Novità Di Maggio (E Non Solo) Parte I. Donovan, Sea Level, Cochise, Iggy And The Stooges, Edie Brickell & Steve Martin, Seasick Steve, Treetop Flyers, Kopecky Family Band, The Bills, Eccetera, Eccetera!

eagles history of 3 dvd.jpgdeep purple now what.jpgbob marley kaya.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Questi sono usciti in questi giorni: History Of The Eagles (3 DVD), Deep Purple Now What ?!, Bob Marley Kaya Deluxe. E se ne è parlato nelle varie rubriche delle anticipazioni, basta scorrere le pagine del Blog a ritroso, che è sempre una lettura interessante.

popa chubby universal.jpgdanny bryant hurricane.jpgelo live.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Questi, Popa Chubby Universal Breakdown Blues, Danny Bryant Hurricane e Electric Light Orchestra Live (insieme agli altri due), sono già stati recensiti in anteprima e sono usciti in questi giorni o sono di prossima pubblicazione. Ma in questo periodo ci sono molti altri titoli interessanti di passato molto prossimo o imminenti, quindi direi di ripartire con la rubrica delle Anticipazioni (a riposo da qualche settimana), part 1, poi si vedrà, decido mentre la scrivo.

patty griffin american kid.jpgnatalie maines mother.jpgpaula cole.jpg

 

 

 

 

 

 

Anche di questo trittico si è già parlato: Patty Griffin American Kid e Natalie Maines Mother sono in uscita il 7 maggio mentre quello di Paula Cole Raven è stato pubblicato in questi giorni.

donovan breezes of patchouli.jpgsea level cats on the coast.jpgcochise velvet mountain.jpg

 

 

 

 

 

 

Partiamo con tre belle ristampe, uscite in questi giorni.

La prima è un cofanetto quadruplo pubblicato dalla EMI (ora nel gruppo Universal, ma non si capisce bene come funzionano le uscite a livello di marchi), nella loro benemerita serie a prezzo super speciale. Si chiama Breezes Of Patchouli The Studio Recordings 1966-1969. L’anno scorso era già uscita la ristampa rimasterizzata e potenziata di Sunshine Superman e qualche anno fa era uscito un cofanetto quadruplo (sempre della EMI) con vinyl replicas di alcuni dei primi album, oltre a ulteriori due raccolte, Troubadour in doppio CD uscita in varie edizioni nel corso degli anni e To Try For The Sun 3 CD + DVD, entrambe per la Sony Legacy (in America è sempre stato su Epic). Ma peraltro le antologie o raccolte in generale prevalgono numericamente rispetto agli album “normali” sin dai tempi del vinile, ma questa nuova si distingue comunque per qualche chicca inserita nella tracking list:

CD1:

Sunshine Superman

1-Sunshine Superman

2-Legend  Of A Girl Child Linda

3-Three Kingfishers

4-Ferris Wheel

5-Bert’s Blues

6-Season Of The Witch

7-The Trip

8-Guinevere

9-The Fat Angel

10-Celeste

 

Mellow Yellow

11-Mellow Yellow

12-Writer In The Sun

13-Sand And Foam

14-The Observation

15-Bleak City Woman

16-House Of Jansch

17-Young Girl Blues

18-Museum

19-Hampstead Incident

20-Sunny South Kensington

 

CD2:

 

The Hurdy Gurdy Man:

1-Hurdy Gurdy Man

2-Peregrine

3-The Entertaining Of A Shy Girl

4-As I Recall It

5-Get Thy Bearings

6-Hi It’s Been A Long Time

7-West Indian Lady

8-Jennifer Juniper

9-The River Song

10-Tangier

11-A Sunny Day

12-The Sun Is A Very Magic Fellow

13-Teas

14-Jennifer Juniper (Italian Version) –PREVIOUSLY UNRELEASED

 

Barabajagal:

15-Barabajagal

16-Superlungs My Supergirl

17-Where Is She

18-Happiness Runs

19-I Love My Shirt

20-The Love Song

21-To Susan On The West Coast Waiting

22-Atlantis

23-Trudi

24-Pamela Jo

25-A Poor Man’s Sunshine (NatIvity) (from the Barabajagal sessions)

 

CD3:

 

A Gift From A Flower To A Garden:

1-Wear Your Love Like Heaven

2-Mad John’s Escape

3-Skip-A-Long Sam

4-Sun

5-There Was A Time

6-Oh Gosh

7-Little Boy In Corduroy

8-Under The Greenwood Tree

9-TheLand Of Doesn’t Have To Be

10-Someone Singing

11-Song Of The Naturalists Wife

12-The Enchanted Gypsy

13-Voyage Into The Golden Screen

14-Isle Of Islay

15-The Mandolin Man And His Secret

16-Lay Of The Last Tinker

17-The Tinker And The Crab

18-Widow With A Shawl

19-The Lullaby Of Spring

20-The Magpie

21-Starfish-On-The-Toast

22-Epistle To Derroll

 

CD4:

 

Sunshine Superman era bonus tracks:

1-Breezes Of Patchuli

2-Museum (First Version)

3-Superlungs (First Version)

4-The Land Of Doesn’t Have To Be

5-Sunshine Superman (original longer stereo version)

 

Mellow Yellow era bonus tracks:

6-Epistle To Dippy

7-Preachin’Love

8-Good Time

9-There Is A Mountain

10-Superlungs (Second Version)

 

Hurdy Gurdy Man era bonus tracks:

11-Epistle To Dippy (Alternative Arrangement)

12-Teen Angel

13-Poor Cow

14-Lalena

15-Aye My Love

16-What A Beautiful Creature You Are

17-Colours

18-Catch The Wind

 

Barabajagal era bonus tracks:

19-The Stromberg Twins

20-Snakeskin

21-Lauretta’s Cousin Laurinda

22-The Swan (Lord Of The Reedy River)

23-New Years Resolution (Donovan’s Celtic Jam)

In effetti Jennifer Juniper in italiano la ricordavo molto vagamente e, in ogni caso, se per un qualche grave motivo non siate possessori di nulla in CD di Donovan, soprattutto del periodo in esame, questa è l’occasione per rimediare. Dei tre video scelti, Atlantis mi è sempre piaciuta moltissimo e per molti, sottoscritto incluso è strettissima parente (a livello di costruzione musicale) di Hey Jude a cui pare il signor Leitch abbia contribuito, le altre due, con Sunshine Superman, sono le più celebri. Che magliette, che camicie e quante belle canzoni. Imperdibile!

Un altro gruppo “dimenticato” degli anni ’70-’80 sono i Sea Level, la formazione nata nel 1977, verso la fine dell’avventura Capricorn, era una costola degli Allman Brothers: alle tastiere Chuck Leavell, ora nella touring band degli Stones, e la sezione ritmica di Lamar Williams e Jay Johnny Johansson (per gli amici e per brevità Jaimoe), oltre all’ottimo chitarrista Jimmy Nalls. Ma per il secondo disco, Cats On The Coast, entrarono in formazione anche Randall Bramblett, al sax, organo e voce, oltre ad un secondo batterista George Weaver e chitarrista, Davis Causey. Mentre per il terzo On The Edge, sempre del 1978 come il precedente tornarono ad avere una formazione più ridotta. I due album sono stati raccolti in un twofer dalla ottima Real Gone Music e tornano disponibili in CD dai tempi degli anni ’90 quando furono ristampati dalla Capricorn, insieme al primo, per un breve periodo. Il genere, se così possiamo definirlo, è uno strano southern rock jazz fusion, prevalentemente strumentale ma di grande energia e classe con le tastiere di Leavell in evidenza ma tutti i musicisti impegnati, molto bravi. Questo non è imperdibile ma si può assolutamente fare!

Ancora più “oscuri” i Cochise, band inglese autrice di un trittico di album tra il 1970 e il 1972: erano il gruppo di BJ Cole il più grande suonatore di pedal steel guitar nella storia del rock inglese. Ma nella formazione apparivano anche il chitarrista Mick Grabham che poi avrebbe suonato nei Procol Harum e, per i pink floydiani,  la sezione ritmica di Rick Wills e John “Willie” Wilson poi nel primo disco solista di David Gilmour. Nei vari dischi, tra gli ospiti di nome, ci sono anche Steve Marriott, Caleb Quaye e Tim Renwick, oltre ai due cantanti Stewart Brown e John Gilbert a seconda degli album. Il gruppo era tra gli antesignani del country-rock inglese: insieme ai Bronco di Jess Roden, agli Home che mescolavano anche prog-rock, ai grandissimi Heads, Hands & Feet di Albert Lee e ai Brinsley Schwarz che vengono giustamente indicati tra gli iniziatori del pub-rock ma suonavano una musica ricca di elementi country e Americana (senza saperlo). Tutti gruppi da conoscere: nel caso dei Cochise la Esoteric ha pubblicato questo doppio CD Velvet Mountain: An Anthology 1970-1972 che raccoglie tutti e tre gli album, oltre all’unica b-side dell’epoca. La copertina, con quel bel seno di profilo, fu opera di Hipgnosis il gruppo visuale fondato da Storm Thorgerson di cui potete leggere nel Blog un breve ricordo nel-suo-campo-era-un-maestro-storm-thorgerson-1944-2013.html.

E questa è la lista completa con il contenuto del doppio CD:

Track Listing:

DISC ONE

1. VELVET MOUNTAIN
 
2. CHINA
 
3. TRAFALGAR DAY
 
4. MOMENT AND THE END
 
5. WATCH THIS SPACE
 
6. 59th STREET BRIDGE SONG (FEELIN’ GROOVY)
 
7. PAST LOVES
 
8. PAINTED LADY
 
9. BLACK IS THE COLOUR
 
 
TAKEN FROM THE ALBUM “COCHISE”

 
 
10. LOVE’S MADE A FOOL OF YOU
 
11. JED COLLDER
 
12. DOWN COUNTRY GIRLS
 
13. HOME AGAIN
 
14. LOST HEARTS
 
15. STRANGE IMAGES
 
16. WHY I SING THE BLUES
 
 
TAKEN FROM THE ALBUM “SWALLOW TALES”
DISC TWO

1. ANOTHER DAY
 
2. AXIOM OF MARIA
 
3. CAN I BREAK YOUR HEART
 
4. O COME ALL YE FAITHFUL
 
 
TAKEN FROM THE ALBUM “SWALLOW TALES”

 
 
5. WORDS OF A DYING MAN
 
 
B-SIDE OF SINGLE – RELEASED IN 1970

 
 
6. CAJUN GIRL
 
7. BLIND LOVE
 
8. DANCE, DANCE, DANCE
 
9. SO MANY TIMES
 
10. DIAMONDS
 
11. THUNDER IN THE CRIB
 
12. UP AND DOWN
 
13. WISHING WELL
 
14. MIDNIGHT MOONSHINE
 
 
TAKEN FROM THE ALBUM “SO FAR”

 

seasick steve hubcap music.jpgiggy and the stooges ready to die.jpgsteve martin edie brickell.jpg

 

 

 

 

 

 

Altri tre dischi usciti in questi giorni.

Per primo il nuovo disco di Seasick Steve, ultrasettantenne bluesman americano, vagabondo e hobo, ma da alcuni anni stanziale sul territorio inglese e norvegese (si divide tra le due nazioni per vivere). Il nuovo album Hubcap Music esce per la Fiction gruppo Universal e vede la partecipazione, tra gli altri, di John Paul Jones (che è anche il produttore), Jack White e Luther Dickinson. Steven Gene Wold (vero nome) tra l’altro se li può permettere perché, miracolosamente, i suoi dischi, entrano regolarmente nei Top Ten delle classifiche di vendita inglesi (ma anche in Irlanda, Olanda, Francia, Svezia e in generale nel circuito dei Festival europei è popolarissimo), pur concedendo pochissimo alle mode imperanti. Gagliardo!

Strana accoppiata sulla carta (ma molto valida) quella tra Steve Martin e Edie Brickell, che dopo i Gaddabouts e il figlio di Paul Simon, Harper, questa volta collabora con il noto comico americano, che però come molti sanno è anche un virtuoso del banjo nella bluegrass band degli Steep Canyon Rangers (presenti in forza nel CD). Ma ci sono anche Esperanza Spalding, Waddy Wachtel, Webb Sisters, Sara & Sean Watkins in questo Love Has Come For You, prodotto da Peter Asher, pubblicato dalla Rounder/Universal, con 13 brani composti per l’occasione dai due musicisti e assolutamente piacevole e delizioso. Eccoli da Letterman e in un video dall’album.

In questi tempi di Last Bison, Avett Brothers e Old Crow Medicine Show, potrebbe essere una piacevole sorpresa, molto bello!

La copertina, visti i tempi, è assolutamente di cattivo gusto, ma James Osterberg non se ne è mai curato molto e quindi per il primo album con la ragione sociale Iggy And The Stooges dai tempi di Raw Power (e correva il 1973) ha scelto questo Ready To Die per esordire con la Fat Possum, forse l’etichetta più vicina allo spirito di questo disco. 34 minuti di “viulenza” e rock, in dieci brani, per questo ennesimo ritorno di Iggy Pop, con James Williamson di nuovo alla chitarra.

 

treetop flyers mountain moves.jpgkopecky family band kids.jpgthe bills yes please.jpg

 

 

 

 

 

 

Un terzetto di nomi nuovi, poco conosciuti ma assai interessanti.

I Treetop Flyers prendono il nome da un vecchio brano di Stephen Stills, ma contrariamente a quanto potrebbe far pensare la ragione sociale e il genere, tipicamente americani, vengono dall’Inghilterra e questo loro esordio The Mountain Moves esce per l’etichetta inglese Loose Music. Ci sono elementi della Band, Neil Young, Fleetwood Mac e Little Feat, ma anche My Morning Jacket, Coral e Jonathan Wilson. Il disco è stato prodotto in California da Noah Georgeson, in uno studio che era stato costruito per Rick Rubin. Sono un quintetto con tre chitarre e più meno tutti cantano anche, quindi le armonie vocali sono ottime. Anche in questo caso musica derivativa, ma chissenefrega, take a listen, il primo brano non c’è sull’album.

E anche, orrore (perché poi?), i primi America, ma al sottoscritto piacciono entrambi, consigliato.

Anche i Kopecky Family Band si aggregano al filone delle band formate da fratelli vari: qualcuno ha detto Avett Brothers o Last Bison? In questo però caso solo nel nome del gruppo e nell’attitudine, perché non sono neppure parenti. Ma come genere musicale potremmo citare anche Of Monsters And Men e Arcade Fire. Fiati, cello, pedal steel, uniti a chitarre e tastiere, un sound più “moderno” dei primi nomi citati, etichetta ATO Records, alternanza di voci maschili e femminili (Kelsey Kopecky che dà il nome al gruppo), assai piacevoli anche costoro, se proprio, sotto la minaccia di una pistola, dovessi scegliere tra loro e Justin Bieber o One Direction, sarei veramente in difficoltà (un po’ di sana ironia). Mi sembrano meno validi dei Treetop Flyers sopracitati e dei Bills (di cui tra poco) ma comunque niente male. Il titolo l’ho detto? Kids Raising Kids! Un paio di esempi.

Per finire parliamo dei Bills, altra interessante band che appartiene al filone di cui stiamo parlando. Sono canadesi, Yes Please è il loro secondo album, è già uscito da qualche mese ma ora avrà una distribuzione più consistente tramite la Red House. Si sono azzardati paragoni con la Band (forse perché hanno una fisarmonica in formazione) ma il suono mi sembra decisamente più acustico, per quanto assai interessante. Anche in questo caso un paio di video di assaggio (sono i vantaggi della rete rispetto alle recensioni sul Busca). Il secondo brano, strumentale, mi ricorda moltissimo, per una certa aria vagamente cameristica, classicheggiante, ma country folk paesana al tempo stesso, i più volte citati Last Bison. Non più dei pivellini, sono in pista dal 1996, molto bravi anche questi!

Fine della prima parte (e di novità di maggio, per inciso, abbiamo parlato poco, ma rimedierò nella seconda parte). In fondo siamo al primo maggio e, per la serie gli svantaggi della rete, oggi ho avuto delle vicissutidini tecniche e ho dovuto riscrivere parte del Post.

Bruno Conti

P.S. Proprio mentre scrivevo mi è arrivata una mail nella posta elettronica che mi annuncia la prossima uscita del nuovo album dei Civil Wars. Ma non si erano sciolti? Prossimamente ulteriori notizie, anche se pare che non abbiamo risolto le loro divergenze. La copertina dovrebbe essere questa, ma oggi non si riesce ad entrare nel sito. Comunque l’uscita è prevista (forse) per la tarda estate.cover_zps9eebfd73.png

Novità Di Maggio (E Non Solo) Parte I. Donovan, Sea Level, Cochise, Iggy And The Stooges, Edie Brickell & Steve Martin, Seasick Steve, Treetop Flyers, Kopecky Family Band, The Bills, Eccetera, Eccetera!ultima modifica: 2013-05-01T19:58:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *