Un’Idea Più Che Brillante, Geniale! Transatlantic Sessions 5, Volume Three with Aly Bain & Jerry Douglas, Per Non Dire Degli Altri!

transatlantic sessions 5.jpgtransatlantic sessionsdvd 5.jpg

 

 

 

 

 

 

Transatlantic Sessions 5 Volume Three with Jerry Douglas & Aly Bain – Whirlie Records CD o DVD

Questa delle Transatlantic Sessions è state veramente un’idea brillante. Partorita dalle brillanti menti della BBC Scotland, BBC 4 e dalla RTE, la televisione di stato irlandese, questa serie nasce nel lontano 1995 con l’idea di unire musicisti provenienti dai due lati dell’oceano, country e folk principalmente, ma con contributi anche dal blues e dalla canzone d’autore. Il tutto avviene in uno studio fornito dalla Pelicula Studio Films di Glasgow dove una house band fissa accoglie durante queste sessions la crema della musica “roots” proveniente da tutto il mondo. E noi perché ne parliamo solo adesso, dopo l’uscita di quindici CD e 5 DVD (ma i dischetti sono nove in totale) complessivamente? Non lo so, ma l’importante è parlarne! Prima di vedere cosa succede in questo ultimo capitolo (per il momento), cerchiamo di capire chi si è avvicendato nel corso degli anni.

I “padroni di casa” sono Aly Bain, prodigioso violinista delle Shetland, fondatore dei Boys Of The Lough nel lontano 1972 e Jerry Douglas, di cui forse si farebbe prima a dire con chi non ha suonato, maestro della chitarra resonator e della lap steel e presente in oltre 1600 dischi dagli anni ’70 ad oggi (tra le ultime collaborazioni importanti quelle con Paul Simon, Mumford and Sons, Alison Krauss, Clapton e Costello, ma sono proprio una minima parte della sua discografia); con loro ci sono, o ci sono stati, Russ Barenberg (USA), John Doyle (Irlanda via Usa, ex dei Solas), Noillaig Casey (anche lei dall’Irlanda, violinista e moglie di Arty McGlinn), John McCusker (ex di Kate Rusby e ora marito di Heidi Talbot, un po’ di gossip), Michael McGoldrick  (tin whistle e uileann pipes, attualmente con la band di Mark Knopfler), Donald Shaw (dalla Scozia, accordion e tastiere, viene dai Capercaillie, nonché marito di Karen Matheson) e, tanto per non farci mancare nulla, Danny Thompson al contrabbasso e James Macintosh (degli Shooglenifty) alla batteria. E questi sono “solo” gli accompagnatori.

Tra gli ospiti, a partire dal 1995: Mary Black, Guy Clark, Iris DeMent, Dick Gaughan, Emmylou Harris, Donal Lunny (un nome ricorrente, c’è anche nella nuova stagione), John Martyn, Kate & Anna McGarrigle, Karen Matheson, Kathy Mattea, Rufus Wainwright e tantissimi altri, in un incrocio vorticoso di scambi (pensate al trio Black, Dement, Harris o alla stessa Emmylou con Guy Clark, John Martyn con Kathy Matthea, in una versione da sballo di May You Never, le McGarrigles, con Rufus, Emmylou Harris e Dick Gaughan, cose da non credersi, per una prima annata “quasi” irrepetibile). Ma poi negli anni a venire, arriveranno, Paul Brady, Rosanne Cash, Nacncy Griffith, Ricky Skaggs, Maura O’Connell, Sharon Shannon e, dopo una lunga pausa, dal 2007, ora con una cadenza biennale (negli anni dispari registrano, l’anno dopo pubblicano, prossimo capitolo 2013-14): ancora Paul Brady, Iris DeMent, Sharon Shannon, Julie Fowlis, Joan Osborne, Darrell Scott, Eddi Reader e ancora, James Taylor, Allison Moorer, Liam O’Maonlai, Martha Wainwright, Karen Casey, di nuovo Rosanne Cash ed una infinità di altri.

Per questa stagione troviamo Eric Bibb (che è in uno dei volumi precedenti, ma il DVD li riporta tutti insieme) e…, veniamo a bomba, Alison Krauss in una bellissima versione di I Believe In You di Bob Dylan, Jerry Douglas, Sam Bush, Donal Lunny che guidano tutto il “cucuzzaro” in un notevole strumentale dello stesso Jerry, Route Irish. Eddi Reader, tanto brava quanto sottovalutata (tutti si ricordano solo della canzoncina dei Fairground Attraction), canta da par suo una deliziosa Dragonflies scritta con Boo Hewerdine, Phil Cunningham guida tutti gli strumentisti in un medley strumentale di gighe e reels, poi sostituito da Donal Lunny per la sua Cunla. In Leaving Limerick la voce solista è quella di Muirreann Nic Amhlaoibish (ma nomi normali no?) degli ottimi Danù e per un brano in gaelico di cui mi rifiuto di scrivere il titolo la scozzese doc Kathleen MacInnes con la partecipazione di Sarah Jarosz.

Poi un altro brano, definito Breton Set, con la guida di John McCusker, una bellissima Windows Are Rolled Down cantata alla grande da Amos Lee (con Sarah Jarosz e Alison Krauss) e un altro Dylan da antologia, Ring Them Bells, splendida anche in questa versione celto-americana cantata da Sarah Jarosz e non potendo avere il Morrison originale ci accontentiamo del giovane Iain che canta, benissimo (prendere nota, molto bravo) la sua Broken Off Car Door. Ci sono altri quattro brani tra cui una notevole Litte Girl Of Mine In Tennessee, con il trio Sam Bush, Bela Fleck e Jerry Douglas (oltre a tutti gli altri, che comunque appaiono a rotazione in tutto il CD)! Se avete avuto una vincita alla lotteria o un’eredità vi consiglierei di acquistare tutta la serie, meglio in DVD, anche se costano un pacco di soldi e non sono di facile reperibilità. Non per nulla vincitore del premio per il miglior disco tradizionale in terra d’Irlanda (MG Alba Awards 2011). Una meraviglia!

Bruno Conti

Un’Idea Più Che Brillante, Geniale! Transatlantic Sessions 5, Volume Three with Aly Bain & Jerry Douglas, Per Non Dire Degli Altri!ultima modifica: 2013-01-10T18:39:00+01:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *