Sempre Buona Musica Dalle Parti Di Austin! Jimmy LaFave – The Night Tribe

jimmy lafave night tribe

Jimmy LaFave – The Night Tribe – Music Road Records

Jimmy LaFave è come un buon vino rosso, più invecchia e più migliora, dopo ben 36 anni di botte (carriera) e il diciassettesimo tipo di vino (album). Il modo con cui LaFave mescola il suo vino (il suono) è particolarmente vario, agli inizi era rock ‘n’ roll, poi si è miscelato con il country, il folk e il blues, con un raccolto importante nelle annate migliori con Austin Skyline (92), Highway Trance (94), Buffalo Return To The Plains (95), Road Novel (97), Depending On The Distance (12) http://discoclub.myblog.it/2012/10/21/non-solo-covers-ma-molto-di-piu-jimmy-lafave-depending-on-th/ , fino ad arrivare a questo ultimo prodotto The Night Tribe dove si fa aiutare da “addetti ai lavori” di grande qualità come il “sommelier” Radoslav Lorkovic al pianoforte, e lavoranti del posto quali Anthony DaCosta, Garrett Lebeau (molto bello il suo disco solista, Rise To The Grind, perfetto country got soul) e Larry Wilson alle chitarre elettriche, Andrew Pressman al basso,  Bobby Kallus alla batteria, James Anderson e Javier Chaparro ai violini, e Noelle Hampton con Jaimee Harris a canticchiare durante la vendemmia.

jimmy lafave 2

Le “degustazioni” si aprono con la dolce The Beauty Of You, seguita da un’altra bella e commovente canzone d’amore Maybe , e da una cover inaspettata di Journey Throught The Past di Neil Young, deliziosamente triste e cantata con il cuore da Jimmy (sempre con il piano in evidenza) https://www.youtube.com/watch?v=3heIbiaLr3E , e siccome un sorso tira l’altro, proseguono le ballate con le crepuscolari It’s Not On Me e Talk To An Angel, mentre Trying To Get Back To You è un moderno country-blues. Per chi conosce l’oste LaFave non poteva mancare una cover di “mastro” Dylan come Queen Jane Approximately (per chi non se la ricorda era nel pluridecorato Highway 61 Revisitedhttps://www.youtube.com/watch?v=ijycDOgx2pA , per poi passare alla delicata Island, la sofferta title-track The Night Tribe (sui personaggi che vivono e animano la notte) https://www.youtube.com/watch?v=b5dLPXgbvXs , l’ariosa Never Came Back To Memphis https://www.youtube.com/watch?v=vkUzzjKzls4 , arrivando alla fine delle “degustazioni” con la straziante melodia di Smile, gli accordi blues di Dust Bowl Okies https://www.youtube.com/watch?v=Uhe-DEnFtO4 , e la classica ballata da “cuori infranti” The Roads Of The Earth, marchio di fabbrica dell’oste.

Anche chi non ha feeling con la scena di Austin (e in generale con la roots-music di origine texana) potrebbe facilmente riconoscersi in questo disco di Jimmy LaFave, in quanto in The Night Tribe ci sono delle canzoni e anche le solite ballate, interpretate in modo romantico, che sono il simbolo della vena poetica del suo autore, negli ultimi anni  diventata più intensa, malinconica e profonda. Jimmy LaFave è un cantautore di razza e per proseguire nella metafora vinicola, i suoi riferimenti pescano nel giusto vigneto (Guthrie e innanzitutto Dylan), cosa che gli permette ancora, all’alba dei 60 (anni), di produrre un vino intenso, dolce e amabile, tale che dopo averlo sorseggiato e gustato, apre il cuore e l’anima. Un CD millesimato!

Tino Montanari

Sempre Buona Musica Dalle Parti Di Austin! Jimmy LaFave – The Night Tribeultima modifica: 2015-05-18T13:59:17+00:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*