Rieccolo Finalmente! Non Uno, Non Due, Non Tre, Ma Ben Quattro Nuovi Album Per Guthrie Thomas.

guthriethomas.jpgguthriethomas2.jpgguthriethomas3.jpg

 

 

 

 

 

 

 

guthriethomas4.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Guthrie Thomas – Medicine Man – Moon And Back Records

Guthrie ThomasMirror Images –   ”      ”      ”       “

Guthrie ThomasOld Horses            ”     ”       ”      “

Guthrie Thomas – Way Back When    ”     ”      ”       “

Quando ho scoperto sul suo sito che erano usciti quattro CD quattro nuovi tutti di un colpo di Guthrie Thomas non ci potevo credere, poi li ho ordinati (li sto aspettando e quindi non li ho ancora ascoltati a parte i teaser, e non vi so dire nulla di preciso).

Di tanto di tanto andavo a curiosare sul suo sito appunto nella speranza che uscisse qualcosa di nuovo ma era dai tempi di Poet, Painter, Medicine Man del 2001 che nulla succedeva. Tra l’altro quel titolo riassumeva anche tre delle sue tante professioni. Ma confesso che io l’ho sempre amato come musicista, Cantautore (con la C maiuscola), uno dei più “grandi” tra quelli di culto degli anni ’70 (e ’80 e anche ’90, perché no). I suoi primi dischi, Guthrie Thomas I del 1975 e Lies And Alibis del 1976 sono tra i pochissimi vinili che ancora posseggo (mai trovati in CD anche se ho letto nel suo ottimo sito GuthrieThomasMain.html che ne esisterebbe una edizione giapponese che li raccoglie entrambi), due dischi molto belli, la quintessenza del cantautore, tra rock, country, folk paragonato di volta in volta a John Prine, John Stewart, Townes Van Zandt, Cat Stevens, Gordon Lightfoot, Harry Chapin, Neil Diamond, Bob Dylan persino, anche lui uno dei “nuovi Dylan!.

In quei due dischi del 1975-1976 suonano musicisti come (ho sfoderato i vinili, anche se mi lo sono fatti “copiare” su CD, sono miei quindi posso farlo): Robert Wachtel (che sarebbe Waddy), Dan Dugmore, Jim Keltner, David Foster e Mark Dawson, per citarne alcuni del primo e nel secondo, il più bello, quello con Sweet Virginia (una canzone di una bellezza totale) dedicato alla compagna di allora (e a sua volta musicista) Ginny Vick, suonano, oltre a quelli citati per il primo disco, John Hartford, David Paich, Ringo Starr e Marc Edelsen oltre allo stesso Guthrie Thomas che è un ottimo chitarrista acustico e, soprattutto, scrive delle bellissime canzoni e le canta da par suo con una voce calda e vibrante.

Nel sito trovate anche la sua discografia e molti dei dischi pubblicati dalla Taxim negli anni ’80 e ’90 sono comunque eccellenti. Siamo di fronte ad un altro dei prototipi del “Beautiful Loser” ma lui a differenza di Townes Van Zandt o Tom Jans è ancora in pista, vi dirò poi con che risultati.

Nel sito, Medicine Man e Mirror Images sono presentati come i due album tutti di canzoni nuove mentre Old Horses e Way Back When sono delle raccolte di materiale vario, in linea di massima “raro”, anche tratto dagli album Capitol. In Way Back When, per esempio, ci sono Sweet Viriginia, Carry On, Captain Jack, I’ve Got To Go e molte altre perle per conoscere un grande cantautore, tanto per gradire…

Quindi ci risentiamo per parlarne fra non molto, nel frattempo non dimenticate che la ricerca della “buona musica” prosegue!

Bruno Conti

Rieccolo Finalmente! Non Uno, Non Due, Non Tre, Ma Ben Quattro Nuovi Album Per Guthrie Thomas.ultima modifica: 2011-08-30T18:13:00+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *