Un Cantastorie, La Sua Chitarra E Poco Altro! Jeff Black – Folklore

jeff black folklore

*NDB Da ieri è in corso un aggiornamento tecnico del Blog, per cui oggi aggiungo, al volo, questa recensione dell’amico Tino, buona lettura!

Jeff Black – Folklore – Lotos Nile Music

Per il sottoscritto, Birmingham Road (98) è stato un vero e proprio fulmine a ciel sereno (l’album che mi ha spalancato le porte a Jeff Black), e da allora, dopo altri lavori di ottimo livello (come sempre  puntualmente recensiti su queste pagine virtuali), è diventato un artista di “culto” anche per colleghi ben più noti. Con Folklore continua la sequenza ininterrotta di successi artistici di Black https://www.youtube.com/watch?v=A58AYYgKXug : registrato nell’arco di due giorni (nel gennaio di quest’anno) presso gli Arcana Studios di Nashville,e solo con l’aiuto al mix dell’acclamato Dave Sinko, il buon Jeff suona tutti gli strumenti, chitarra a 6 e 12 corde, banjo, armonica, tutte le tredici canzoni uscite dalla sua penna, di cui una in coabitazione con i figli Emerson e Zuzu (vedo che anche in America imperversa la ricerca di nomi strani ed improbabili).

jeff black folklore 1

Folklore è senza dubbio il suo disco più tradizionale fino ad oggi, basato su un progetto acustico, che permette alla voce e ai testi di essere sempre al centro della scena, a partire dalle iniziali Rider Coming, Folklore, Break The Ground, Hondy Do con in evidenza la melodia delle dodici corde, mentre il banjo accompagna la dolente Cages Of My Heart, per poi passare al folk recitativo di 63 Mercury Meteor. Lemonade è la breve filastrocca country composta con i figli, a cui fanno seguito le dolci ballate con armonica in sottofondo #10 Bus e No Quarter, passando poi alle atmosfere della tradizione dei monti Appalachi di Sing Together (in memoria di Pete Seeger) e Tom Domino (dove nel ritornello spunta un verso di un brano dei Rolling Stones), chiudendo con due meravigliose bonus tracks, Flat Car con una lacerante armonica ad accompagnare la voce di Jeff, e le noti finali di una triste Decoration Day.  

jeff black folklore 2

Se non conoscete Jeff Black, questa è la giusta occasione di fare la sua conoscenza, perché  anche questo lavoro è un disco splendido, una collezione unica di grandi canzoni, introspettive e sofferte, scandite dal timbro della sua bellissima voce, accompagnate solamente dal “fingerpicking” della sua chitarra e dalla melodia  di un’armonica “morriconiana”, una musica intensa, personale e profonda, che non appartiene ad alcuna corrente o genere musicale, ma che è pura ed incontaminata, da cercare assolutamente (anche se purtroppo è un CD autodistribuito, di difficile reperibilità).

Tino Montanari

Un Cantastorie, La Sua Chitarra E Poco Altro! Jeff Black – Folkloreultima modifica: 2014-04-28T18:47:26+02:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *