I Migliori Dischi Del 2010 – La Stampa Estera. Rolling Stone E Spin

David-Cameron.jpg

 

 

 

 

 

Anche il Premier inglese Cameron è perplesso quanto me, comunque proseguendo nella disamina dei migliori dell’anno questi sono i top 10 secondo le riviste americane Rolling Stone e Spin.

Rolling Stone Best of 2010

kanye west.jpgblack keys brothers.jpgelton john leon russell the union.jpg

 

 

 

 

 

 

 

1) Kanye West – My Beautiful Dark Twisted Fantasy

2) The Black Keys – Brothers

3) Elton John & Leon Russell – The Union

arcade fire the suburbs.jpgjamey johnson the guitar song.jpgvampire weekend.jpg

 

 

 

 

 

 

 

4) Arcade Fire – The Suburbs

5) Jamey Johnson – The Guitar Song

6) Vampire Weekend – Contra

Drake ThankMeLater.jpgrobert plant band of joy.jpgeminem - recovery.jpg

 

 

 

 

 

 

 

7) Drake – Thank Me Later

8) Robert Plant – Band of Joy

9) Eminem – Recovery

lcd soundsystem.jpg

 

 

 

 

 

 

 

10) LCD Soundsystem – This Is Happening

 

Spin  Best of 2010

kanye west.jpgdeerhunter halcyon digest.jpgarcade fire the suburbs.jpg

 

 

 

 

 

 

 

1) Kanye West – My Beautiful Dark Twisted Fantasy

2) Deerhunter – Halcyon Digest

3) Arcade Fire – The Suburbs

lcd soundsystem.jpgjamey johnson the guitar song.jpgjanelle monae archandroid.jpg

 

 

 

 

 

 

 

4) LCD Soundsystem – This Is Happening

5) Jamey Johnson – The Guitar Song

6) Janelle Monae – The ArchAndroid

grinderman 2 deluxe.jpgm.i.a..jpgkid cudi.jpg

 

 

 

 

 

 

 

7) Grinderman – Grinderman 2

8) M.I.A. – Maya

9) Kid Cudi – Man on the moon 2: The Legend of Mr. Rager

robyn body talk part 1.jpg

 

 

 

 

 

 

 

10) Robyn – Body Talk Pt. 1

Come direbbero il britannico Cameron e l’italico estensore di questo Blog, per la gran parte, “It’s not my cup of tea!”, soprattutto quella di Spin (Robyn – Body Talk, al n°10, prego!??!?!), ma visto che mi limito a riferire, De Gustibus.

Nei prossimi giorni proseguiamo con altre liste di fine anno, soprattutto internazionali per il momento, visto che per loro misteriosi motivi i numeri delle riviste estere in edicola questo mese sono già datate 2011, ma è sempre stato così per cui niente di strano.

Bruno Conti

Trova Le Differenze! Le 500 Più Grandi Canzoni di Tutti I Tempi Secondo La Rivista Rolling Stone

Cover_Rs_86.jpg

 

 

 

 

 

 

 

In questi giorni ne hanno parlato tutti, giornali, televisioni, radio. Questa classifica della rivista Rolling Stone edizione italiana ha creato molto interesse (per nulla?). In fondo si tratta della ripubblicazione di una classifica che era già uscita nell’edizione americana della rivista nel 2004 e di cui vi avevo reso edotti in una serie di dieci Post pubblicati tra la fine del 2009 e il gennaio del 2010 che erano stati l’occasione per parlare di alcune delle più belle canzoni della storia della musica rock (e pop e soul….). In America era già stata ripubblicata da qualche mese questa edizione riveduta e corretta con la presentazione di Jay Z?!? e i pareri aggiunti di cento musicisti e addetti ai lavori i cui giudizi sommati a quelli della precedente versione e fatte le dovute comparazioni, così dicono, hanno decretato (per la serie, appunto, Trova Le Differenze della Settimana Enigmistica) che nelle prime 100 posizioni, fino alla 99^ tutto rimaneva invariato, poi l’unica variazione.

Al n°100!!! non c’è più You Can’t Always Get What You Want dei Rolling Stones…

ma al suo posto viene inserita Crazy dei Gnarls Barkley…

Alla faccia della classica montagna che ha partorito il topolino. Va bene il “rinnovamento” ma…

Complimenti vivissimi!

Se volete controllare le prime 100 (commentate) le trovate da qui le-500-piu-grandi-canzoni-secondo-la-rivista-rolling-stone.html a qui le-500-piu-grandi-canzoni-di-tutti-i-tempi-secondo-la-rivist.html

Bruno Conti

Questa mancava! Rolling Stone’s 100 Greatest Guitar Songs Of All Time

100 greatest guitar songs of all time rolling stone.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Non è recente (è di un paio di anni fa) ma nel quarantesimo anniversario della morte di Jimi Hendrix, il più grande chitarrista di tutti i tempi, mi è venuto in mente di riproporvela, fa ridere veramente i polli! Tre brani di Hendrix: niente Little Wing, All Along The Watchtower, Foxy Lady, ma per citarne solo tre. Dig Me Out delle Sleater-Kinney al 44° posto e Machine Gun di Hendrix al 49°? Nella classifica della “Guitar Songs” niente Smoke On The Water dei Deep Purple e Allright Now dei Free? Deve averla compilata un gruppo di dementi! (come al solito).

Comunque buona lettura  e delle sane  risate , dalla 100 alla 1. Se volete qui 1 trovate anche i commenti perché le commentano pure le scelte

100 Tool – “Vicarious”
99 My Morning Jacket – “Run Thru”
98 Red Hot Chili Peppers – “Under the Bridge”
97 Queens of the Stone Age – “No One Knows”
96 Hüsker Dü – “New Day Rising”
95 Moby Grape – “Omaha”
94 Dire Sraits – “Money for Nothing”
93 My Bloody Valentine – “Only Shallow”
92 Mick Jagger – “Memo from Turner”
91 The Mars Volta – “Drunkship of Lanterns”
90 The Smiths – “How Soon Is Now?”
89 Joan Jett and the Blackhearts – “I Love Rock N Roll”
88 Quicksilver Messenger Service – “Mona”
87 King Crimson – “Red”
86 Jeff Beck – “I Ain’t Superstitious”
85 Phish – “You Enjoy Myself”
84 John Mayer – “Gravity”
83 Sublime – “What I Got”
82 The Ventures – “Walk — Don’t Run”
81 Michael Jackson – “Beat It”
80 Steely Dan – “Kid Charlemagne”
79 Sonic Youth – “Silver Rocket”
78 Buddy Guy – “Stone Crazy”
77 Pearl Jam – “Even Flow”
76 Tom Petty and the Heartbreakers – “American Girl”
75 Frank Zappa – “Willie the Pimp”
74 ZZ Top – “La Grange”
73 Blue Cheer – “Summertime Blues”
72 Weezer – “Say It Ain’t So”
71 The Strokes – “Take It Or Leave It”
70 Smashing Pumpkins – “Bullet With Butterfly Wings”
69 Pink Floyd – “Money”
68 B.B. King – “The Thrill is Gone”
67 Bruce Springsteen – “Adam Raised A Cain”
66 Stevie Ray Vaughan – “Texas Flood”
65 The Police – “Message in a Bottle”
64 Lynyrd Skynyrd – “Freebird”
63 Guns n’ Roses – “Sweet Child O’ Mine”
62 Albert King – “Born Under a Bad Sign”
61 Sam And Dave – “Soul Man”
60 Funkadelic – “Maggot Brain”
59 Jeff Beck – “Freeway Jam”
58 Link Wray – “Rumble”
57 Grateful Dead – “Dark Star”
56 The Byrds – “Eight Miles High”
55 Cream – “White Room”
54 Stevie Ray Vaughan – “Little Wing”
53 Creedence Clearwater Revival – “Born on the Bayou”
52 Radiohead – “My Iron Lung”
51 Ozzy Osbourne – “Crazy Train”
50 Pixies – “Debaser”
49 Jimi Hendrix – “Machine Gun”
48 The Clash – “London Calling”
47 Van Halen – “Panama”
46 Dick Dale and the Del-Tones – “Miserlou”
45 The Beatles – “I Saw Her Standing There”
44 Sleater-Kinney – “Dig Me Out”
43 The Sex Pistols – “Holidays in the Sun”
42 John Mayall and the Bluesbreakers – “Hideaway”
41 Television – “Marquee Moon”
40 The Who – “I Can See for Miles”
39 Santana – “Black Magic Woman”
38 The Faces – “Stay With Me”
37 Elvis Presley – “That’s All Right”
36 Pink Floyd – “Interstellar Overdrive”
35 The Stooges – “1969″
34 Aerosmith – “Walk This Way”
33 Metallica – “Master of Puppets”
32 Dire Straits – “Sultans of Swing”
31 Queen – “Keep Yourself Alive”
30 Bill Haley and His Comets – “(We’re Gonna) Rock Around the Clock”
29 AC/DC – “Back in Black”
28 U2 – “Where the Streets Have No Name”
27 The Paul Butterfield Blues Band – “Look Over Yonders Wall”
26 B.B. King – “How Blue Can You Get”
25 The Rolling Stones – “Can’t You Hear Me Knocking”
24 Rage Against the Machine- “Killing in the Name”
23 The Yardbirds – “Over Under Sideways Down”
22 The Beatles – “A Hard Day’s Night”
21 The White Stripes – “Seven Nation Army”
20 The Impressions – “People Get Ready”
19 Prince and the Revolution – “Purple Rain”
18 Ramones – “Blitzkrieg Bop”
17 Black Sabbath – “Black Sabbath”
16 Neil Young with Crazy Horse – “Cowgirl in the Sand”
15 The Who – “My Generation”
14 Bruce Springsteen – “Born to Run”
13 Derek and the Dominos – “Layla”
12 The Jimi Hendrix Experience – “Voodoo Child (Slight Return)”
11 Led Zeppelin – “Whole Lotta Love”
10 Nirvana – “Smells Like Teen Spirit”
09 The Allman Brothers Band – “Statesboro Blues”
08 Led Zeppelin – “Stairway to Heaven”
07 The Beatles – “While My Guitar Gently Weeps”
06 Van Halen – “Eruption”
05 Rolling Stones – “Brown Sugar”
04 The Kinks – “You Really Got Me”
03 Cream – “Crossroads”
02 Jimi Hendrix – “Purple Haze”
01 Chuck Berry – “Johnny B. Goode

Uno dei prossimi giorni le commento pure io.

Bruno Conti

Le 500 Più Grandi Canzoni Di Tutti i Tempi Secondo La Rivista Rolling Stone Parte X

Rolling Stone 500_Songs_cover_-_gallery_-_lg.6635701.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Come i bambini! Scusate ma non ho resistito: Post n° 100 per i posti dal 91 al 100. Anticipo di qualche giorno l’appuntamento settimanale con la classifica di Rolling Stone per farla coincidere con il centesimo post di questo Blog (versione ufficiale, prove escluse).

In teoria, come promesso, con questa puntata finisce questa carrellata sulle canzoni che hanno fatto grande la musica rock. In teoria, perchè se vi interessa conoscere la classifica completa, come da cover di Rolling Stone, possiamo arrivare anche fino alla posizione 500. Dieci brani alla settimana sono altre 40 settimane, fatemi sapere. Per il momento…

91) Elvis Presley – Suspicious Minds

E’ stata un grande successo anche per i Fine Young Cannibals, ma non c’è paragone con quella di Elvis. Questa versione la conoscono in pochi x5nxq0_waylon-jennings-jessi-colter-suspic_music : Waylon Jennings e la moglie Jessi Colter erano due degli originali Outlaws con Willie Nelson e Tompall Glaser. Vi dirò di più: non tutti sanno che Waylon Jennings che era il bassista originale del gruppo di Buddy Holly avrebbe dovuto essere sull’aereo dove morirono l’occhialuto musicista texano, Ritchie Valens e The Big Bopper. Per concludere, tre aneddoti in uno, secondo il racconto dello stesso Jennings, quando Holly seppe che lo stesso Waylon non avrebbe volato con loro gli disse “Spero che vi geliate il sedere sul vostro autobus” e la risposta, dalla quale Jennings è sempre stato perseguitato fu, testuale “Va bene, e io spero che il vostro aereo cada!”. Last but not least… il bellissimo brano American Pie di Don McLean (l’ha fatta anche, male, Madonna) è dedicato a questo evento “The day the music died”.

92) Ramones – Blitzkrieg Bop

Come facevano loro one…two…three. four! x27v2v_the-ramones-blitzkrieg-bop_music. Esiste anche una tribute band, The Ramonas, fatta tutta da donne, giuro!

93) U2 – I Still Haven’t Found What I’m Looking For

E’ un po’ di anni che non ne fanno di così belle! Questa versione con Springsteen è grandiosa.


U2 & Bruce Springsteen – I Still Haven’t Found What I’m Look
Uploaded by Schutzengerl1205. – Music videos, artist interviews, concerts and more.

94) Little Richard – Good Golly Miss Molly

Questa faceva parte del Detroit Medley di Mitch Ryder poi ripresa in concerto da Bruce Springsteen con la E Street Band e resa un vero tour de force watch?v=lHa2LmcJUz4

95) Carl Perkins – Blue Suede Shoes

Uno dei classici del rock and roll. Bella formazioncina, occhio alla battuta di Ringo Starr watch?v=6qwLlvyClFI

96) Jerry Lee Lewis – Great balls of fire

Quello originale e quello finto del film (Dennis Quaid) watch?v=UHnEJaNZETY

97) Chuck Berry – Roll Over Beethoven

Giuro che non li ho messi in sequenza io! I Quattro Moschettieri del R&R. Elvis, ovviamente era il Re (Sole)… In questa versione con il suo fido successore nell’arte del riff xbbgrj_chuck-berry-keith-richards-roll-ove_music

98) Al Green – Love and Happiness

Mamma mia se era bravo! (Ma anche adesso non scherza un c.) Questo è tratto da una trasmissione televisiva fantastica degli anni ’70, Soul train xdhjp_soul-train-al-green-love-happiness_music

99) Creedence Clearwater Revival – Fortunate Son

La canzone dedicata al genero di Nixon (lo so, ve lo avevo già detto, ma non vi avevo detto che era anche il nipote di Eisenhower). Quella di Fogerty con Springsteen già vista, questa dei Pearl Jam con ospiti vari è bellissima x1aat0_pearl-jam-fortunate-son

100) Rolling Stones – You Can’t Get Always Get What You Want

Sarà anche al centesimo posto ma che canzone, ragazzi! x8qr24_the-rolling-stones-you-cant-always_music

Bruno Conti

Le 500 Più Grandi Canzoni Di Tutti I Tempi Secondo La Rivista Rolling Stone Parte VIII

Rolling Stone 500_Songs_cover_-_gallery_-_lg.6635701.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Puntata n° 8 e fioccano ancora i capolavori (in fondo 500 grandi canzoni nella storia del Rock sono pure poche, ma, come annunciato, ci fermeremo alle prime 100): riprendiamo da dove ci eravamo interrotti la scorsa settimana.

71) Beach Boys – California Girls

Come Surfin’ Usa quei 2 o 3 accordi in comune con “qualsiasi” brano di Chuck Berry ce l’ha pure questa! Come ha stabilto il giudice nel caso George Harrison-Chiffons My sweet Lord-He’s so fine Plagio non intenzionale. Però gran bella canzone!

72) James Brown – Papa’s Got A Brand New Bag

73) Eddie Cochran – Summertime Blues

E vogliamo parlare delle versioni degli Who e dei Blue Cheer?

74) Stevie Wonder – Superstition

Questa l’aveva scritta per Jeff Beck, poi sappiamo com’è andata a finire? O no?

75) Led Zeppelin – Whole Lotta Love


Grandissimo brano, immenso, ma…tutti conoscono la somiglianza tra Stairway to heaven e Taurus degli Spirit, ma quanti conoscono quella tra You Need Loving degli Small Faces del grande Steve Marriott (passando per Willie Dixon) e Whole Lotta Love? Sentire, please!

76) Beatles – Strawberry Fields Forever

Solo settantaseiesima! Ma stiamo scherzando! Come già detto SPQA sono pazzi questi americani.

77) Elvis Presley – Mistery Train

78) James Brown – I Got You (I Feel Good)

79) The Byrds – Mr. Tambourine Man

80) Marvin Gaye – I Heard It Through The Grapevine

Per non parlare della versione dei Creedence!


La prossima settimana, penultima puntata.
Bruno Conti

Le 500 Più Grandi Canzoni Di Tutti I Tempi Seconda La Rivista Rolling Stone Parte VII

rolling Stone 500_Songs_cover_-_gallery_-_lg.6635701.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Solito appuntamento settimanale, con la settima puntata. Direi che poi arrivati alla posizione 100, per il momento ci fermiamo, salvo poi tornarci in seguito. Sfogliando le puntate precedenti mi sono reso conto che non ho evidenziato quantomeno le decadi, se non gli anni, di provenienza dei singoli brani.

Per la legge degli anni ’60, i brani provenienti da questa decade (nei primi 60 posti) sono ben 34, 11 brani dagli anni ’70, 9 dagli anni ’50, 4 dagli anni ’80 e ben 2 dagli anni ’90. Eminem del 2002 è al 166° posto e gli Outkast del 2003 al 180°, un successone per i noughties.

Visto che scendiamo verso posizioni meno interessanti della classifica (si fa per dire, visti nomi e titoli dei brani), restringiamo i commenti.

61) Jerry Lee Lewis – Whole Lotta Shakin’ Goin’ On

62) Bo Diddley – Bo Diddley

Uno degli antesignani del rap, anche nell’uso del proprio nome nei titoli dei brani.

63) Buffalo Springfield – For What It’s Worth

Stephen Stills sarà contento di avere battuto l’arcirivale ed amico Neil Young (per quello che valgono queste classifiche, il vecchio Neil è solo al 214° posto, oltretutto con Rockin’ in The Free World!). Ma si rifà abbondantemente con le basette, occhio al video!

64) Beatles – She Loves You
65) Cream – Sunshine of Your Love
Alla Royal Albert Hall nel maggio del 2005, riuniti per una serie di concerti strepitosi raccolti in un doppio CD o DVD, da avere.
66) Bob Marley and The Wailers – Redemption Song
Una meravigliosa versione registrata da Joe Strummer poco prima della sua morte!
67) Elvis Presley – Jailhouse Rock
68) Bob Dylan – Tangled Up In Blue
69) Roy Orbison – Crying
Una lotta di ugole per una delle più belle rock’n’roll ballads di tutti i tempi.
70) Dionne Warwick – Walk On By
La cugina di Whitney Houston alle prese con una delle perle del catalogo di Burt Bacharach!
Alla prossima settimana.
Bruno Conti

Le 500 Più Grandi Canzoni Di Tutti I Tempi Secondo La Rivista Rolling Stone Parte VI

Rolling Stone 500_Songs_cover_-_gallery_-_lg.6635701.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Dai riscontri del blog pare che questa rubrica piaccia, per cui proseguiamo con la puntata n.6., solita cadenza settimanale. Ovviamente è solo un pretesto per parlare di musica, qualche commento, qualche curiosità, per chi non la conosce la curiosità di vedere le posizioni della classifica e scoprire “il colpevole”, qualche buon video, i testi dei brani, procediamo. Puntata “controversa”.

51) Grandmaster Flash And The Furious Five – The Message

testo-the-message.html

Il primo rap della storia dell’hip-hop? Potrebbe. Il primo grande successo rap della storia dell’hip-hop? Meglio

52) Prince – When doves cry

Scelto dai critici di Rolling Stone! Non sono un grandissimo fan di Prince, ma me ne vengono in mente almeno dieci migliori di questa!
53) Sex Pistols – Anarchy in the U.K.

Non è il video del brano, ma merita per Bill Grundy (L’intervistatore), la biondona (Siouxsie) e le four letter words che fioccano, questa è la BBC! P.s. Per il curatore dei testi del singring di Virgilio. Il brano si chiama Anarchy In the U.k.
54) Percy Sledge – When a Man Loves a Woman
L’originale è quello abbronzato, non il rimbambito con il cappellino! La versione italiana Quando un uomo ama una donna del 1966 era cantata dai Crazy Boys. Ma chi cacchio sono?
55) Kingsmen – Louie Louie
Questa ha avuto più versioni che in tutta la storia degli esami di latino al liceo scientifico.
56) Little Richard – Long Tall Sally
Questa però non l’hanno scritta loro.
57) Procol Harum – A Wither Shade of Pale
Ma non era dei Dik Dik? Ma che strano!
58) Michael Jackson – Billie Jean
The King Of Pop. E questa è La versione!
59) Bob Dylan – The Times They are A-changin’
The King Of Folk! Gran versione del Boss.
60) Al Green – Let’s Stay Together
The King of Soul. Che voce, gente!
That’s all folks! Alla prossima!
Bruno Conti

Le 500 Più Grandi Canzoni Di Tutti I Tempi Secondo La Rivista Rolling Stone Parte V

Rolling Stone 500_Songs_cover_-_gallery_-_lg.6635701.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Così, ridendo e scherzando siamo arrivati alla quinta puntata, brani dal n° 41 al n.° 50 e fioccano ancora i capolavori.

41) Band – The Weight

Robbie Robertson, uno dei grandi “poeti” della storia della musica rock, accompagnato da uno dei gruppi più straordinari che questa musica ha prodotto, anzi Il Gruppo, in uno dei film concerto più belli, direi perfetto.
42) Kinks – Waterloo Sunset
Ray Davies, un altro genio all’opera sull’altro lato dell’oceano.
43) Little Richard – Tutti Frutti
Le origini del rock and roll con uno degli incipit più memorabili, ce ne fossero due versioni uguali!
44) Ray Charles – Georgia On My Mind
Questo è “The Genius”
45) Elvis Presley – Heartbreak Hotel
Una curiosità, l’autrice del brano del 1956, Moe Axton era la mamma di Hoyt Axton, che avrebbe scritto (tra le altre) The Pusher diventata celeberrima nella colonna sonora di Easy Rider nella versione degli Steppenwolf.
46) David Bowie – Heroes
Questa è la versione dal concerto di New York City, dopo le Torri Gemelle nel 2001.
47) Simon & Garfunkel – Bridge Over Troubled Water
Aretha Franklin ne ha fatto una versione altrettanto bella!
48) Jimi Hendrix Experience – All Along the Watchtower
Una delle rarissime occasioni in cui la cover è superiore all’originale (e parliamo di Bob Dylan). Per me, di diritto, nei Top 5.
49) Eagles – Hotel California
Nel video, per scaldarsi, anche una versione accappella di Seven Bridges Road del grande Steve Young.
50) Smokey Robinson And The Miracles – The Tracks of my tears
Bob Dylan (ancora lui) lo ha definito il più grande poeta vivente d’America, non ” nero”, il più grande in assoluto.
Fine della puntata.
Bruno Conti

Le 500 Più Grandi Canzoni Di Tutti I Tempi Secondo La Rivista Rolling Stone Parte IV

Rolling Stone 500_Songs_cover_-_gallery_-_lg.6635701.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Passiamo alla quarta puntata e iniziamo con uno sgub come direbbe Biscardi, solo al 31° posto il brano più trasmesso nella storia della radio Fm americana

31) Led Zeppelin – Stairway to heaven

testo-stairway-to-heaven.html

E’ stata vista più di mezzo milione di volte in rete, questa versione, non male per un brano che non è mai uscito come singolo.
32) Rolling Stones – Sympathy for the devil
Questa è proprio Altamont 1969: secondo alcuni il DVD di Gimme Shelter uscito quest’anno (scusate mi devo abituare), lo scorso anno, è il migliore del 2009.
33) Ike and Tina Turner – River Deep Mountain High
L’inizio della fine per Phil Spector (una fine lunga e tortuosa che lo ha portato in prigione per omicidio, ma comunque un inizio), il suo brano migliore che non entra neppure nelle classifiche: poi verrà rivalutato alla grande negli anni, ma allora fu un vero smacco!
Dal concerto in Africa, in Ghana per la precisione, del 1971, tratto da un CD+DVD strepitoso della Rhino, Soul to Soul, con Wilson Pickett, Santana e Staple Singers. Tina Turner ha un bel toppino di rete che lascia intravedere qulacosa di troppo.
34) Righteous Brothers – You’ve Lost That Lovin’ Feelin’.
Sempre di Phil Spector, come la precedente è contenuta in quel favoloso box che si chiama Back to Mono

Anche lui ne faceva una “discreta” versione!

35) Doors – Light my fire

testo-light-my-fire.html

36) U2 – One
La più bella canzone del “secondo” periodo degli U2 secondo alcuni, l’unica veramente bella secondo altri. Faccio come Ponzio Pilato, però…
Questa versione degli U-R.E.M. con Michael Stipe che canta non è malaccio!
37) Bob Marley – No woman, no cry
38) Rolling Stones – Gimme Shelter
Il più bel pezzo degli Stones?

Chiunque lo faccia rimane un brano straordinario! Tira fuori la leonessa che c’è nella donna!

39) Buddy Holly & the Crickets – That’ll be the day

testo-that-ll-be-the-day.html

40) Martha (Reeves) and the Vandellas – Dancing in the streets
Fino a 50 ci arriviamo di sicuro, poi vediamo, 500 sono tante però sono belle!
Bruno Conti

The Best Of 2009 Ancora Classifiche. Il Gigante e i “nanetti” presunti

U2 NoLineU2Promo.jpg

 

 

 

 

 

 

Ancora un po’ di classifiche in questa fine anno che si avvicina velocemente (sempre in attesa delle riviste di “settore” italiane che usciranno ad inizio 2010).

Rolling Stone Best Albums of 2009

1) U2 – No Line On The Horizon

2) Bruce Springsteen – Working On A Dream

3) Phoenix – Wolfgang Amadeus Phoenix

4) Jay Z – The Blueprint 3
5)Green Day – 21st Century Breakdown
6) Dirty Projectors – Bitte Orca
7) Neko Case – Middle Cyclone
Al sottoscritto questo disco è piaciuto molto, ad altri meno, mi sentirei di consigliarvelo, una delle migliori “voci” in circolazione.
8) The-Dream – Love vs Money
Mai sentito, confesso la mia ignoranza!
9)The XX – The xx
10) Sonic Youth – The Eternal
What? No Animal Collective! La cosidetta Bibbia del Rock (‘na volta) scompagina un po’ le carte con delle scelte meno radicali di altre poll di fine anno (comunque “Essi” ci sono, al 14° posto).
Nel titolo si diceva di “nanetti”: ovviamente mi riferivo agli innumerevoli blog (questo compreso, a proposito se volete mandate la vostra lista dei preferiti, una più una meno!) che si occupano di musica. Ne ho scelti un paio a capocchia…no, non è vero, scelti in base a determinate caratteristiche che andiamo ad elencare.
Questo, un titolo un programma, www.besteveralbums.com solo per il fatto di avere avuto la pazienza di calcolare i “migliori dell’anno” tra 1.400 classifiche (dicono loro) si merita una citazione.
Al numero uno la mia nemesi Animal Collective Merriweather Post Pavilion, al numero due Muse The Resistance (e questa è un po’ una sorpresa), al numero tre Yeah Yeah Yeahs It’s Blitz. Gli altri, se volete, ve li andate a vedere.
Questo in effetti non è un blog, è il Sito per eccellenza delle vendite on line di musica, Amazon. Loro che dicono?
Top 100 Amazon Picks (non temete, solo i primi 5)
1) Neko Case – Middle Cyclone (Oh Perbacco!)
2)Yeah Yeah Yeahs – It’s Blitz
3) Phoenix – Wolfgang Amadeu Phoenix
4)The Pains Of Being Pure At Heart – The Pains of Being Pure At Heart
Non conosco ma indagherò, nome e titolo mi intrigano
5) Avett Brothers – I and Love and You
Questo conosco, molto bello, prodotto da Rick Rubin, controllare prego.

Per finire, da un altro blog, www.rollogrady.com, chi cacchio sono? Non so ma sembra interessante! Hanno chiesto ad oltre sessanta artisti la loro lista di fine anno. Quella di Angus and Julia Stone (peraltro bravissimi) recita così:1) Iron and Wine – The Sheperd’s Dog 2) Doveman The Conformist 3)Mumford and Sons – Sigh No More (meno male qualcuno che apprezza!). Brantley Senn dei Dead Confederate from Athens, Georgia e che fanno del sano alternative southern rock (definizione coniata al momento), ha invece citato… Al numero 1) Vic Chesnutt – At The Cut, un giusto omaggio, 2) Mastodon Crack The Skye 3) Flaming Lips Embryonic. Se vogliamo, tutte queste liste sono l’occasione per scoprire anche nomi nuovi da ascoltare, quindi studiate, miei cari signori e signore, studiate.

Bruno Conti