Il Meglio Del 2013: Altre Riviste Inglesi – Q e NME

Direi che è il momento di accelerare con le liste di fine anno, ecco quelle di altre due delle più famose riviste musicali inglesi New Musical Express (di cui non condivido il 90% delle scelte, forse meno, 3 o 4 per classifica piacciono anche a me, altri li trovo orridi o inutili, ma il mondo è bello perché è vario e questo è un Blog di “Carbonari”, c’è anche la rubrica a provarlo).

q-mag-2013

Q Magazine’s Top Albums of 2013

arctic monkeys am


1. Arctic Monkeys – AM

2. Vampire Weekend – Modern Vampires of the City

3. David Bowie – The Next Day

4. Daft Punk – Random Access Memories

john hopkins immunity

5. Jon Hopkins – Immunity ??? Chi cacchio è? Confesso la mia ignoranza, ma immagino sarà dance elettronica! Confermo http://www.youtube.com/watch?v=Q04ILDXe3QE

manic street preachers rewind
6. Manic Street Preachers – Rewind the Film
http://www.youtube.com/watch?v=PwwtOd3pMlk

cass mccombs big wheel
7. Cass McCombs – Big Wheel and Others
http://www.youtube.com/watch?v=2lKF_G1hXsE

bill ryder jones a bad wind
8. Bill Ryder Jones – A Bad Wind Blows in My Heart
L’ex leader dei Coral con il suo album da solista http://www.youtube.com/watch?v=bKF-g_tnrn8 molto bello!

john grant pale green ghosts

9. John Grant – Pale Green Ghosts

haim days are gone
10. Haim – Days Are Gone
http://www.youtube.com/watch?v=1TffpkE2GU4

jagwar ma howlin
11. Jagwar Ma – Howlin’ http://www.youtube.com/watch?v=UvCA8Y4lW-k molto anni ’80 British, come peraltro gran parte delle scelte di Q, che rimane fedele in modo consistente alla scena musicale locale. Ci sono delle scelte interessanti, ma alcuni non li inserirei neppure tra i miei cinquemila preferiti dell’anno. Ma come si dice, de gustibus…
12. My Bloody Valentine – MBV

steve mason monkey minds
13. Steve Mason – Monkey Minds in the Devil’s Time http://www.youtube.com/watch?v=RKUEq_FNlSE
14. Queens of the Stone Age – Like Clockwork

foals holy fire
15. Foals – Holy Fire http://www.youtube.com/watch?v=siyXiKvtSpo

131217_164336_NMECoverXmas_CMA3_171213

NME Top 15

1. Arctic Monkeys AM

  1. Kanye WestKanye West
    Yeezus

  2. QOTSAQOTSA
    …Like Clockwork

  3. FoalsFoals
    Holy Fire

  4. SavagesSavages
    Silence Yourself

  5. Daft PunkDaft Punk
    Random Access Memories

  6. Arcade FireArcade Fire
    Reflektor

  7. Nick CaveNick Cave
    Push The Sky Away

  8. Laura MarlingLaura Marling
    Once I Was An Eagle

  9. David BowieDavid Bowie
    The Next Day

  1. Jon Hopkins – Immunity
  2. MIA – Matangi
  3. Drenge – Drenge
  4. Vampire Weekend – Modern Vampires Of The City
  5. Peace – In Love

Idem come sopra, li ho presi direttamente dal loro sito! In giornata penso di inserire altre liste.

Bruno Conti

Best Of 2012! Il Meglio Della Stampa Internazionale: Chi Mancava? Q, Billboard, Classic Rock, Allmusic…

q-mag-best-albums-2012.jpgROC179.cover1_1.jpg

 

 

 

 

 

 

Completiamo le liste dei migliori dell’anno con alcune note riviste e siti che mancavano all’appello. Q non è più da alcuni anni una rivista a cui il sottoscritto guarda con attenzione, ma non ci si può esimere da una citazione: oltre a tutto, astutamente, i loro 50 migliori dell’anno sono stati inseriti in ordine alfabetico per cui non si può estrapolare una parte della classifica, ma solo pubblicarla nella sua interezza…

Q Magazine – Top 50 Albums of 2012

The 2 Bears – Be Strong
Alabama Shakes – Boys & Girls
Alt-J – An Awesome Wave
Paul Banks – Banks
Bat For Lashes – The Haunted Man
Beach House – Bloom
Jake Bugg – Jake Bugg
David Byrne & St. Vincent – Love This Giant
Cat Power – Sun
Leonard Cohen – Old Ideas
Daphni – Jiaolong
Lana Del Rey – Born To Die
Dirty Projectors – Swing Lo Magellan
Django Django – Django Django
Bob Dylan – Tempest
EL-P – Cancer4Cure
Field Music – Plumb
Go-Kart Mozart – On The Hot Dog Streets
Grimes – Visions
Grizzly Bear – Shields
Ren Harvieu – Through The Night
Richard Hawley – Standing At The Sky’s Edge
Here We Go Magic – A Different Ship
Hot Chip – In Our Heads
Elton John Vs. Pnau – Good Morning To The Night
Josephine – Portrait
The Killers – Battle Born
Kindness – World, You Need A Change of Mind
Mark Lanegan Band – Blues Funeral
The Maccabees – Given to the Wild
Mala in Cuba – Mala in Cuba
Mumford & Sons – Babel
Muse – The 2nd Law
Frank Ocean – Channel Orange
Orbital – Wonky
Peaking Lights – Lucifer
Plan B – Ill Manors
Emeli Sande – Our Version of Events
Saint Etienne – Words And Music By Saint Etienne
School Of Seven Bells – Ghostory
Bruce Springsteen – Wrecking Ball
Tame Impala – Lonerism
Totally Enormous Extinct Dinosaurs – Trouble
The Vaccines – Come Of Age
Sharon Van Etten – Tramp
The Walkmen – Heaven
Jessie Ware – Devotion
Paul Weller – Sonik Kicks
Jack White – Blunderbuss
Bobby Womack – The Bravest Man In The Universe

Ho quantomeno evidenziato in neretto quelli più interessanti per i miei gusti personali, 18 su 50 non è male, considerando le scelte di altre riviste.

Classic Rock Top 10

I primi 10 delle loro 50 posizioni. Mi facevano giustamente notare che rispetto allo scorso anno quando il disco dell’anno era risultato quello dei Mastodon, quest’anno ci è andata di lusso.

rush clockwork.jpg

 

 

 

 

 

 

1- Rush: Clockwork Angels

rival sons head down.jpg

 

 

 

 

 

 

2- Rival Sons: Head Down

Per chi si chiede, chi sono costoro? Ecco un estratto dal loro ultimo CD, del sano rock-blues anni ’70!

zztop la futura.jpg

 

 

 

 

 

 

3- ZZ Top: La Futura
4- Howlin’ Rain: The Russian Wild
5- Jack White: Blunderbuss
6- Joe Bonamassa: Driving Towards The Daylight
7- Bruce Springsteen: Wrecking Ball
8- The Darkness: Hot Cakes
9- Cory Branan: Mutt

10- Lynyrd Skynyrd: Last Of A Dying Breed

Quelle di Billboard e Allmusic sono “terribili”, ma per la cronaca eccole qui:

1) Frank Ocean – Channel Orange

2) Kendrick Lamar – good kid, m.A.A.d city

3) Miguel – Kaleidoscope Dream

4) Jessie Ware – Devotion

5) Taylor Swift – Red

6) Beach House – Bloom

7) Bruce Springsteen – Wrecking Ball

8) Cloud Nothings – Attack On Memory

9) Cat Power – Sun

10)Alt-J – An Awesome Wave

Queste di Billboard, vengono definite “Critics’ Picks”!!!

Ed ecco i primi dieci di AllMusic:

  1. Grimes – Visions
  2. Frank Ocean – Channel Orange
  3. Fiona Apple – The Idler Wheel is Wiser Than the Driver of the Screw and Whipping Cords Will Serve You More Than Ropes Will Ever Do
  4. Kendrick Lamar – good kid, m.A.A.d city
  5. Miguel – Kaleidoscope Dream
  6. Flying Lotus – Until the Quiet Comes
  7. Torche – Harmonicraft
  8. Jessie Ware – Devotion
  9. David Byrne & St. Vincent – Love This Giant
  10. Carly Rae Jepsen – Kiss

In attesa delle riviste musicali italiane specializzate che pubblicheranno le loro poll a gennaio direi che è tutto, salvo qualche “addetto ai lavori” disperso e l’ultima parte di quelle mie personali!

Bruno Conti

Il Ritorno di Un “Genio”? Bill Fay – Life Is People

bill fay life is peace.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bill Fay – Life Is People – Dead Oceans 21.08.2012

La settimana prossima esce il primo album di materiale “nuovo” inciso da Bill Fay, un geniale musicista inglese che ha operato (e pubblicato i suoi due dischi) tra il 1970 e il 1971. Poi è scomparso, i dischi sono diventati oggetti di culto come quelli di Nick Drake, ma lui non era morto, ovviamente. Con cadenza periodica delle coraggiose etichette indipendenti facevano uscire del materiale inedito d’archivio o delle ristampe dei suoi album, l’omonimo Bill Fay del 1970 (più orchestrale) e Time Of The Last Persecution (con una strumentazione più rock), entrambi editi, con bonus tracks, dalla Esoteric Records nel 2008, e in origine pubblicati dalla Deram, ma ora esce un album nuovo che, peraltro, non ho ancora avuto modo di sentire.

Per ora i “riscontri”, in ogni caso, sono i seguenti:

Mojo Album Del Mese 5 stellette – “Il primo Album di Bill Fay in 41 anni è sbalorditivo!”

Uncut 9/10 – “Meravigliosamente misurato ritorno per questo modesto maestro della canzone inglese”

Q 4 stellette – “Il sorprendente ritorno di un grande “perduto” artista di culto…una esperienza che incute timore.”

E si sprecano i paragoni (oltre che con Drake) con Ray Davies, John Lennon, il primo David Bowie e Gary Brooker. Per il momento mi limito a proporvi alcuni video con brani del suo repertorio e consigliarvi vivamente l’acquisto dei due album degli anni ’70, che direi è quasi d’obbligo, se già non ne siete felici possessori. Jeff Tweedy e Nick Cave sono grandi fans e i Wilco hanno eseguito un paio di volte dal vivo Be Not So Fearful, anche con la presenza sul palco dell’autore. Sul disco nuovo mi esprimerò non appena avrò occasione di ascoltarlo, ma con queste premesse dovrebbe essere un “trionfo”, sia pure per “Carbonari” veri. Il termine “genio” nel titolo del Post è volutamente provocatorio e anche tutte le virgolettature!

Uscita il 21 agosto.

Bruno Conti

Ulteriori Migliori Dischi Del 2010. La Stampa Estera: “Q”

Q header-mag.gif

 

 

 

 

 

 

 

Altro capitolo della “saga” dedicata ai migliori dischi del 2010, questa volta tocca allo storico mensile inglese Q.

Q Magazine Best Albums of 2010

arcade fire the suburbs.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Album Of The Year

Arcade Fire – The Suburbs

robert plant band of joy.jpgplan b.jpglaura marling i speak because i can.jpg

 

 

 

 

 

 

 

2) Robert Plant – Band Of Joy

3) Plan B – The Defamation Of Strickland Banks

4) Laura Marling – I Speak Because I Can

vampire weekend.jpgjohn grant.jpggorillaz plastic beach.jpg

 

 

 

 

 

 

 

5) Vampire Weeeken – Contra

6) John Grant – Queen Of Denmark

7) Gorillaz – Plastic Beach

national high violet.jpgpaul weller wake up.jpgmgmt congratulations.jpg

 

 

 

 

 

 

 

8) The National – High Violet

9) Paul Weller – Wake Up The Nation

10) MGMT – Congratulations

Qui siamo siamo più sulla mia lunghezza d’onda, in parte. Alla prossima lista.

Bruno Conti

Q 1001 Songs The Ultimate Playlist

q 1001 songs.Jpeg

 

 

 

 

 

 

 

Ufficialmente è estate, oggi è il 13 agosto del 2010, quindi è tempo di quelle classifiche che lasciano il tempo che trovano ma sono tanto divertenti da leggere. L’ultima della serie è questa The Ultimate Playlist 1001 Songs To Download Now del mensile inglese Q numero di agosto. Per chi vuole sapere tutto, 3,99 sterline o 8,60 euro se abitate in Italia, per gli altri qualche estratto.

Prima di tutto non è, come speravo, una sorta di nuova megaclassifica dopo quella dei 500 Top Album e 500 Top Songs di Rolling Stone ma una serie di interventi di musicisti e personalità dello spettacolo ai quali è stato chiesto di fare una playlist e scegliere i loro 10 brani preferiti, a qualcuno su tutto lo scibile umano ad altri su un cantante o un gruppo ben definito e non sembrerebbero neppure in ordine di preferenza ma secondo un ordine casuale (chissà se ci sarà qualcuno che si prenderà la briga di fare le somme, ma valgono di più le scelte di La Roux (quella di Bulletproof) o Chuck Palahniuk (quello di Fight Club)?

O meglio i primi 10 e il 1001° non sono per niente a caso: per i posti dall’1 al 10 abbiamo dieci brani dei Beatles scelti da Nicky Wire dei Manic Street Preachers mentre il 1001, ovvero il brano che non dovrebbe mancare in nessuna playlist (che si rispetti!) è Good Vibrations dei Beach Boys.

I video che vedete qui e là, non sono volutamente le versioni più famose, questo è del 1976 e quelli sono proprio Paul & Linda McCartney al 34° compleanno di Brian Wilson.

Tra i 10 brani dei Beatles scelti da Nicky Wire (e anche io so che agonia è quando devi scegliere, dimmi i tuoi brani preferiti, i tuoi dischi preferiti, e naturalmente si dicono quelli validi in quel millisecondo in cui lo dici ma ti stai già pentendo e te ne vengono in mente altri 753): a fianco di scelte ovvie come Strawberry Fields Forever, Paperback Writer (parla un bassista), For No One e Here Comes The Sun, Carry That Weight, Golden Slumbers e Magical Mistery Tour non sono proprio le prime che ti vengono in mente (io per esempio nelle migliori 10 canzoni di sempre, non solo dei Beatles, a fianco di A Day In The Life ci metto sempre e sottolineo sempre Happiness is a warm gun).

Ci sono poi le playlists di Danger Mouse (Little Wing di Jimi Hendrix, concordo, sempre nelle mie prime dieci non variabili, la versione dal vivo che era in Hendrix in The West, One Of These Days dei Pink Floyd e I Put A Spell on You di Screamin’ Jay Hawkins tra le altre), Dave Gahan (Hang on to your ego dei Beach Boys, A Man needs a maid di Neil Young e It Serves you right to suffer di John Lee Hooker!?!), le Female Icons scelte da Florence Welch (Janis Joplin con Cry Baby, Grace Slick con White Rabbit e Etta James con Something’s Got a Hold On Me vanno benissimo, Kate Bush e Bjork OK, ma Roisin Murphy e Diane Chuck? Chi è costei non conosco?).

I 10 brani di David Bowie sono scelti dal comico inglese Ricky Gervais che essendo un comico racconta un episodio divertente: Al 57° compleanno di Bowie nel bigliettino di auguri scrive “Non sarebbe ora di trovarsi un lavoro fisso? Firmato Ricky Gervais, 42 anni comico. La risposta di Bowie. Ce l’ho già, David Bowie, anni 57, Rock God” non male. Tra i brani scelti Can you hear me?, Sweet Thing e Letter To Hermione watch?v=6HuGqCJlTeM (peraltro molto bella) non sono le prime che ti vengono in mente, ma ci sono Heroes, Life on Mars, Changes e Ziggy Stardust.

Visto che la cosa si fa lunga (magari ci ritorno su con calma in uno dei prossimi giorni) ricorderei ancora Wayne Coyne dei Flaming Lips che sceglie dieci brani dei Pink Floyd (e, stranamente visto l’elemento, sono proprio 10 delle più famose), Paolo Nutini che sceglie i cantautori (OK Van Morrison, Neil Young, Leonard Cohen, John Martyn, Richard Thompson e Nick Drake, ma Rodriguez e Fu Man Chu di Desmond Dekker watch?v=hVxFfD_jX3E, se proprio vuoi magari Israelites? Ma bisogna sorprendere!), gli MGMT che scelgono la psichedelia, Funkadelic, Pink Floyd e Skip Spence, vabbè ma Harry Nilsson, Giacinto Scelsi e i Beach Boys? Allora perché non Luciano Berio e Lulu?

Jenson Button ve lo risparmio, i Gaslight Anthem hanno scelto i pezzi dei Rolling Stones visto che per Bruce Springsteen sono stati fregati da Craig Finn degli Hold Steady. Ancora alla rinfusa Plan B sceglie il soul (non sapevo che Nutini praticasse il genere). Irvine Welsh sceglie quelli di Iggy Pop, Alice Cooper gli Who, La Roux sceglie Michael Jackson!?! Chris Shiflett dei Foo Fighters sceglie i Clash e i Mumford and Sons scelgono i 10 brani Alt-Country. Amy MacDonald sceglie gli U2 e gli OMD scelgono i brani degli anni ’80. Richard Hawley sceglie quelli di Elvis Presley, Slash i Guitar Heroes e Alicia Keys il meglio del R&B e qui ci riprendiamo (anche se per ragioni di opportunismo Jay-Z e Beyoncé a fianco di Aretha Franklin, Stevie Wonder, Marvin Gaye e Otis Redding ce li poteva risparmiare, e pure Mariah Carey!). Ce ne sono mille altri, Bob Dylan scelto da Tim Robbins (che sta per esordire il mese prossimo come cantante) è un’ottima scelta, ma Like A Rolling Stone dove se l’è dimenticata? Prima del finale dedicato al 1001° Beach Boys, Jason Bonham giustamente sceglie i brani dei Led Zeppelin.

Ragionamenti pelosi sul sesso degli angeli ma piacevolmente estivi (ma pure invernali, volendo).

Bruno Conti

The Best Of 2009 “Gli Altri”

horrors primary.jpg

 

 

 

 

 

 

 

Proseguiamo nella nostra scorribanda sul meglio dell’anno.

NEW MUSICAL EXPRESS Best Album Of 2009

1) The Horrors – Primary Colours

Horrors%20primary%20colours

Belle pettinature, ma i Joy Division erano un’altra cosa

2) The XX – The xx

3) Yeah Yeah Yeahs – It’s Blitz

4) Wild Beasts – Two Dancers

5) Animal Collective – Merriweather Post Pavilion

Se non altro a furia di inserirlo ho imparato che Pavilion si scrive con una L sola

Q_thumb.jpg

 

 

 

 

 

 

Q THE BEST OF 2009

1) Kasabian -West Ryder Pauper Lunatic Asylum

Una variazione sul tema!

2) Florence and the machine – Lungs
3) Yeah Yeah Yeahs – It’s Blitz
4) Animal Collective – Merriweather Post Pavilion
Una accoppiata che non manca mai, ai posti 3 e 4
5) Manic Street Preachers – Journal For Plague Lovers

Un’altra new entry, bella canzone e bel video
Last but not least SPIN Magazine Best Of 2009
1) Animal Collective – Merriweather Post Pavilion
Riconosco le sconfitte, ma continuo a non capire!
2) Yeah Yeah Yeahs – It’s Blitz!
Vanno in coppia, come Stanlio e Olio!
3) Phoenix – Wolfgang Amadeus Phoenix
4) Grizzly Bear – Veckatimest
5) Girls – Album

P.s. Ma Billboard?

1) Jay Z- The Blueprint 3  2) Yeah Yeah Yeahs – It’s Blitz  3) Animal Collective – Merriweather Post Pavilion

Secondo me si copiano!

Bruno Conti