4. Back-door Angels
5. SeaLion
6. Skating Away on the Thin Ice of the New Day
7. Bungle in the Jungle
8. Only Solitaire
9. The Third Hoorah
10. Two Fingers

Disc Two – The Second Act: Associated Recordings
1. Paradise Steakhouse
2. Saturation
3. Good Godmother*
4. SeaLion II
5. Quartet
6. WarChild II*
7. Tomorrow Was Today*
8. Glory Row
9. March, The Mad Scientist
10. Rainbow Blues
11. Pan Dance

WarChild Orchestral Recordings

12. The Orchestral WarChild Theme*
13. The Third Hoorah (Orchestral Version)*
14. Mime Sequence*
15. Field Dance (Conway Hall Version)*
16. Waltz Of The Angels (Conway Hall Version)
17. The Beach (Part I) (Morgan Master Recording)*
18. The Beach (Part II) (Morgan Master Recording)*
19. Waltz Of The Angels (Morgan Demo Recording)*
20. The Beach (Morgan Demo Recording)*
21. Field Dance (Morgan Demo Recording)*

* Previously Unreleased

DVD 1 (Audio & Video)

Contains:
* WarChild remixed to 5.1 DTS and AC3 Dolby Digital surround sound and 96/24 PCM stereo.
* A flat transfer from the original 1974 LP master at 96/24 PCM stereo.
* A flat transfer of the original 1974 Quad LP (with additionally Glory Row & March, The Mad Scientist) at 5.1 (4.0) DTS and AC3 Dolby Digital surround sound.
* Video clips of a Montreux photosession and press conference on 11th January 1974 and The Third Hoorah promo footage with remixed stereo audio.

DVD 2 (Audio)

Contains:
* An additional eleven group recordings from the WarChild sessions and later, including 3 previously unreleased tracks, and 4 orchestral recordings from the WarChild sessions mixed to 5.1 DTS and AC3 Dolby Digital surround sound and 96/24 PCM stereo.
* Six additional orchestral recordings (five previously unreleased) mixed by Robin Black in 1974, now in 96/24 PCM stereo.

kinks the anthology

The Kinks – The Anthology 1964-1971 – 5CD Sony Legacy/Sanctuary – 18-11-2014 UK/ 09-12-2014 USA

Come era stato recentemente per gli Small Faces, anche per i Kinks continuano ad uscire cofanetti: tra novembre e dicembre, mercato inglese ed americano, ma le date cambiano in continuazione, quindi sono indicative, esce questo ennesimo box per festeggiare il 50° Annoversario della band dei fratelli Davies, da Muswell Hill, Londra. Come al solito ci sarà la solita pletora di rarità, o presunte tali, ma il sottoscritto si ferma al precedente box da 6 CD, Picture Book, uscito nel 2008. Abbiamo già dato, grazie. Per chi fosse interessato, come al solito questi i contenuti:

CD1:

1. I’m A Hog For You, Baby – The Boll-Weevils
2. I Don’t Need You Anymore (demo)
3. Ev’rybody’s Gonna Be Happy (demo)
4. Long Tall Sally
5. I Took My Baby Home
6. You Still Want Me
7. You Do Something To Me
8. You Really Got Me
9. It’s All Right
10. Beautiful Delilah
11. Just Can’t Go To Sleep
12. I’m A Lover, Not A Fighter (mono alternate)
13. Little Queenie (Live At The Playhouse Theatre, 1964)
14. Too Much Monkey Business (alternate take)
15. Stop Your Sobbing (mono)
16. All Day And All Of The Night
17. I Gotta Move
18. I Gotta Go Now
19. I’ve Got That Feeling (Live At Piccadilly Studios, 1964)
20. Tired Of Waiting For You
21. Come On Now (alternate mix)
22. Look For Me Baby
23. Nothin’ In The World Can Stop Me Worryin’ ‘Bout That Girl
24. Wonder Where My Baby Is Tonight
25. Don’t Ever Change
26. You Shouldn’t Be Sad
27. Something Better Beginning
28. Ev’rybody’s Gonna Be Happy
29. Who’ll Be The Next In Line (Session Fragment – Backing track)
30. Who’ll Be The Next In Line (alternate)
31. Set Me Free
32. I Need You
33. Interview: Clay Cole Meets The Kinks June 17, 1965

ALL TRACKS IN MONO SOUND SYSTEM
Tracks 5-13, 15-19 and 21-33 Produced by SHEL Talmy
Tracks 14 and 20 Produced by BERNIE ANDREWS

CD2:

1. See My Friends
2. Never Met A Girl Like You Before
3. I Go To Sleep (demo)
4. A Little Bit Of Sunlight (demo)
5. Tell Me Now So I’ll Know (alternate demo)
6. When I See That Girl Of Mine (demo)
7. There’s A New World Just Opening For Me (demo)
8. This Strange Effect (Live At Aeolian Hall, 1965)
9. Hide And Seek (Live At Aeolian Hall, 1965)
10. A Well Respected Man
11. Such A Shame
12. Do not You Fret
13. Till The End Of The Day
14. Where Have All The Good Times Gone
15. Milk Cow Blues
16. I Am Free
17. The World Keeps Going Round
18. I’m On An Island
19. You Can not Win
20. Time Will Tell
21. Dedicated Follower Of Fashion (Snippet Login – Tomas 1-3)
22. Dedicated Follower Of Fashion (single version)
23. Sittin ‘On My Sofa
24. She’s Got Everything (Backing Track Take Two)
25. She’s Got Everything (Mono alternate version)
26. Mr. Reporter (version one)
27. All Night Stand (demo)

ALL TRACKS IN MONO SOUND SYSTEM
TRACKS 1, 2, 10-26 Produced by SHEL Talmy
Tracks 8 and 9 Produced by Keith Bateson

CD3:

1. Sunny Afternoon (mono)
2. I’m Not Like Everybody Else (mono)
3. Dandy (mono)
4. Party Line (mono)
5. Rosy Will Not You Please Come Home (mono)
6. Too Much On My Mind (Mono)
7. Session Man (mono)
8. Most Exclusive Residence For Sale (mono)
9. Fancy (mono)
10. Dead End Street (mono)
11. Big Black Smoke (alternate stereo mix)
12. Mr. Pleasant (stereo)
13. This Is Where I Belong (stereo)
14. Village Green (stereo)
15. Two Sisters (stereo)
16. Waterloo Sunset (Snippet Sign – Backing Track Take Two)
17. Waterloo Sunset (stereo)
18. Act Nice And Gentle (stereo)
19. Harry Rag (stereo) (Snippet session)
20. Harry Rag (stereo)
21. Death Of A Clown (stereo) – Dave Davies
22. Love Me Till The Sun Shines (stereo) – Dave Davies
23. David Watts (stereo)
24. Tin Soldier Man (stereo)
25. Afternoon Tea (alternate stereo mix)
26. Funny Face (stereo) – Dave Davies
27. Lazy Old Sun (alternate stereo mix)
28. Susannah’s Still Alive (stereo) – Dave Davies
29. Good Luck Charm (stereo) – Dave Davies

Tracks 1-9, 11-20, 23 and 24 produced by Talmy SHEL
Tracks 10, 21, 22, 25-29 Produced by RAY DAVIES

CD4:

1. Autumn Almanac (mono)
2. Lavender Hill (mono)
3. Rosemary Rose (stereo)
4. Wonderboy (mono)
5. Polly (mono)
6. Lincoln County (single stereo version) – Dave Davies
7. Did You See His Name? (Stereo alternate ending)
8. Days (Snippet session)
9. Days (stereo)
10. Misty Water (alternate mix)
11. Do You Remember Walter (mono)
12. Picture Book (mono)
13. Johnny Thunder (stereo remix)
14. Big Sky (mono)
15. Animal Farm (mono)
16. Starstruck (mono)
17. Pictures In The Sand (mono)
18. People Take Pictures Of Each Other (stereo Mix for Europe)
19. Interview: Ray Davies talks about Village Green Preservation Society (mono)
20. The Village Green Preservation Society (Live At The Playhouse Theatre, 1968) (mono)
21. Hold My Hand (stereo) – Dave Davies
22. Creeping Jean (stereo) – Dave Davies
23. Berkeley Mews (stereo)
24. Till Death Us Do Part (mono)
25. When I Turn Out The Living Room Light (mono)
26. Where Did My Spring Go (mono)
27. Plastic Man (stereo) )
28. King Kong (mono)
29. This Man He Weeps Tonight (Mono)
30. Reprise US Tour Spot (stereo)

Tracks 1-18, 21-29 Produced by RAY DAVIES
Tracks 19 & 20 Produced by BILL BEBB

CD5:

1. Victoria (stereo)
2. Some Mother’s Son (stereo)
3. Drivin ‘(stereo)
4. Shangri-La (stereo)
5. She’s Bought A Hat Like Princess Marina (stereo)
6. Young And Innocent Days (stereo)
7. Mindless Child Of Motherhood (stereo) – The Kinks Featuring Dave Davies
8. Lola (mono)
9. Apeman (stereo)
10. Strangers (stereo)
11. Get Back In The Line (stereo)
12. Anytime (stereo)
13. This Time Tomorrow (stereo)
14. A Long Way From Home (stereo)
15. Powerman (stereo)
16. Got To Be Free (stereo)
17. Dreams (stereo)
18. Moments (stereo)
19. The Way Love Used To Be (stereo)
20. God’s Children (stereo)

PLUS 7 “SINGLE

La scritta finale vuol dire che nella confezione ci sarà un 45 giri, tradotto per i non collezionisti!

david bowie nothing has changed

David Bowie – Nothing Has Changed – 2 CD o 3 CD Deluxe Edition Sony Legacy -18-11-2014

Anche il “Duca Bianco” ci propone o ci propina, tramite la sua ultima casa discografica, una ennesima antologia, ma è quella definitiva. In attesa di un nuovo album, annunciato da Tony Visconti in probabile uscita a primavera del 2015, David Bowie ci regala ben “un” brano nuovo, Sue (Or In A Season Of Crime) https://www.youtube.com/watch?v=3GodUgnO7lY , prodotto dall’appena nominato Visconti, più un inedito Let Me Sleep Beside You, dall’album del 2001 Toy rimasto inedito, Your Turn To Drive, sempre dalle stesse sessions, poi “apparse” in rete nel 2011, e Shadow Man, idem come sopra. Tutti e quattro i brani sono nella versione tripla, due sono presenti in quella doppia, mentre gli “astuti” giapponesi ne pubblicheranno una versione esclusiva singola, con il brano nuovo. Contenuti del triplo CD a seguire:

CD1
1. Sue (Or In A Season Of Crime) (7.40)
2. Where Are We Now? (4.09)
3. Love Is Lost (Hello Steve Reich Mix By James Murphy For The DFA Edit) (4.07)
4. The Stars (Are Out Tonight) (3.57)
5. New Killer Star (Radio Edit) (3.42)
6. Everyone Says ‘Hi’ (Edit) (3.29)
7. Slow Burn (Radio Edit) (3.55)
8. Let Me Sleep Beside You (3.14)
9. Your Turn To Drive (4.44)
10. Shadow Man (4.48)
11. Seven (Marius De Vries Mix) (4.12)
12. Survive (Marius De Vries Mix) (4.18)
13. Thursday’s Child (Radio Edit) (4.25)
14. I’m Afraid Of Americans (V1) (Clean Edit) (4.30)
15. Little Wonder (Edit) (3.40)
16. Hallo Spaceboy (PSB Remix) (With The Pet Shop Boys) (4.23)
17. Heart’s Filthy Lesson (Radio Edit) (3.32)
18. Strangers When We Meet (Single Version) (4.21)

CD2
1. Buddha Of Suburbia (4.24)
2. Jump They Say (Radio Edit) (3.53)
3. Time Will Crawl (MM Remix) (4.18)
4. Absolute Beginners (Single Version) (5.35)
5. Dancing In The Street (With Mick Jagger) (3.20)
6. Loving The Alien (Single Remix) (4.45)
7. This Is Not America (With The Pat Metheny Group) (3.51)
8. Blue Jean (3.11)
9. Modern Love (Single Version) (3.56)
10. China Girl (Single Version) (4.15)
11. Let’s Dance (Single Version) (4.08)
12. Fashion (Single Version) (3.25)
13. Scary Monsters (And Super Creeps) (Single Version) (3.32)
14. Ashes To Ashes (Single Version) (3.35)
15. Under Pressure (With Queen) (3.56)
16. Boys Keep Swinging (3.17)
17. ‘Heroes’ (Single Version) (3.35)
18. Sound And Vision (3.03)
19. Golden Years (Single Version) (3.27)
20. Wild Is The Wind (2010 Harry Maslin Mix) (5.58)

CD3
1. Fame (4.14)
2. Young Americans (2007 Tony Visconti Mix Single Edit) (3.13)
3. Diamond Dogs (5.56)
4. Rebel Rebel (4.28)
5. Sorrow (2.53)
6. Drive-In Saturday (4.29)
7. All The Young Dudes (3.08)
8. The Jean Genie (Original Single Mix) (4.05)
9. Moonage Daydream (4.40)
10. Ziggy Stardust (3.12)
11. Starman (Original Single Mix) (4.10)
12. Life On Mars? (2003 Ken Scott Mix) (3.49)
13. Oh! You Pretty Things (3.11)
14. Changes (3.33)
15. The Man Who Sold The World (3.56)
16. Space Oddity (5.12)
17. In The Heat Of The Morning (3.00)
18. Silly Boy Blue (3.54)
19. Can’t Help Thinking About Me (2.46)
20. You’ve Got A Habit Of Leaving (2.32)
21. Liza Jane (2.18)

john martyn best of island years

John Martyn – The Best Of The Island Years – 4 CD Island/Universal – 04-11-2014

Come era stato per Sandy Denny, la Island/Universal pubblicherà questo cofanetto con il “meglio” estratto dal cofanetto da 18 CD uscito lo scorso anno, The Island Years https://www.youtube.com/watch?v=0Nk4j_Ur554 , dedicato a John Martyn, pescando tra tutti gli inediti che erano contenuti in quella opera omnia: ovviamente non è l’integrale degli inediti, visto che c’erano ben 2 concerti completi mai pubblicati, la prima versione di The Apprentice e un DVD di materiale raro ed edito, ma comunque la selezione è esaustiva ed il prezzo molto più contenuto, anche se il “cofanettone” è una meraviglia! Ecco la tracklist della versione da 4 CD, in uscita il 4 novembre:

CD1
1. Go Easy – Alt Take # 2 (4:34)
2. Bless The Weather – Alt Take (4:51)
3. Just Now – Alt Take #2 (3:37)
4. Head And Heart – Alt Take (4:59)
5. Glistening Glyndebourne (7:47)
6. May You Never – Live At The Hanging Lamp (4:18)
7. Head And Heart – Live At The Hanging Lamp (3:57)
8. I’d Rather Be The Devil – Live At The Hanging Lamp (7:50)
9. Solid Air – Alt Take (4:30)
10. Over The Hill – Alt Take (3:17)
11. I’d Rather Be The Devil – Alt Take #2 (6:02)
12. Go Down Easy – Alt Take #3 (5:11)
13. Dreams By The Sea – Alt Take (3:22)
14. May You Never – Alt Take (3:46)
15. Fine Lines – Alt Take (3:55)

CD2
1. The Glory Of Love – Alt Take (2:40)
2. Make No Mistake – Alt Take (6:45)
3. Sunday’s Child – Alt Take (6:30)
4. Spencer The Rover – BBC Sight And Sound (3:53)
5. Eight More Miles – Alt Take (2:44)
6. Outside In – Liver At Leeds (18:56)
7. Solid Air – Live At Leeds (7:10)
8. The Man At The Station – Live At Leeds (2:42)
9. Dealer – Alt Take (5:16)
10. One World – Alt Take (4:19)
11. Smiling Stranger – Alt Take (3:35)
12. Certain Surprise – Alt Take #2 (4:00)

CD3
1. Couldn’t Love You More – Alt Take (3:14)
2. Big Muff – Take 1 (7:11)
3. Dancing – Alt Take #2 (3:54)
4. Small Hours – Alt Take (9:50)
5. Black Man At Your Shoulders (8:30)
6. Some People Are Crazy – Alt Take (4:12)
7. Grace And Danger – Alt Take (7:37)
8. Johnny Too Bad – Alt Take (7:18)
9. Hi Heel Sneakers – Unreleased Song (3:17)
10. Running Up The Harbour – Alt Take (4:38)
11. Sweet Little Mystery – Old Grey Whistle Test – 10/1/1981 (4:58)
12. Our Love – Alt Take (5:54)
13. After Tomorrow Night – Alt Take (4:36)

CD4
1. Sapphire – Andy Lydon Mix (4:49)
2. Over The Rainbow – Andy Lydon Mix (3:47)
3. Fisherman’s Dream – Andy Lydon Mix (4:33)
4. Mad Dog Days – Andy Lydon Mix (5:21)
5. Love In Your Life – Previously Unreleased Song (3:26)
6. Solid Air – Live At Glastonbury (5:42)
7. Bless The Weather – Live At Glastonbury (4:10)
8. Lonely Love – Alt Take (3:22)
9. Angeline – Alt Take (5:03)
10. Piece By Piece – Take 1 (3:58)
11. The River (4:17)
12. Send Me One Line (5:12)
13. The Apprentice (4:16)
14. Lifeline (3:52)
15. Patterns In The Rain (3:26)
16. John Wayne – Live At The London Palladium (8:03)

velvet underground the velvet underground

Velvet Underground – The Velvet Underground (3rd Album) – 6 CD Polydor/Universal 25-11-2014

Proseguendo nella serie di ristampe del 45° anniversario dell’uscita dall’album originale esce anche la ristampa del terzo disco della band di Lou Reed (che ci ha lasciato circa un anno fa, il 27 ottobre dello scorso anno), conosciuto semplicemente come The Velvet Underground e pubblicato in origine dalla MGM nel marzo del 1969. Niente più John Cale e spazio al nuovo arrivato Doug Yule. Il disco originale, bellissimo, aveva solo 10 brani https://www.youtube.com/watch?v=juyTTZZumCQ , in questa versione Super Deluxe, ce n’è giusto “qualcuna” in più, 65 canzoni, in studio e dal vivo:
DISC ONE: THE VELVET UNDERGROUND

(“The Val Valentin Mix”)

1. CANDY SAYS

2. WHAT GOES ON

3. SOME KINDA LOVE

4. PALE BLUE EYES

5. JESUS

6. BEGINNING TO SEE THE LIGHT

7. I’M SET FREE

8. THAT’S THE STORY OF MY LIFE

9. THE MURDER MYSTERY

10. AFTER HOURS

DISC TWO: THE VELVET UNDERGROUND

(“The Closet Mix”)

1. CANDY SAYS

2. WHAT GOES ON

3. SOME KINDA LOVE

4. PALE BLUE EYES

5. JESUS

6. BEGINNING TO SEE THE LIGHT

7. I’M SET FREE

8. THAT’S THE STORY OF MY LIFE

9. THE MURDER MYSTERY

10. AFTER HOURS

11. BEGINNING TO SEE THE LIGHT (alternate “Closet Mix”)

DISC THREE: THE VELVET UNDERGROUND

(“Promotional Mono Mix”)

1. CANDY SAYS

2. WHAT GOES ON

3. SOME KINDA LOVE

4. PALE BLUE EYES

5. JESUS

6. BEGINNING TO SEE THE LIGHT

7. I’M SET FREE

8. THAT’S THE STORY OF MY LIFE

9. THE MURDER MYSTERY

10. AFTER HOURS

Mono Single released April 1969

11. WHAT GOES ON

12. JESUS

DISC FOUR: 1969 SESSIONS

1. FOGGY NOTION (original 1969 mix) +

2. ONE OF THESE DAYS (new 2014 mix) +

3. LISA SAYS (new 2014 mix) +

4. I’M STICKING WITH YOU (original 1969 mix) +

5. ANDY’S CHEST (original 1969 mix) +

6. CONEY ISLAND STEEPLECHASE (new 2014 mix)+

7. OCEAN (original 1969 mix)

8. I CAN’T STAND IT (new 2014 mix) +

9. SHE’S MY BEST FRIEND (original 1969 mix) +

10. WE’RE GONNA HAVE A REAL GOOD TIME TOGETHER (new 2014 mix) +

11. I’M GONNA MOVE RIGHT IN (original 1969 mix)

12. FERRYBOAT BILL (original 1969 mix)

13. ROCK & ROLL (original 1969 mix)

14. RIDE INTO THE SUN (new 2014 mix) +

+ previously unreleased mixes

DISC FIVE: LIVE AT THE MATRIX

November 26 & 27, 1969 (Part 1)

1. I’M WAITING FOR THE MAN *

2. WHAT GOES ON *

3. SOME KINDA LOVE **

4. OVER YOU *

5. WE’RE GONNA HAVE A REAL GOOD TIME TOGETHER *

6. BEGINNING TO SEE THE LIGHT **

7. LISA SAYS **

8. ROCK & ROLL **

9. PALE BLUE EYES *

10. I CAN’T STAND IT ANYMORE *

11. VENUS IN FURS *

12. THERE SHE GOES AGAIN *

DISC SIX: LIVE AT THE MATRIX

November 26 & 27, 1969 (Part 2)

1. SISTER RAY ***

2. HEROIN *

3. WHITE LIGHT/WHITE HEAT **

4. I’M SET FREE *

5. AFTER HOURS *

6. SWEET JANE **

All mixes previously unreleased.

* previously unreleased performance

** different source mix of this performance appears on 1969: The Velvet Underground Live

*** different source mix of this performance appears on The Quine Tapes Box Set

E dalle prime informazioni non dovrebbe, una volta tanto, essere neppure troppo costoso, indicativamente tra i 50 e i 60 euro (sempre da prendere con beneficio d’inventario tutti i prezzi che riporto con molto anticipo).

Dire che per il momento, a livello cofanetti, è tutto, ma ne mancano alcuni, tipo il sestuplo limitato dal vivo dei Dexys Midnight Runners e altri di cui mi riservo di parlarvi nei prossimi giorni, insieme ad altre uscite interessanti, senza tralasciare le immancabili recensioni.

Alla prossima.

Bruno Conti

Volete Un Altro Bel Jethro Tull? Eccolo: Thick As A Brick – Live In Iceland

jethro tull thick as a brick live in iceland 2cd

Jethro Tull – Thick As A Brick Live In Iceland – 2CD DVD Blu-ray Eagle Rock 25-08-2014

Oggi sono stato trattenuto in “ostaggio” in comune per rinnovo carta d’identità (alla Fantozzi, tanto in agosto non c’è nessuno, ah ah ah: lo so che dei miei problemi non ve ne frega niente, ma era per giustificare questo Post rapido e volante, rimediato all’ultimo minuto).

Comunque ve lo avrei segnalato in ogni caso, quindi ricordiamo a tutti che “finalmente” il 25 agosto uscirà un nuovo prodotto dei Jethro Tull. Si tratta della performance di Thick As A Brick 1 & 2 dal vivo a Reykjavik in Islanda nel 2012, questo il contenuto:

CD One – Thick As A Brick:

1) Thick As A Brick parts 1 and 2

CD Two – Thick As A Brick 2:

1) From A Pebble Thrown
2) Pebbles Instrumental
3) Might Have Beens
4) Upper Sixth Loan Shark
5) Banker Bets, Banker Wins
6) Swing It Far
7) Adrift And Dumbfounded
8) Old School Song
9) Wootton Bassett Town
10) Power And Spirit
11) Give Til It Hurts
12) Cosy Corner
13) Shunt And Shuffle
14) A Change Of Horses
15) Confessional
16) Kismet In Surburbia
17) What-ifs, Maybes And Might-Have-Beens

Della formazione originale (e neanche delle successive) non c’è nessuno, ovviamente a parte Ian Anderson. Florian Opahle, chitarra solista, John O’Hara, tastiere e fisarmonica, David Goodier, basso, Scott Hammond, batteria e Ryan O’Donnell, voce di supporto. Non ne conosco uno! O meglio, li conosco tutti, sono quelli che suonano nei vari dischi solisti di Ian Anderson usciti negli anni 2000 a nome suo, compreso Thick As A Brick 2. Ci fosse un Martin Lancelot Barre ci si potrebbe pensare (anche se, peraltro, in base a questo teaser, non sembra male, c’è pure il mimo https://www.youtube.com/watch?v=SnVJK3LxwMg) .

jethro tull thick as a brick live in iceland dvd jethro tull thick as a brick live in iceland blu-ray

Come vedete esce anche in DVD e Blu-ray, durata complessiva 144 minuti.

Bruno Conti

Cofanetti Vicini E Lontani, Sempre Tantissimi, E Cari! Who, Emerson Lake and Palmer, Deep Purple, Oasis, Bon Jovi, Pink Floyd, Jethro Tull E Altro

14777euro

Forse le cifre in euro che si vedono maneggiate qui sopra sono esagerate, comunque molti cofanetti costano veramente cari, non per l’oggetto in sé, ma spesso per i contenuti strettamente musicali. Vediamone alcuni che sono già usciti in questo mese di maggio, stanno per uscire a giugno o usciranno anche più avanti. Mentre al momento parrebbe confermato il quadruplo di CSN & Y 1974 per l’8 luglio, addirittura con il prezzo che pare in discesa intorno ai 50-60 euro (ma si spera in ulteriore calo) e viene annunciato per il 29 luglio (ma non ci sono ancora immagini) l’edizione in 6 CD Deluxe e definitiva (si spera, sarà la quarta volta che lo ricompro) di The 1971 Fillmore East Recordings dell’Allman Brothers Band su etichetta Mercury/Universal, disponibile anche come triplo Blu-Ray Audio o in 4 LP. Il prezzo indicativo del box negli Stati Uniti è intorno agli 80 dollari mentre in Europa pare che costerà intorno ai 55-60 euro. Ma quando avrò le liste definitive sarò più preciso. Tra l’altro il 29 luglio sono annunciati in uscita anche un Eric Clapton & Friends The Breeze An Appreciation Of JJ Cale, pubblicato dall’etichetta di Eric, la Bushbranch/Surfdog via Universal, con la partecipazione di Tom Petty in 3 brani, Mark Knopfler in 2 , John Mayer in 3, Willie Nelson & Derek Trucks in un paio, e altri artisti, anche qui poi vi darò la lista dei brani e relativi artisti. Sempre lo stesso giorno, per la Reprise, è in uscita anche il nuovo Tom Petty, Hypnotic Eye. Per il momento, alla rinfusa, vediamo cosa è uscito e cosa uscira a livello box.

who quadrophenia live front who quadrophenia live

The Who – Quadrophenia Live In London – 5 Discs Set Deluxe edition 2CD+DVD+Blu-Ray Video+Blu-Ray Audio – Universal 10-06-2014

Un po’ vi mancava il classico megacofanetto dedicato agli Who? Questa volta si tratta della registrazione del concerto tenuto a Londra nel 2013 in occasione del 40° Anniversario dalla di uscita del disco originale. Alla fine del concerto sono inseriti alcuni classici della band di Pete Entwistle e Roger Daltrey. Il cofanetto, in uscita ufficiale fra un paio di settimane (anche se da informazioni avute da chi scrive questa versione Superdeluxe dovrebbe uscire verso fine mese, le altre confermate per il 10 giugno), raccoglie tutte la varie versioni, ma volendo saranno disponibili anche tutti i diversi formati, 2 CD, Blu-ray Video, DVD e Blu-Ray Audio, che riporta una nuova versione 5.1 Dolby Surround dell’intero album del 1973 https://www.youtube.com/watch?v=MYeCll0kX58 . Il boxone dovrebbe costare dai 100-105 euro in su, è a forma di fanale di Vespa, in metallo, come vedete qui sopra, mentre le singole edizioni avranno dei prezzi molto più abbordabili. Per tutte, questo il contenuto:

Quadrophenia Live in London (All formats except 1973 version)

  • I Am The Sea
  • The Real Me
  • Quadrophenia
  • Cut My Hair
  • The Punk And The Godfather
  • I’m One
  • The Dirty Jobs
  • Helpless Dancer
  • Is It In My Head?
  • I’ve Had Enough
  • 5:15
  • Sea And Sand
  • Drowned
  • Bell Boy
  • Doctor Jimmy
  • The Rock
  • Love Reign O’er Me

Bonus Performances

  • Who Are You
  • You Better You Bet
  • Pinball Wizard
  • Baba O’Riley
  • Won’t Get Fooled Again
  • Tea & Theatre

Quadrophenia 1973 studio album in 5.1 (blu-ray audio)

    • I Am The Sea
    • The Real Me
    • Quadrophenia
    • Cut My Hair
    • The Punk And The Godfather
    • I’m One
    • The Dirty Jobs
    • Helpless Dancer
    • Is It In My Head?
    • I’ve Had Enough
    • 5:15
    • Sea And Sand
    • Drowned
    • Bell Boy
    • Doctor Jimmy
    • The Rock
    • Love Reign O’er Me

Il 12 e 19 maggio sono rispettivamente usciti i cofanetti dedicati a Brain Salad Surgery degli Emerson, Lake And Palmer e Made in Japan dei Deep Purple:

elp brain salad surgerydeep purple made in japan box

La Super Deluxe, quella in sei dischi, di Brain Salady Surgery, ha il seguente contenuto:

Super Deluxe Edition box set (6-disc) – Sony Music

CD1: Original album https://www.youtube.com/watch?v=x6Cf0-C11CQ , remastered.

CD2: The Alternate Album

  • Karn Evil 9 – Third Impression Original Backing Track
  • Jerusalem First Mix
  • Still …You Turn Me On First Mix
  • Toccata *Previously Unreleased
  • Karn Evil 9 – First Impression (part one) *Previously Unreleased
  • Karn Evil 9 – First Impression (part two) *Previously Unreleased
  • Karn Evil 9 – Second Impression *Previously Unreleased
  • Karn Evil 9 – Third Impression *Previously Unreleased
  • Excerpts From Brain Salad Surgery NME Flexi Disc
  • When The Apple Blossoms Bloom In The Windmills Of Your Mind I’ll Be Your Valentine B-Side Single (K13503)
  • Brain Salad Surgery B-Side Single (K10946)
  • Brain Salad Surgery Instrumental
  • Karn Evil 9 (3rd Impression) Diff Version
  • Karn Evil 9 (3rd Impression) Instrumental

CD3: New stereo version of album.

DVD-A: Original album in new 5.1 mix and also @24bit; the new high resolution stereo mixes @ 24bit.

DVD: Feature-length documentary featuring highlights of the 1973 World Tour.

LP: 180gms heavyweight vinyl of the original album, remastered.

E con 70-80 euro ve la cavate. Oppure, con meno di 20 euro vi prendete la versione tripla, che comprende i primi 2 CD del box e il DVD audio.

dp_sticker made in japan

Quello dei Deep Purple – Made In Japan – EMI/Universal è decisamente più costoso (i 100 euro, almeno in Italia, si superano abbondantemente, anche se ho visto che nel Regno Unito è calato intorno agli 80 euro), però, francamente, al di là della confezione, molto bella, il contenuto non è esaltante: come vedete dallo sticker qui sopra, i primi 3 CD riportano i concerti del 15-16-17 agosto del 1972 a Osaka, già usciti in un triplo a special price della Emi negli anni ’90, che conteneva anche gli encore non ripetuti delle tre serate, ora raccolti in un unico CD, il quarto, dove vi beccate gli stessi pezzi ripetuti più volte. Il DVD è un documentario di un’ora, con del materiale live mai visto, il 45 giri con Smoke On The Water non è epocale, mentre il libro effettivamente è molto bello. Volendo esiste anche la versione in nove vinili, quella in doppio CD, con il remix 2013 più tutti i bis, doppio LP o Pure Audio Blu-ray. Se i soldi non vi mancano, vedete voi. Il disco è un classico del rock https://www.youtube.com/watch?v=qNqhFnqowkI , però…

oasis definitely maybe front oasis definitely maybe inside

Oasis – Definitely Maybe – Sony/Bmg 6 discs and memorabilia 19-05-2014

Devo dire che molti siti inglesi non hanno amato molto questa edizione Super Deluxe del primo album degli Oasis, sono arrivati a parlare di ” A Bag of Shite”, una borsa di m…., e visto il contenuto (qui sopra, la borsetta c’è) in rapporto al prezzo non gli si può dare torto. Il contenuto, in inglese, che fa più scena, è il seguente:

  • • 3CDs
  • • 2 x heavyweight vinyl, Gatefold LP sleeve with inner bags
  • • 56 page hardback coffee table book with exclusive sleeve notes
  • • 12 x 12” print
  • • Tote bag
  • • Enamel keyring
  • • Badge set
  • • Set of 5 postcards
  • • Exclusive 7″

Possiamo dire “non eccitante”! In rapporto al fatto che questa “bella robina” la fanno pagare l’equivalente di 150 euro e oltre. Anche in rapporto al fatto che il triplo CD, questo sotto:

oasis definitely 3 cd

ha lo stesso contenuto musicale, ma costa sette volte meno, tra i 20 e i 25 euro.

DISC ONE – THE ORIGINAL ALBUM https://www.youtube.com/watch?v=ZlLKcrC-iL0

  • 1. ROCK ‘N’ ROLL STAR
  • 2. SHAKERMAKER
  • 3. LIVE FOREVER
  • 4. UP IN THE SKY
  • 5. COLUMBIA
  • 6. SUPERSONIC
  • 7. BRING IT ON DOWN
  • 8. CIGARETTES & ALCOHOL
  • 9. DIGSY’S DINNER
  • 10. SLIDE AWAY
  • 11. MARRIED WITH CHILDREN

 DISC TWO – B-SIDES AND EXTRA TRACKS https://www.youtube.com/watch?v=4Q5o5m-_Eto

  • 1. COLUMBIA (WHITE LABEL DEMO)
  • 2. CIGARETTES & ALCOHOL (DEMO)
  • 3. SAD SONG
  • 4. I WILL BELIEVE (LIVE)
  • 5. TAKE ME AWAY
  • 6. ALIVE (DEMO)
  • 7. D’YER WANNA BE A SPACEMAN?
  • 8. SUPERSONIC (LIVE)
  • 9. UP IN THE SKY (ACOUSTIC)
  • 10. CLOUDBURST
  • 11. FADE AWAY
  • 12. LISTEN UP
  • 13. I AM THE WALRUS (LIVE GLASGOW CATHOUSE JUNE ‘94)
  • 14. WHATEVER
  • 15. (IT’S GOOD) TO BE FREE
  • 16. HALF THE WORLD AWAY

 DISC THREE – UNRELEASED DEMOS, OUT-TAKES AND LIVE RECORDINGS https://www.youtube.com/watch?v=wEwgL8UE_BY

  • 1. SUPERSONIC (LIVE AT GLASGOW TRAMSHED)
  • 2. ROCK ‘N’ ROLL STAR (DEMO)
  • 3. SHAKERMAKER (LIVE PARIS INSTORE)
  • 4. COLUMBIA (EDEN STUDIOS MIX)
  • 5. CLOUDBURST (DEMO)
  • 6. STRANGE THING (DEMO)
  • 7. LIVE FOREVER (LIVE PARIS INSTORE)
  • 8. CIGARETTES & ALCOHOL (LIVE AT MANCHESTER ACADEMY)
  • 9. D’YER WANNA BE A SPACEMAN? (LIVE AT MANCHESTER ACADEMY)
  • 10. FADE AWAY (DEMO)
  • 11. TAKE ME AWAY (LIVE AT MANCHESTER ACADEMY)
  • 12. SAD SONG (LIVE AT MANCHESTER ACADEMY)
  • 13. HALF THE WORLD AWAY (LIVE, TOKYO HOTEL ROOM)
  • 14. DIGSY’S DINNER (LIVE PARIS INSTORE)
  • 15. MARRIED WITH CHILDREN (DEMO)
  • 16. UP IN THE SKY (LIVE PARIS INSTORE)
  • 17. WHATEVER (STRINGS)

E per quello che, giustamente, è considerato il miglior album degli Oasis (con il successivo Whats The Story…Morning Glory), potrebbe anche valerne la pena.

Bon Jovi New Jersey SDE_3D_2

Tornando alle uscite prossime, questo è solo un triplo, Bon Jovi New Jersey Island/Universal 2CD+DVD (ma ci sarà anche la doppia Deluxe abituale), in uscita il 1° Luglio, sarà il primo di una serie di ristampe che usciranno quest’annno per festeggiare il 30° Anniversario della band. Il contenuto sembra interessante:

DISC 1: NEW JERSEY (original album, remastered) + bonus tracks
1. Lay Your Hands On Me
2. Bad Medicine
3. Born To Be My Baby
4. Living In Sin
5. Blood On Blood
6. Homebound Train
7. Wild Is The Wind
8. Ride Cowboy Ride
9. Stick To Your Guns
10. I’ll Be There For You
11. 99 In The Shade
12. Love For Sale
Bonus Tracks:
13. The Boys Are Back In Town (Cover of the Thin Lizzy classic; previously released on Stairway To Heaven/Highway To Hell compilation; released in the U.K. as a 12” single B-side)
14. Love Is War (B-side from Living In Sin single)
15. Born To Be My Baby (Acoustic Version; previously released as a b-side in Japan)

DISC 2: The ‘SONS OF BEACHES’ Demos
(All tracks on DISC 2 are previously unreleased)
1. Homebound Train
2. Judgment Day
3. Full Moon High
4. Growin’ Up The Hard Way
5. Let’s Make It Baby
6. Love Hurts
7. Backdoor To Heaven
8. Now And Forever
9. Wild Is The Wind
10. Stick To Your Guns
11. House Of Fire
12. Does Anybody Really Fall In Love Anymore?
13. Diamond Ring

DISC 3 (DVD):
1. ‘ACCESS ALL AREAS: A ROCK & ROLL ODYSSEY’
Directed by Wayne Isham.
The original 1990 88-minute documentary of the band’s epic 16-month world tour in support of the NEW JERSEY album; includes rare backstage, on-the-road, and live concert footage.
First time released in the U.S. on DVD format https://www.youtube.com/watch?v=F_DXH6oyp44
2. MUSIC VIDEOS From the NEW JERSEY album
All directed by Wayne Isham
– Bad Medicine (1st Version)
– Born To Be My Baby
– I’ll Be There For You
– Lay Your Hands On Me
– Living In Sin
– Blood On Blood
– Bad Medicine (2nd Version)

Il prezzo dovrebbe essere poco sopra i 30 euro per la versione tripla e poco sopra i 20 per la versione doppia (senza il DVD, che era uscito come VHS nel 1990, ma mai in formato digitale).

pink floyd division bell box

Questa, per “maniaci sessuali” del vinile e dei Pink Floyd, è una versione settupla di The Division Bell, per il 20° anniversario dall’uscita originale dell’album avvenuta nel 1994, verrà pubblicato in edizione limitata il 30giugno/1°Luglio, costerà un botto (penso intorno ai 120 euro, ma non sono certo) e conterrà:

un doppio vinile rimasterizzato da Doug Sax dai nastri originali analogici, con tutte le versioni full length (durata piena) in quanto erano state abbreviate per fare stare tutto su un disco singolo ai tempi, copertina apribile con grafica di Hipgnosis/StormStudios.

sette pollici su vinile rosso di Take It Back

sette pollici su vinile chiaro di High Hopes

dodici pollici su vinile blu di High Hopes con disegno “rovesciato” con il laser sul lato B del disco Keep Talking

il CD della versione remaster del 2011 uscita nella serie “Discovery”

Il Blu-Ray con la versione HD dell’album e la versione mai pubblicata in 5.1 Dolby Surround, più il nuovo video per Marooned diretto da Aubrey Powell sempre a Hipgnosis https://www.youtube.com/watch?v=P7YMI39sObY .

Quindi il tutto decisamente per collezionisti.

jethro tull a passion play

Per finire questo giro dedicato ai cofanetti, come vedete dal manifestino qui sopra Steven Wilson ha lavorato anche su A Passion Play dei Jethro Tull, sempre in uscita, in versione espansa, questa volta su Rhino UK (ormai la Warner si è accaparrata il catalogo Chrysalis):

2CD/2DVD Tracklisting

CD 1
A Passion Play(A new Steven Wilson stereo mix)

1. Lifebeats/Prelude
2. The Silver Cord
3. Re-Assuring Tune
4. Memory Bank
5. Best Friends
6. Critique Oblique
7. Forest Dance #1
8. The Story Of The Hare Who Lost His Spectacles
9. Forest Dance #2
10. The Foot Of Our Stairs (2 extra verses found on the end of the multi-track reel have been added back in)
11. Overseer Overture.
12. Flight From Lucifer
13. 10.08 to Paddington
14. Magus Perde
15. Epilogue

CD 2
The Château d’Hérouville Sessions (A new Steven Wilson stereo mix)

https://www.youtube.com/watch?v=iJscWNaZOpE

1) The Big Top
2) Scenario
3) Audition
4) Skating Away
5) Sailor
6) No Rehearsal
7) Left Right
8) Solitaire
9) Critique Oblique (Part I)
10) Critique Oblique (Part II)
11) Animelee (1st Dance) [Instrumental]
12) Animelee (2nd Dance) [Instrumental]
13) Law Of The Bungle (Part I)
14) Tiger
15) Law Of The Bungle (Part II)

DVD 1 (Audio & Video)
Contains:
A Passion Play mixed to 5.1 DTS and AC3 Dolby Digital surround sound and PCM 96/24 PCM stereo.
A flat transfer from the original master at PCM 96/24 stereo
Video clips of ‘The Story Of The Hare Who Lost His Spectacles’ an intro and outro film used in the Passion Play tour of 1973.

DVD 2 (Audio only)
Contains:
The Château d’Hérouville Sessions mixed to 5.1 DTS and AC3 Dolby Digital surround sound
PCM 96/24 PCM stereo

Uscirà anche il doppio vinile, solo con il disco originale nel nuovo mix stereo. Certo, il secondo CD sembra molto interessante (e anche il primo) ma se uno non è un audiofilo del resto se ne poteva fare anche a meno (a parte i filmati). Ma le ristampe di Wilson di King Crimson e Jethro Tull, funzionano così, quindi prendere o lasciare. Stessa data, 1° di Luglio.

E’ tutto, alla prossima!

Bruno Conti

Un Ennesimo Terzetto Western-Roll Dalla Lombardia, Prendere Appunti: Sugar Ray Dogs – Sick Love Affair

sugar_ray_dogs

Sugar Ray Dogs – Sick Love Affair – sugarraydogs.com/Ird Distribution

Un’altra band che proviene da quella inesauribile fucina di talenti che si sta rivelando la Lombardia (Pavia e dintorni anche in questo caso) per il roots-rock, ma anche blues, folk, rockabilly, tanto country, un pizzico di cajun e tante belle canzoni. Il trio di baldi musicisti consta di due “vissuti” ex giovanotti e di un bel fieu (si dice così da queste parti), dediti alla nobile arte della musica già da qualche anno, sia on the road che su disco (questo Sick Love Affair è il secondo che pubblicano, dopo un Vaudeville’n’Roll, uscito per una etichetta tedesca, la Vampirette Records (!)): rispondono al nome di Sugar Ray Dogs, in onore del grande pugile “Sugar Ray Leonard, ma non sono degli zuccherini, hanno un sound che ricorda più l’ultima parte del loro patronimico, cioè quella dei “cagnacci” che non mollano l’osso quando lo hanno individuato, anche se la dolcezza di un paio di ballate illustra pure il loro lato più romantico.

Sugar-Ray-Dogs 1

Ernani “Ray” Natarella (qualche familiare melomane verdiano?), si adopera al basso acustico e mandolino, oltre ad essere il principale autore di tutto il materiale, in una teoria di bassisti e cantanti che discende da illustri predecessori come Paul McCartney e Jack Bruce, ma anche Sting volendo, Alberto “John” Steri maneggia i vari tipi di chitarre, acustiche ed elettriche e Andrea “Bisteur”Paradiso, siede sullo sgabello del batterista, oltre ad essere aiutati da un gruppetto di musicisti di sicuro talento. Chiara Giacobbe, ex Lowlands, suona il violino nei concerti, come membro aggiunto, ed in alcuni brani del CD, dividendosi i compiti agli archi, con Anga Persico, del giro Van De Sfroos e Fred Koella, anche alle chitarre, il cui nome vi sarà capitato di avvistare su molti dischi e sui palchi con gente come Willy DeVille (basterebbe Victory Mixture per dargli imperitura gloria, ma ha pubblicato anche un paio di dischi da solista), Dylan, KD Lang, Dr. John, mica gente qualunque e che è il valore aggiunto di questo dischetto, anche se sono bravi di loro http://www.youtube.com/watch?v=UySmmMaF8FQ

L’album, in effetti, sarebbe uscito, autogestito, già da alcuni mesi, ma ora con l’aiuto distributivo della IRD, dovrebbe raggiungere più facilmente le abitazioni ed i cuori degli appassionati della buona musica. Sono tredici brani, tutti rigorosamente originali, ottimamente registrati e prodotti, che toccano un poco tutti i lati del rock e non solo: dal’iniziale Time On The Run, che grazie alle bagpipes di Davide Bianco, evoca scenari celtici che subito confluiscono nelle pianure del country, senza dimenticare le origini folk, grazie al violino di Persico, ma il brano in un tourbillon di continui cambi di tempo mette sul piatto anche una chitarra tra county e rockabilly, il vocione rasposo ed evocativo di Natarella, una ritmica che viaggia spedita e vigorosa. Road Of 7 Sins è il primo detour nel blues, le dueling guitars di Matteo Cerboncini e Steri, più la slide di Koella, si dividono il proscenio con l’armonica di Marco Simoncelli e spesso sfociano nelle parti strumentali in un rock autorevole.

Sugar-Ray-Dogs 2

Fall In Love è troppo bella http://www.youtube.com/watch?v=1LopibQRmaw, sembra un brano apocrifo di Willy DeVille, una canzone romantica e sentimentale che lo zingaro newyorkese era in grado di sciorinare con assoluta nonchalance e che Natarella “duplica”, anche alla voce, con rispetto e sicuro talento, grande brano, le chitarre di Steri e il violino di Koella ricamano. Nocturnal, con Chiara Giacobbe ai violini, è una vorticosa cavalcata tra folk and roll, mentre Baby No Mercy  http://www.youtube.com/watch?v=q11Mp-2bEHw, di nuovo con Koella in formazione, è una ballata bluesata e sincopata quasi waitsiana, impreziosita anche dai mandolini di Natarella. Red Dog, con bodhran, mandolini e violini sugli scudi è una breve intramuscolare folk che potrebbe ricordare certe cose dei Jethro Tull di Stand Up o i primi Steeleye Span.Tonight vira nuovamente con classe su sonorità western (anche morriconiane, grazie all’armonica di Simoncelli) miste ad un rock delle radici di sicuro appeal, tutto molto raffinato http://www.youtube.com/watch?v=FUzc8OW2svw

Sugar-Ray-Dogs 3

Every Man Has His Jail è un valzerone celtic-country con violino in evidenza. See You Day ha un piglio blues-rock che sarebbe piaciuto a Mr. DeVille e la raccolta Story Without Glory, quasi sussurrata, solo le voci del gruppo e le chitarre di Koella è un’altra piccolo delizia sonora. We’re All Irish si svela fin dal titolo, altra traccia dai profumi celtici, ma ricca di grinta e ritmo, vagamente alla Pogues, Mortally wounded, potrebbero essere i primi Dire Straits incrociati con i Calexico, ritmo incalzante e un ottimo lavoro della chitarra di Steri e qualche retrogusto gospel con finale da film western e chitarre alla Thin Lizzy (che sempre irlandesi erano), epica  http://www.youtube.com/watch?v=VeiQJnOB8bk. Till The End Of Time parte come una mandolinata folk e finisce come un rock grintoso. Eclettico e bello, come tutto il resto del disco. Prendete appunti!

Bruno Conti    

E’ Giusto Riscoprirlo! – Jethro Tull – Benefit

jethro tull benefit

jethro tull benefit back

Jethro Tull – Benefit – Chrysalis/WEA 2CD + DVD

Continua la serie di ristampe per il quarantennale dei dischi dei Jethro Tull (anche se in effetti non vengono rispettate esattamente le scadenze delle quattro decadi): dopo le edizioni deluxe di This Was, Stand Up, Aqualung e Thick As A Brick è ora la volta di Benefit. Come avrete già notato, non è che la cronologia sia stata rispettata a dovere, in quanto il Benefit originale uscì nel 1970, in mezzo a Stand Up ed Aqualung, ma questo è evidentemente il destino di questo album, da sempre considerato una sorta di figlio minore nell’ampia discografia del gruppo di Ian Anderson, soprattutto dovuto al fatto che fu pubblicato in mezzo a due tra gli LP considerati fondamentali dai fans e dalla critica (soprattutto Aqualung, da sempre il disco più famoso della band, anche se Anderson non è d’accordo sul fatto che sia anche il migliore), ed anche perché non conteneva hit singles o brani degni di essere inseriti in un possibile greatest hits.

http://www.youtube.com/watch?v=m9QtTZJWkms

Credo che ora sia giunto il momento di rivalutare questo album, liquidato frettolosamente come un disco di transizione: in realtà è un disco di una certa importanza, in quanto conferma il distacco dalle radici blues del debutto This Was (distacco già iniziato con Stand Up) e continua il percorso tra rock e folk (per alcuni anche progressive, ma io non ho mai considerato i Tull un gruppo progressive), con deviazioni anche nell’hard, che porterà alla maturazione totale di Aqualung (io per esempio preferisco Benefit a Thick As A Brick, a mio parere troppo pretenzioso e datato). Questa ristampa deluxe ci permette di ascoltare l’album con una veste sonora di tutto rispetto: come già per Aqualung e Thick As A Brick il progetto è stato affidato alle mani di Steven Wilson, leader dei Porcupine Tree, che si sta specializzando in questo tipo di operazioni (ha curato anche il missaggio del seguito di Thick As A Brick, ad opera del solo Anderson, ed anche della ristampa del mitico In The Land Of Grey And Pink dei Caravan, oltre alla discografia completa dei King Crimson): nel primo CD troviamo il disco originale con un remix nuovo di zecca, più alcune bonus tracks (che però sono le stesse della ristampa del 2001), nel secondo altri remix mono e stereo di brani del primo CD (più The Witch’s Promise, anch’essa in mono e stereo) e nel DVD (audio) l’album ed i bonus in un diverso missaggio stereo, in surround ed in DTS, praticamente una chicca utile solo per maniaci del suono (e per far salire il prezzo della ristampa). A dire il vero, si poteva fare di più anche nel secondo CD, in quanto non ha molto senso continuare a riproporre remix sempre delle stesse canzoni: alla fine le uniche cose inedite sono due spot radiofonici dell’epoca della durata di un minuto ciascuno!

(NDM: pare che per il 2014 siano già in cantiere, sempre con Wilson al comando, la ristampa di A Passion Play e dei famigerati Chateau D’Isaster Tapes, già pubblicati in parte nel 1993 all’interno del doppio CD di inediti Nightcap. Staremo a vedere…).

Cerchiamo allora di goderci Benefit nel primo dischetto, con una resa sonora davvero scintillante (Wilson ha tecnicamente fatto un ottimo lavoro): riascoltiamo quindi l’opening track With You There To Help Me, una tipica Tull song, rock al punto giusto e con un bel duello tra il flauto di Anderson e la chitarra di Martin Lancelot Barre (gli altri membri del gruppo all’epoca erano Glenn Cornick al basso e Clive Bunker alla batteria, con il tastierista John Evan come membro onorario), alla quale seguono le ottime Nothing to Say e Alive And Well And Living In, con un Anderson in forma smagliante, come d’altronde tutta la band. Il disco forse non ha il brano capolavoro, ma è molto compatto e non ha neppure episodi minori: personalmente i momenti che preferisco sono la ballata For Michael Collins, Jeffrey And Me, di stampo acustico e con una bella melodia tipicamente andersoniana, To Cry You A Song, forse il brano più famoso del disco, un brano hard che risente di influenze esterne (Led Zeppelin) , la robusta Play In Time, leggermente psichedelica, e la conclusiva Sossity, You’re A Woman, altra bella ballata che anticipa quelle che saranno poi le atmosfere di Aqualung.

Come bonus abbiamo Singing All Day, Sweet Dream, 17 e due diverse versioni della gradevole e più radiofonica Teacher, pubblicata all’epoca come singolo ma incluso nella verisone USA di Benefit, dato che gli americani volevano un singolo per spingere l’album: Anderson e compagni dovettero re-incidere Teacher apposta per il mercato statunitense (una volta c’era questa usanza) un po’ controvoglia perché il brano poco c’entrava con lo spirito di Benefit: qui sono presenti sia la versione USA che UK.

jethro tull benefit remastered 2002

In conclusione, una ristampa che riabilita un disco il più delle volte bistrattato, con un po’ di delusione per le bonus tracks: se avete già la ristampa del 2001 e non siete maniaci del suono, questa nuova versione è inutile. Se invece la vostra collezione dei Tull passa da Stand Up direttamente ad Aqualung, è tempo di riparare alla lacuna.

Marco Verdi

Ma Secondo Voi, Un Po’ Ci Pigliano Per Il C… Davvero? Box Di Jethro Tull Benefit E Rory Gallagher Kickback City In Uscita il 29 Ottobre.

jethro tull benefit.jpgrory gallagher kickback city.jpgrory gallagher kickback city box.jpg

 

 

 

 

 

 

 

In risposta al quesito che vi pongo nel titolo del Post, io mi limito a proporvi i nudi fatti, poi giudicate voi. Dopo questa parentesi dedicata ad alcuni cofanetti prossimi venturi, giuro che, per il momento (ma all’occorrenza…) dai prossimi giorni ritorniamo a recensioni e Post dedicati alle ultime uscite e ristampe, comunque, nell’attesa:

Jethro Tull – Benefit 2 CD + DVD – Parlophone/Warner 29-10-2013

Benefit è il terzo album della discografia ufficiale dei Jethro Tull, uno dei più belli in assoluto, per chi scrive il preferito insieme a Stand Up. Pubblicato in origine nell’aprile del 1970 era già stato rimasterizzato una prima volta nel 2001 con 4 bonus tracks. Ma questa dovrebbe essere la versione “definitiva”, quella curata da Steven Wilson dei Porcupine, come altri album della band e dei King Crimson. Vediamo cosa conterrà il triplo:

CD 1
1-With You There To Help Me (6.20)
2-Nothing To Say (5.13)
3-Alive And Well And Living In (2.48)
4-Son (2.53)
5-For Michael Collins, Jeffrey and Me (3.49)
6-To Cry You A Song (6.16)
7-A Time For Everything ? (2.45)
8-Inside (3.48)
9-Play In Time (3.49)
10-Sossity; You’re A Woman (4.37)

Bonus recordings
11-Singing All Day (3.07)
12-Sweet Dream (4.03)
13-17 (6.20)
14-Teacher (4.58) (UK single version) (stereo)
15- Teacher (4.03) (US album version) (stereo)

Tracks 1-10 Produced by Ian Anderson
Executive Producer Terry Ellis

CD 2: Associated recordings
1-Singing All Day (mono)*
2-Sweet Dream (mono)
3- 17 (mono)
4- Sweet Dream (stereo)*
5- 17 (stereo)*
6-The Witch’s Promise (mono)
7-Teacher (UK single version) (mono)
8-Teacher (US album version) (mono)
9-The Witch’s Promise (stereo)
10-Teacher (UK single version (stereo)
11-Teacher (US album version) (stereo)
12-Inside (mono)
13-Alive And Well And Living In
14-A Time For Everything (mono)
15-Reprise AM Radio Spot 1 (mono)
16-Reprise FM Radio Spot 2 (stereo)
*previously unreleased

DVD – DTS & Dolby Digital 5.1 & stereo versions of the following:
1-With You There To Help Me (6.20)
2-Nothing To Say (5.13)
3-Alive And Well And Living In (2.48)
4-Son (2.53)
5-For Michael Collins, Jeffrey and Me (3.49)
6-To Cry You A Song (6.16)
7-A Time For Everything ? (2.45)
8-Inside (3.48)
9-Play In Time (3.49)
10-Sossity; You’re A Woman (4.37)

Bonus recordings
11-Singing All Day
12-Sweet Dream
13-17
14-Teacher (UK single version) (stereo)
15- Teacher (US album version) (stereo)

New 5.1 surround sound and stereo mixes by Steven Wilson

Flat transfer of Original UK LP master at 96/24:
UK running order
1-With You There To Help Me (6.20)
2-Nothing To Say (5.13)
3-Alive And Well And Living In (2.48)
4-Son (2.53)
5-For Michael Collins, Jeffrey and Me (3.49)
6-To Cry You A Song (6.16)
7-A Time For Everything ? (2.45)
8-Inside (3.48)
9-Play In Time (3.49)
10-Sossity; You’re A Woman (4.37)

US running order
1-With You There To Help Me (6.20)
2-Nothing To Say (5.13)
3-Inside (3.49)
4-Son (2.53)
5-For Michael Collins, Jeffrey and Me (3.50)
6-To Cry You A Song (6.15)
7-A Time For Everything (2.44)
8-Teacher (4.04)
9-Play In Time (3.53)
10-Sossity; You’re A Woman (4.39)

Additional flat transfer recordings at 96/24:
11-Sweet Dream (stereo) 4:08
12-17 (stereo) 5:32
13-The Witch’s Promise (stereo) 4:01

Come molte ristampe che stanno uscendo ultimamente è, giusto un poco, materia per “maniaci” discografici. Delle bonus recordings del 1° CD, tre avevano già trovato posto nella prima edizione restaurata in CD, ma curiosamente Just Trying To Be, scompare in questa nuova. Teacher era nella versione americana del disco oppure era uscito ai tempi come singolo ma si trova anche in tremila compilation a partire da Living In The Past fino a molti cofanetti usciti nel corso degli anni, per il 20° e il 25° della band. Rimarrebbe “17” che in effetti in questa long version non dovrebbe essere mai uscito in CD (uso il condizionale perché non si sa mai, pur avendo controllato), ma solo nel box del 20° Anniversario nella versione più breve. Quindi almeno un inedito c’é. Poi abbiamo, nel secondo CD, le versioni mono, stereo, album version, single version, US & UK Version, ma più o meno sempre delle stesse canzoni, Teacher, appare in altre 4 edizioni che si che si aggiungono a quelle presenti nel primo dischetto. Va bene “aiutare” Ian Anderson, ma il portafoglio ad un certo punto si stufa!

Mentre nel DVD (audio), il paradiso dell’audiofilo (ma sempre “maniaco”) ci sono 38 brani, 5.1 “solo” digitale, surround, 96/24, la versione americana del disco. Non stiamo esagerando? Avevo promesso solo i nudi fatti, ma qualche commentino”mi scappa”. Non dovrebbe costare tantissimo, intorno ai 20 euro, forse qualche euro in più, però…io non ci sarò. Già di Moondance di Van Morrison, uno dei miei dischi preferiti all time mi “accontenterò” della versione doppia, nel caso Benefit lascio, non raddoppio.

Rory Gallagher – Kickback City – 3 CD + 2 libri +  4 cartoline – Sony Bmg 29-10-2013

Questo è sicuramente un lavoro d’amore della famiglia di Rory Gallagher, in particolare da parte del nipote Daniel. Qui la situazione è molteplice: se siete appassionati solo di musica, come il sottoscritto, non trovate nulla di nuovo, solo una selezione di brani tratti dal repertorio di Gallagher, che nei testi hanno a che fare con la grande passione che il musicista irlandese nutriva per le crime stories, sia sotto forma di romanzo o racconto, sia sotto forma di fumetto. Se invece siete appassionati anche voi di noir, in questo senso il cofanetto, come potete vedere nell’immagine ad inizio Post, è un piccolo gioiellino. C’è perfino un racconto inedito, The Lie Factory, scritto per l’occasione da Ian Rankin, che appare sia in forma libretto di 44 pagine, sia nella versione recitata dall’attore Aidan Quinn, nel terzo dischetto della confezione.

Se avete tra i 20 e i 25 euro che vi crescono (oops, ho commentato), questi  sono i contenuti del box:

Disc 1: Kickback City studio
01. Kickback City
02. Continental Op
03. Kid Gloves
04. Big Guns
05. Loanshark Blues
06. Secret Agent
07. B Girl
08. Slumming Angel
09. Barley & Grape Rag
10. Doing Time
11. In Your Town
12. Sinner Boy
13. The Devil Made Me Do It
14. Seven Days

Disc 2: Kickback City Live
01. Continental Op
02. Tattoo’d Lady
03. I Ain’t No Saint
04.Off The Handle
05.The Loop
06.Messin’ With The Kid
07.Loanshark Blues

Disc 3
The Lie Factory narrated by Aidan Quinn

Il Natale si avvicina e a novembre è il 4° anniversario dell’apertura del Blog, ai tempi, mi pare il primo “ufficiale” in assoluto spendi-spandi-effendi-non-sempre-mourinho-ha-ragione-i-pirla.html , avevo intitolato un Post “Spendi, spandi, effendi”! Mi sembra non sia cambiato nulla.

Alla prossima!

Bruno Conti

Se Volete Farci Un Pensierino, Questo E’ Certo! Jethro Tull – Around The World Live Box 4 DVD

jethro tull around the live.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Jethro Tull – Around The World Live – Eagle Vision – 4 DVD 392 minuti 04-06 -2013

Se volete farci un pensierino, a differenza del box di C S N & Y, in uscita presunta il 27 agosto non si ancora in quale formato, questo è certo, certissimo, anzi sicuro. Quindi se volete iniziare a fare i vostri calcoli di budget, tenete conto che a fine maggio sono in uscita anche il box di Wings Over America su cui vi aggiornerò nei prossimi giorni e, probabilmente a giugno, il cofanetto quadruplo per il 40° Anniversario dall’uscita di Brothers And Sisters dell’Allman Brothers Band, con il disco rimasterizzato, un secondo CD di inediti di studio e un concerto completo al Winterland negli ultimi due dischetti, senza essere costretti, una volta tanto, a comprare confezioni esagerate con vinili e libri, a prezzi assurdi.

Tornando al quadruplo DVD dei Jethro Tull, questo è il contenuto esatto, così potete fare le vostre valutazioni:

DISC ONE:

Isle Of Wight, England, 1970
1) My Sunday Feeling 2) My God
Line-Up: Ian Anderson – vocals, flute, guitar; Martin Barre – guitar; Clive Bunker – drums; Glenn Cornick – bass; John Evan – keyboards

Tampa, Florida, USA, 1976
1) Quartet (intro) 2) Thick As A Brick 3) Wond’ring Aloud 4) Crazed Institution 5) Barre (instrumental) / Drum Solo 6) Medley: To Cry You A Song / A New Day Yesterday / Bourée / God Rest Ye Merry Gentlemen 7) Living In The Past / Thick As A Brick 8) A New Day Yesterday (reprise) 9) Too Old To Rock ‘n’ Roll, Too Young To Die 10) Minstrel In The Gallery 11) Extract from Beethoven’s Symphony No.9 (Molto Vivace)
Line-Up: Ian Anderson – vocals, flute, guitar; Barriemore Barlow – drums; Martin Barre – guitar; John Evan – keyboards; John Glascock – bass

Munich, Germany, 1980
1) Aqualung 2) Dark Ages 3) Home 4) Orion 5) Too Old To Rock ‘n’ Roll, Too Young To Die 6) Cross-eyed Mary 7) Minstrel In The Gallery 8) Locomotive Breath 9) Dambusters March
Line-Up: Ian Anderson – vocals, flute, guitar; Barriemore Barlow – drums; Martin Barre – guitar; John Evan – keyboards; David Palmer – keyboards; Dave Pegg – bass

DISC TWO:

Dortmund, Germany, 1982
1) Pussy Willow 2) Heavy Horses
Line-up: Ian Anderson – vocals, flute, guitar; Martin Barre – guitar; Gerry Conway – drums; Dave Pegg – bass; Peter Vettese – keyboards

Loreley, Germany, 1986
1) Black Sunday
Line-up: Ian Anderson – vocals, flute, guitar; Martin Barre – guitar; Dave Pegg – bass; Doane Perry – drums; Peter Vettese – keyboards

Santiago, Chile, 1996
1) Roots To Branches 2) Rare And Precious Chain 3) Thick As A Brick 4) In The Grip Of Stronger Stuff 5) Dangerous Veils 6) Aqualung / Aquadiddly 7) Nothing Is Easy 8) Bourée 9) In The Moneylenders’ Temple 10) My God 11) Locomotive Breath

DISC THREE:

Hilversum, Holland, 1999
1) Some Day The Sun Won’t Shine For You 2) Thick As A Break 3) Locomotive Breath 4) The Secret Language Of Birds 5) Dot Com 6) Fat Man 7) Bourée 8) In The Grip Of Stronger Stuff

London, England, 2001
1) Cross-eyed Mary 2) Hunt By Numbers 3) My Sunday Feeling

Montreux, Switzerland, 2003
1) Some Day The Sun Won’t Shine For You 2) Life Is A Long Song 3) Living In The Past

DISC FOUR:

Lugano, Switzerland, 2005
1) Aqualung Intro 2) For A Thousand Mothers 3) Nothing Is Easy 4) Jack In The Green 5) Serenade To A Cuckoo 6) Beggar’s Farm 7) Boris Dancing 8) Weathercock 9) We Five Kings 10) Up To Me 11) Bourée 12) Mother Goose 13) Empty Café 14) Farm On The Freeway 15) Hymn 43 16) A New Day Yesterday 17) Budapest 18) Aqualung 19) Locomotive Breath 20) Protect And Survive 21) Cheerio

Line-up (1996 / 1999 / 2001 / 2003 / 2005):
Ian Anderson – vocals, flute, guitar; Martin Barre – guitar; Andy Giddings – keyboards; Jonathan Noyce – bass; Doane Perry – drums

Come vedete è un misto di materiale edito ed inedito, comunque molto interessante, dovrebbe avere un prezzo abbastanza basso, intorno, ma non ne sono certo, ai 30 euro (forse anche meno). Per sei ore e mezza mi sembra un prezzo più che ragionevole.

Alla prossima.

Bruno Conti

Novità Di Novembre Parte I. Queen, Paul Kelly, Kris Kristofferson, Joshua James, Unthanks, Renaissance, Mickey Newbury

queen hungarian rhapsody front.jpgqueen hungarian rhapsody.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Solito giro sulle novità in uscita questa settimana, e non solo. Prima di tutto, il solito rinvio: il cofanetto della Repertoire dedicato alla Graham Bond Organization Wade In the Water, viene ulteriormente posticipato al 17 dicembre, la formula dubitativa è d’obbligo, perché si tratta del 4° rinvio. Sono confermati Music From Another Dimension degli Aerosmith, annunciato sul Blog da qualche mese, con immancabile versione Deluxe CD+DVD, la ristampa di Thick As A Brick dei Jethro Tull per il 40° anniversario, rimasterizzata da Steven Wilson, in vari formati, Charlie Is My Darling, il DVD o Blu-Ray dei Rolling Stones sul tour in Irlanda del 1965, ma non la versione Super Deluxe in cofanetto, che uscirà la settimana dopo (almeno in Italia). E ancora, la ripubblicazione del disco natalizio di James Taylor At Christmas, le ristampe Deluxe doppie di Long Live Rock’n’Roll e On Stage dei Rainbow, anche se di questi non mi sembra di averne parlato sul Blog. Tutto il resto lo trovate scorrendo a ritroso i Post, occasione per sfogliare le pagine precedenti, dove spero troverete molte cose interessanti per gli appassionati. Dimenticato qialcosa? Non mi sembra, almeno di quelli di cui si parla nel Blog, delle altre uscite del 6 novembre parliamo ora.

Vi pareva possibile che anche per il Natale di quest’anno non uscisse qualcosa dei Queen? Certo che no, le case discografiche devono pur sopravvivere, povere stelle! E allora vai con Hungarian Rhapsody, che sarebbe il vecchio Live In Budapest che (ri)esce in vari fomati rimasterizzati. DVD o Blu-Ray, che non erano mai stati pubblicati (ai tempi era uscito in videocassetta), con negli extra un videodocumentario, A Magic Year, che narra la storia dal Live Aid del 1985 al concerto di Budapest del 1986, 25 minuti in tutto. Però ci sono anche le versioni “complete”, 2 CD + DVD o 2 CD + Blu-ray, a un prezzo ragionevole. E, miracolo, nessuna versione costosissima Super Deluxe (anche perché ce ne sono in uscita a miliardate di chiunque)!

 

kris kristofferson feeling mortal.jpgjoshua james from the top.jpgmusica. bruno conti. discoclub,queen,paul kelly,kris kristofferson,joshua james,renaissance,unthanks,mickey newbury,aerosmith,stones,graham bond,jethro tull,rainbow

 

 

 

 

 

 

 

Un terzetto di ottimi cantautori.

Paul Kelly (non il vecchio soul man), a parere di chi scrive (e non solo), è uno dei migliori cantautori australiani, con una copiosissima discografia alle spalle (e tra i preferiti dell’amico Tino, che si prenoterà per la recensione). Il nuovo disco, già pubblicato in Australia a metà ottobre, si chiama Spring And Fall ed è il suo 19° album in studio. Per testimoniare la prolificità della sua produzione, prima di questo, nel 2010, Kelly aveva pubblicato un cofanetto di 8 CD intitolato The A-Z Recordings con una valanga di materiale dal vivo inedito, registrato tra il 2004 e il 2010, 106 brani che venivano eseguiti in ordine alfabetico (SSQC Sono Strani Questi Cantautori!). Il nuovo disco contiene 11 brani, non è molto lungo, sui 35 minuti, e tra i partecipanti ci sono le sorelle Linda e Vika Bull che spesso graziano con la loro presenza anche i dischi di Joe Camilleri e dei grandi Black Sorrows.

La copertina è un po’ lugubre, in linea con il titolo del disco e con il periodo dell’anno, ma Feeling Mortal è il primo disco di canzoni nuove di Kris Kristofferson, dopo Closer To the Bone del 2009. Esce per la KK Records, è stato prodotto da Don Was, già in cabina di regia nei precedenti dischi e vede la partecipazione, tra gli altri, di Greg Leisz e Mark Goldenberg alle chitarre, Matt Rollings alle tastiere e Sarah Watkins al violino e armonie vocali. Ascoltato velocemente, sembra molto buono, come al solito, nel suo stile scarno e laconico, con tante belle canzoni che i suoi colleghi potranno reintepretare in futuro.

Joshua James con questo From The Top Of Willamette Mountain è già al suo quinto album (ma terzo ufficiale). Si tratta di uno dei migliori cantautori dellle ultime generazioni, viene da Lincoln, Nebraska ed è stato paragonato a Joe Purdy, Ray LaMontagne, ma anche Dylan e Neil Young, insomma è uno bravo. Il disco è prodotto da Richard Swift, già con Mynabirds e Damien Jurado ed esce per la Intelligent Noise.

renaissance past orbits.jpgunthanks diversions vol.3.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Un paio di voci femminili, “antiche” e moderne.

Prima un disco di materiale inedito d’epoca dei Renaissance Past Orbits Of Dust 1969/1970, raccoglie materiale inedito registrato dalla prima formazione, quella con Jane Relf, Keith Relf, Jim McCarthy, Louis Cennamo e John Hawken che registrò i primi due dischi della formazione, l’omonimo e Illusion per lasciare poi spazio alla seconda versione, quella con la grande Annie Haslam, John Tout e Michael Dunford. Esce per una fantomatica Troubadour Records e la qualità delle registrazioni è molto variabile, buona quella dei primi 3 brani, tipo bootleg il resto, a parte l’ultimo brano che è un inedito di studio. Però il valore storico è indubbio è il gruppo, dal vivo, era molto valido, con lunghissimi brani e molta improvvisazione. Questi i titoli:

1. Kings & Queens (Helsinki 30.5.69) 10’38”
2. Bullet (Helsinki 30.5.69) 14’47”
3. Innocence (New York 20.2.70)10’13”
4. Wanderer (Cincinnati 25.2.70)4’11”
5. Face of Yesterday (London 26.3.70)6’03”
6. No name raga (San Francisco 6.3.70)14’23”
7. Island (Montreux 30.4.70)5’45”
8. Kings & Queens (Stockholm 14.9.69)10’45”
9. Statues (Re-Mastered. Olympic Studios May 4th 1970, initially unreleased song)2’31”

Terzo capitolo della serie Diversions delle Unthanks (uso il pronome femminile, ma nel gruppo ci sono uomini e donne), con le sorelle Rachel & Becky ancora una volta ad incantare gli amanti del buon folk britannico, con un album Songs From The Shipyards, registrato come gli altri due dal vivo e il cui argomento, in questo caso, è la costruzione delle navi. Ovviamente c’è Shipbuilding di Costello, ma resa celebre da Robert Wyatt che non era stata inserita nel disco dedicato a quest’ultimo e Antony & The Johnsons. Di nicchia, di culto, per carbonari, come preferite, ma voci incredibili e tutto molto bello.

mickey newbury lulled.jpgmickey newbury blue.jpgmickey newbury stories jpg.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Per finire, una segnalazione sulla ristampa di tre ulteriori dischi di Mickey Newbury. Dopo il cofanetto fantastico triplo An American Trilogy, che aveva vinto il premio come migliore ristampa del 2011 nel poll della rivista Mojo, l’etichetta Mountain Retreat (gestita dalla famiglia) questa volta si occupa di tre album dell’ultima fase della carriera del grande cantautore americano, usciti a livello autogestito nel 1996, 2000 e 2003 (l’ultimo pubblicato postumo, dopo la sua morte, avvenuta nel 2002) Lulled By the Moonlight, Stories From The Silver Moon Café e Blue To This Day. Si fatica moltissimo a trovarli, costano cari, ma vale pena di cercarli, se amate quello stile che in mancanza di alternative altrettanto esplicative si è soliti definire “country got soul”, ma nella parte finale della sua carriera era diventato una sorta di country-folk cameristico, molto raffinato.

Alla prossima.

Bruno Conti