Non Solo Non E’ Morto Da 35 Anni, Ma Oggi Ne Compie 75! Auguri A Bob Dylan!

bob dylan smiling 1 bob dylan smiling 2

In un 2016 nefasto e con una media di ben più di un necrologio al mese, finalmente una celebrazione: Bob Dylan, ovvero il più grande di tutti (e non lo dico io perché sono un fan, chiedete in giro o fatevi un tour su internet), oggi compie 75 anni, dei quali circa 55 passati a deliziare il mondo con le sue canzoni immortali. E Bob pare che non abbia nessuna voglia di rallentare, in quanto ha appena pubblicato un nuovo disco, Fallen Angels (http://discoclub.myblog.it/2016/05/18/male-morto-35-anni-bob-dylan-fallen-angels/) e ha già pronta una tournée americana di concerti.

bob dylan summer tour 2016

Io vorrei celebrarlo con una serie non di interpretazioni sue, ma di cover di suoi pezzi da parte di  colleghi, seguendo un criterio assolutamente personale (e non in ordine di preferenza), quindi alternando versioni famose e altre meno, e non basandomi soltanto sulla popolarità della cover (quindi non aspettatevi Knockin’ On Heaven’s Door dei Guns’n’Roses). E perdonatemi se mi dimenticherò qualcosa, magari il Bruno mi aiuterà integrando l’elenco. (*NDB Una avvertenza, abbiate pazienza mentre il Post si carica sul Blog, ci sono veramente tante belle canzoni da ascoltare)

Partiamo, per evitare equivoci, con la più inarrivabile di tutte. (Jimi Hendrix – All Along The Watchtower)

Ma anche la versione del Bisonte non era di molto inferiore! (Neil Young – All Along The Watchtower, live al “Bobfest” del 1992) *NDB. Il video in rete non c’è, accontentatevi del trailer.

E sempre dal vivo, non poteva mancare il Boss (Bruce Springsteen – Chimes Of Freedom)

Uno che Bob lo conosce bene (Tom Petty – Tweeter and The Monkey Man)

Una delle cover storiche, ma anche una delle più belle (Byrds – Mr. Tambourine Man)

Pure questa è “abbastanza” famosa (Manfred Mann – The Mighty Quinn)

Ed il grande Van “The Man” dove lo mettiamo? (Them – It’s All Over Now, Baby Blue)

Ed ecco, proseguendo per stereotipi, la Sacerdotessa (Patti Smith – Changing Of The Guards)

Questa scommetto che non ve la ricordavate, ma a me è sempre piaciuta assai (Judy Collins – Like A Rolling Stone)

E come potevamo dimenticarci del King (che poi è anche la cover preferita da Bob stesso)? (Elvis Presley – Tomorrow Is A Long Time)

Ed ecco due che di cover di Bob ne hanno incisa qualcuna, prima le donne (Joan Baez – Farewell Angelina)

E dopo loro (The Band – I Shall Be Released)

Lui, quando non fa la Pietra Rotolante, è un dylaniano doc (Ron Wood – Seven Days)

Ovviamente non può mancare anche il suo “complessino” (Rolling Stones – Like A Rolling Stone)

Ed eccone una di recente pubblicazione (The Highwaymen – One Too Many Mornings)

Questa è splendida, e poi c’è anche Bob nerl pezzo (Eric Clapton – Sign Language)

Altra cover storica, in francese stavolta (Fairport Convention – Si Tu Dois Partir)

E una in italiano no? Chiedo scusa a De Gregori ma scelgo questa (Fabrizio De Andrè – Avventura a Durango)

E’ un po’ che non parliamo dei Grateful Dead, scherzo, eccoli qua (Grateful Dead – Visions Of Johanna)

Abbiamo messo uno Stone, ecco quindi un Beatle (George Harrison – If Not For You)

Questa secondo me non se la ricorda neanche Bruno (Chuck Prophet – Abandoned Love)

Una delle più commoventi (Warren Zevon – Knockin’ On Heaven’s Door)

E finiamo con un po’ di sano cowpunk (Jason & The Scorchers – Absolutely Sweet Marie)

E, come bis, niente è più appropriato di questa (Bob Dylan & Friends – My Back Pages live Bobfest 1992)

Buon Compleanno!

Marco Verdi

*NDB Se volete questo Post lo teniamo “aperto”, per cui chi legge se vuole aggiungere o consigliare qualcosa è bene accetto, comunque noi ci riserviamo eventuali altre aggiunte future, in una sorta di “Never Ending Post”! E già che ci sono qualche cover “oscura” ma splendida ve la segnalo anch’io. Ripeto quanto detto all’inizio, se il Post fatica a caricare abbiate pazienza e troverete tanta buona musica.

Per esempio questa versione fenomenale di Going Going Gone, cantata da Robin Holcomb e con un assolo di chitarra stratosferico di Bill Frisell, uno dei più belli che abbia mai sentito.

Una cover di una band che mi è sempre piaciuta moltissima. il gruppo di Jimmy Barnes, Cold Chisel, alle prese con Knockin’ On Heaven’s Door nel 1980

Da Supersession, Bloomfield, Kooper And Stills alle prese con It Takes A Lot Laugh, It Takes A Train To Cry

E dalla colonna sonora di I’m Not There Stephen Malkmus & The Million Dollar Bashers eseguono una splendida Ballad Of A Thin Man

Sempre dallo stesso film, Willie Nelson e i Calexico alle prese con Senor Tales Of Yankee Power

Bruno Conti

Non Solo Non E’ Morto Da 35 Anni, Ma Oggi Ne Compie 75! Auguri A Bob Dylan!ultima modifica: 2016-05-24T15:14:42+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *