La Vita In Un Film – The Walkabouts

walkabouts dvd.jpg

 

 

 

 

 

 

The Walkabouts – Life: The Movie – Glitterhouse 2012 – DVD

L’occasione (finalmente) di parlare dei Walkabouts, viene data dall’uscita del primo DVD ufficiale del gruppo con oltre 3 ore di materiale esclusivo, contenente un concerto a Praga della durata di 70 minuti, un documentario “on-the-road” di 40 minuti, 9 videoclip ufficiali, e interviste con i cinque componenti della Band. Alcune notizie per i “neofiti”: i Walkabouts provengono da Seattle (la città più piovosa dell’America), sono uno dei gruppi tra i più longevi della scena alternativa americana degli anni ’80, con una carriera quasi trentennale alle spalle, certificata da una ventina di dischi e numerosi tour in giro per il mondo. Autori di un folk-rock dalle tinte “dark”, caratterizzato dall’alternanza vocale fra Chris Eckman e Carla Torgeson, i Walkabouts, fin dalle prime incisioni, sono una notevole eccezione nel panorama musicale di Seattle. L’affiliazione alla Sub Pop, etichetta principe del fenomeno “grunge”, porta alla pubblicazione di Cataract (89), Rag & Bone (90), Scavanger (91), e di alcuni EP ricchi di inediti; con New West Motel (92) arriva la svolta, con un suono più organico che in passato, basato sull’alternanza tra elettrico e acustico, il tutto inserito in un contesto lirico e musicale che richiama le atmosfere “noir”. Con il bellissimo Satisfied Mind (93) disco di “cover” cui partecipano ospiti di rilievo come Peter Buck (R.E.M.) e Mark Lanegan (Screaming Trees), il gruppo mostra il proprio lato più acustico e folk, mentre l’energico Setting The Woods On Fire (94) chiude il cerchio del primo periodo.

Nel frattempo Eckman e Torgeson (ai tempi coniugi) si esibiscono anche come duo sotto il nome di Chris & Carla, incidendo album come il live Shelter For An Evening (93), Life Full Of Holes (95), un altro live Nights Between Stations (95) e Swinger 500 (98). In seguito la Band passa alla Virgin tedesca che dà alle stampe Devil’s Road (96) e il successivo Nighttown (97) che allarga gli orizzonti musicali verso scenari notturni e metropolitani. Altro importante cambio di etichetta con la Glitterhouse, con il loro disco più ambientale Trails Of Stars (99), cui segue qualche mese più tardi il secondo disco interamente composto da “cover” Train Leaves At Eight (2000), dove il gruppo rende omaggio ad autori europei, rileggendo con misura brani di Jacques Brel, Goran Bregovic e il “nostro” Fabrizio De Andrè (Disamistade). Anche Ended Up A Stranger (2001) arricchito dalla presenza di membri dei Willard Grant Conspiracy non delude le aspettative dei fans, mentre dopo varie antologie Drunken Soundtracks e Watermarks (2002), Shimmers (2003), compaiono gli episodi solisti di Chris Eckman The Black Field (2004) e Carla Torgeson Saint Stranger (2004).

Con Slow Days With Nina (2003) un tributo a Nina Simone, inizia il periodo più recente, cui fanno seguito Acetylene (2005), il live Prague (2007), lo splendido Travels In Dustland (2011), senza dimenticare il progetto di Chris con i sorprendenti Dirtmusic BKO (2010).

La “line-up” del gruppo in questo concerto tenuto nel 2005 all’Akropolis di Praga, oltre ai due indiscussi leader, vede al basso Michael Wells, Terri Moeller alla batteria, e lo storico Glenn Slater alle tastiere, per una scaletta composta da questi brani:

1  – Fuck Your Fear

2  – Coming Up For Air

3  – Devil in the Details

4  – Jack Candy

5  – Whisper

6  – Acetylene

7  – Northsea Train

8  – Kalashnikov

9  – Grand Theft Auto

10  Good Luck Morning?

11 – Snake Mountain Blues

12 – Have You Ever Seen

13 – Something’s Gone Wrong Again

Nel documentario invece i Walkabouts vengono monitorati in modo intimo durante i trasferimenti fatti durante la tournee di quell’anno, con approfondite interviste ai membri della Band. Chiude il DVD una retrospettiva di tutti i video ufficiali del “combo” americano, su tutti il classico successo The Light Will Stay On.

I Walkabouts possono essere portati a esempio come una formazione che, con il passare degli anni e la continua produzione di dischi, ha maturato di volta in volta una proposta musicale personale. Nei primi anni della loro carriera infatti avevano un suono che oscillava tra folk e new wave, in seguito si sono focalizzati su un loro tipo di folk-rock (a partire da Satisfied Mind sino a Devil’s Road), mentre a partire da Nighttown hanno trasformato il loro suono, legato alla tradizione folk, in un rock oscuro, urbano, con sfumature più notturne. Per gli appassionati di Chris & Carla (Walkabouts) un DVD da avere assolutamente, per tutti gli altri, un modo intelligente per iniziare ad accostarsi a questa originale Band, dalla bravura indiscussa.

Tino Montanari

La Vita In Un Film – The Walkaboutsultima modifica: 2012-07-20T09:21:24+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *