Lo Springsteen Della Domenica: Uno Show Più Breve Del Solito, Ma Non Per Questo Meno Appassionante. Bruce Springsteen & The E Street Band – Greensboro 2008

bruce springsteen 2008

Bruce Springsteen & The E Street Band – Greensboro, North Carolina April 28, 2008 – live.brucespringsteen.net/nugs.net 3CD – Download

(Piccola premessa: il “breve” del titolo riferito alla durata del concerto di cui mi occupo oggi è in relazione allo standard abituale del Boss, dato che comunque siamo di fronte ad uno show di due ore e mezza, timing inarrivabile per il 90% degli acts mondiali…e che è stato deciso di rappresentare su tre CD quando ci stava comodamente su due).

bruce springsteen greensboro 2008 2

Tra le miriadi di fans di Bruce Springsteen ce ne sono molti che io definisco scherzosamente “talebani”, soprattutto quando sostengono che le mitiche esibizioni dal vivo del loro idolo che hanno più valore sono quelle di inizio carriera e comunque fino al tour di The River (e fin qui posso essere abbastanza d’accordo), mentre il Boss post reunion con la E Street Band, quindi dal 1999 in avanti, è una rockstar di mezza età (ed oggi della terza età) senza più la fame di quando era giovane e con la tendenza ad autocelebrarsi in spettacoli troppo magniloquenti. Su questa seconda parte dissento, in quanto Springsteen oggi è ancora una formidabile macchina da spettacolo, e non ci trovo nulla di scandaloso nell’affermare che uno show degli anni duemila può coinvolgermi e divertirmi esattamente come uno del 1978, e siccome io ai concerti ci vado per essere intrattenuto a dovere sinceramente (ed egoisticamente, lo ammetto) mi interessa poco se chi è sul palco non sa cosa farà tra un mese o vive a mollo nei dollari come Zio Paperone.

bruce springsteen greensboro 2008 1

Ad esempio, il triplo CD di cui vi parlo oggi, terzultima uscita degli archivi dal vivo di Bruce, è riferito ad una tappa del Magic Tour del 2008 a Greensboro, North Carolina, una serata che non ha implicazioni leggendarie né riveste particolare importanza storica come altri episodi della serie, ma è comunque una goduria dalla prima all’ultima canzone. Lo show fa parte della tournée seguita alla pubblicazione di Magic, non il miglior disco del nostro ma comunque un album diretto e godibile, il classico CD da ascoltare in macchina (e certamente molto meglio dei futuri Working On A Dream e High Hopes), un lavoro che vedeva al suo interno per l’ultima volta Danny Federici, morto di melanoma all’indomani delle sedute di registrazione. Ed è proprio all’ex organista del gruppo che è dedicato l’inizio dello show, con una toccante versione della ballata Blood Brothers, che negli anni Bruce ha eseguito pochissime volte (era uno dei quattro inediti inclusi nel Greatest Hits del 1995), seguita da altre due rarità, una Roulette tagliente come una lama https://www.youtube.com/watch?v=ng_U0enAUeg  ed una bellissima Don’t Look Back (outtake di Darkness On The Edge Of Town) che è puro E Street sound https://www.youtube.com/watch?v=kC3pDMD5c1U .

bruce springsteen greensboro 2008 3

Magic è rappresentato da ben sette selezioni, non tutte allo stesso livello: se da una parte abbiamo la travolgente Radio Nowhere, vero e proprio inno da stadio, e le epiche Last To Die https://www.youtube.com/watch?v=O0SJQDdMIMM  e Long Walk Home (i due vertici dell’album del 2007), dall’altra sia Gypsy Biker che Devil’s Arcade sono due brani piuttosto nella media https://www.youtube.com/watch?v=OjEkx2TPKSU , mentre gradevole risulta Livin’ In The Future anche se ricorda parecchio Tenth Avenue Freeze-Out, e niente male Magic riletta in veste folk acustica. Chiaramente non mancano i classici che in un concerto del Boss ci sono quasi sempre (Out In The Street, The Promised Land, Darkness On The Edge Of Town, Badlands), ma anche le sempre acclamatissime Because The Night e Trapped (cover di Jimmy Cliff che ormai è un evergreen del Boss a tutti gli effetti) https://www.youtube.com/watch?v=lU48IdY0Xe0 , nonché un richiamo agli esordi con una splendida e vigorosa It’s Hard To Be A Saint In The City.

06/25/2008 - Bruce Springsteen - Bruce Springsteen in Concert at San Siro Stadium in Milan - June 25, 2008 - San Siro Stadium - Milan, Italy - Keywords: "The Boss", Bruce Springsteen and the E Street Band Steel Mill Miami Horns Southside Johnny Gary U.S. Bonds USA for Africa Artists United Against Apartheid The Sessions Band - False - ** WORLDWIDE SYNDICATION RIGHTS EXCLUDING UK & ITALY - NO PUBLICATION IN UK OR ITALY ** - Photo Credit: Solarpix / PR Photos - Contact (1-866-551-7827)

Photo Credit: Solarpix / PR Photos – Contact (1-866-551-7827)

Tre pezzi provengono dall’allora recente The Rising, e cioè l’epica title track, la coinvolgente Waitin’ On A Sunny Day (non ancora il singalong degli ultimi anni) e la lunga e trascinante Mary’s Place, una sorta di Rosalita degli anni 2000 https://www.youtube.com/watch?v=9vUAosIeVA4 . Nei bis come al solito i nostri sparano le ultime cartucce alla grande con la sempre eccelsa Backstreets seguita dalla “crowd-pleaser” Bobby Jean e dall’immancabile Born To Run, mentre il gran finale è riservato al rock’n’roll di Ramrod ed alla potente ed Irish-oriented American Land, che riesce a far saltare tutto il pubblico anche dopo due ore e mezza. Nella prossima uscita torneremo agli albori della leggenda del Bruce Springsteen performer, con una serata londinese del 1975…per la gioia dei “talebani” di cui sopra.

Marco Verdi

Lo Springsteen Della Domenica: Uno Show Più Breve Del Solito, Ma Non Per Questo Meno Appassionante. Bruce Springsteen & The E Street Band – Greensboro 2008ultima modifica: 2021-01-10T10:08:35+01:00da bruno_conti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *