Uscite Cofanetti Imminenti: Dall’Australia The Glory Days Of Aussie Pub Rock Vol.2

glory days of aussie pub rock vol.2

The Glory Days Of Aussie Pub Rock Vol. 2 – 4 CD Festival Records Australia – 24-2-2017

All’incirca un anno fa, poco meno, vi segnalavo l’uscita del primo volume dedicato a questa piccola nicchia del rock australiano http://discoclub.myblog.it/tag/aussie-pub-rock/, sempre un piccolo box di 4 CD, diciamo di non facile reperibilità, per quanto non particolarmente costoso (addirittura se qualcuno se lo fosse perso e fosse interessato all’acquisto ho visto che in alcuni siti di vendita il prezzo è sceso ulteriormente). Comunque se non vi ricordate gli artisti presenti andate a vedere al link, molti nomi mai sentiti nominare, peraltro validi ed alcuni interessanti da scoprire, confesso che molti non li conosco neppure io, ma anche la “crème de la crème” del rock “alternativo” Down Under, oltre ad alcuni di cui possiamo fare tranquillamente a meno, ma nell’insieme un cofanetto interessante.

Ecco la lista completa dei contenuti:

 CD1]
1. Cold Chisel – You Got Nothing I Want
2. The Angels – Shadow Boxer
3. Divinyls – I’ll Make You Happy
4. Split Enz – I See Red
5. The Sports – Strangers On A Train
6. Mental As Anything – Come Around
7. Sunnyboys – Happy Man
8. Choirboys – Boys Will Be Boys
9. Rose Tattoo – One Of The Boys
10. Dave Warner’s From The Suburbs – Nothing To Lose
11. Skyhooks – Over The Border
12. The Motivators – After The Fall
13. The Ferrets – This Night
14. Models – Atlantic Romantic
15. The Aliens – Follow That Girl
16. The Radiators – Summer Holiday
17. Matt Finish Cia (Live At Pact Theatre 1981)
18. Kevin Borich Express – No Turning Back
19. Stars – With A Winning Hand
20. Dragon – Get That Jive
21. Richard Clapton – Hearts On The Nightline
22. Ian Moss – Tucker’s Daughter
23. The Black Sorrows – The Chosen Ones
24. Moving Pictures – Winners

[CD2]
1. Baby Animals – Early Warning
2. Heroes – I Can’t Go On
3. Dallimore – We Are The Kids
4. Taste – Boys Will Be Boys
5. Hush – Glad All Over
6. Supernaut Unemployed
7. Kings Of The Sun – Bottom Of My Heart
8. The Screaming Jets – Shivers
9. Nick Barker & The Reptiles – Another Me
10. Painters And Dockers – Die Yuppie Die
11. James Freud & Berlin – Enemy Lines
12. Flowers – Sister
13. Noiseworks – No Lies
14. Peter Wells – Between The Saddle And The Ground
15. Buster Brown – Roll Over Beethoven
16. Billy Thorpe & The Aztecs – Sick ‘n’ Tired (1973 Version)
17. Jim Keays’ Southern Cross – Undecided
18. Daddy Cool – All I Wanna Do Is Rock
19. Ol’ 55 – C’mon Let’s Do It
20. T.M.G. – Gonna Be Somebody
21. Mother Goose – Moonshine Lady

[CD3]
1. The Saints – Ghost Ships
2. The Church – The Unguarded Moment

3. Hoodoo Gurus – In The Wild
4. The Cockroaches – Hey What Now
5. The Riptides – Day Has Gone
6. Flaming Hands – The Edge
7. The Hitmen – Didn’t Tell The Man
8. Young Modern – Automatic
9. Mondo Rock – Searching For My Baby
10. Paul Kelly & The Coloured Girls – To Her Door
11. No Fixed Address – Black Man’s Rights
12. Broderick Smith’s Big Combo – My Father’s Hands
13. Goanna – Razor’s Edge
14. The Badloves – Green Limousine
15. Fraternity (Feat. Bon Scott) – If You Got It
16. Gary Young & The Rocking Emus – Rockabilly Heaven
17. The Johnnys – Injun Joe
18. Warumpi Band – Stompin’ Ground
19. Vika & Linda – I Didn’t Know Love Could Be Mine
20. Weddings Parties Anything – Roaring Days
21. The Dingoes – Come On Down
22. Russell Morris & The Rubes – Walk Don’t Run
23. Little River Band – Help Is On Its Way

[CD4]
1. Men At Work – Be Good Johnny
2. Australian Crawl – The Boys Light Up
3. Hunters & Collectors The Slab
4. Boom Crash Opera Great Wall
5. Dynamic Hepnotics – Soul Kind Of Feeling
6. Jo Jo Zep & The Falcons – All I Wanna Do
7. The Dugites – In Your Car
8. The Reels Love Will Find A Way
9. Do Re Mi – Man Overboard
10. V.Spy V.Spy – Hardtimes
11. The Spaniards – I Want To Live In A House
12. Mike Rudd & The Heaters – Talking To The Television
13. The Breakers – When I’m On Tv
14. The Numbers – Five Letter Word
15. The Boys – Weoh Weoh Weoh
16. The Swingers – One Good Reason
17. The Kevins – Romeo Romeo
18. The Little Heroes – One Perfect Day
19. Uncanny X-men – Still Waiting
20. Jimmy & The Boys – They Won’t Let My Girlfriend Talk To Me
21. Mi-Sex – Graffiti Crimes
22. The Party Boys (Feat. Swanee) – High Voltage

Esce il 24 febbraio, domani, in Australia, e il 3 marzo nel resto del mondo.

Bruno Conti

Supplemento Della Domenica: Favoloso “Vero Soul” Australiano! Jimmy Barnes – Soul Searchin’

jimmy barnes soul searchin

Jimmy Barnes – Soul Searchin’ –  Liberation Music (2 CD Deluxe Edition)                    

Jimmy Barnes è uno dei rocker più gagliardi mai prodotti dal continente australiano: nel 2014 ha festeggiato con 30:30 Hindsight 30 anni di carriera discografica come solista http://discoclub.myblog.it/2014/11/04/30-anni-jimmy-barnes-hindsight/ . Ma prima ancora, dal 1973, e dal 1978 discograficamente parlando, è anche il leader dei Cold Chisel, il gruppo a cui deve la sua fama, e che nel 2015 si sono ritrovati per un secondo album, The Perfect Crime, dopo la reunion del 2012. Ma una delle altre principali passioni del musicista di origini scozzesi (oltre al rock) è sempre stata la musica nera, rivista attraverso la sua particolare ottica rock, ma sempre con un sano rispetto per i musicisti ed i brani originali: il nostro amico ha dedicato una tetralogia a questa passione, Soul Deep del 1991, Soul Deeper…Songs From The South del 2000, The Rhythm And The Blues del 2009 e ora il nuovo Soul Searchin’, di cui ci occupiamo tra un attimo, oltre a molti album Live dove ha sviscerato ulteriormente l’argomento. Inutile dire che, assieme ad alcune prove con i Cold Chisel, questi dischi sono probabilmente i migliori della sua carriera. E l’ultimo è forse il migliore in assoluto.

Anche se questi album vengono sempre pubblicati solo per il mercato australiano (e raramente poi su quello americano) e quindi la reperibilità è difficoltosa e il costo elevato, vale assolutamente la pena di effettuarne la ricerca. Soul Searchin’ esce addirittura anche in una versione Deluxe in 2 CD, con 8 brani aggiunti, registrati nelle stesse sessions a Nashville dello scorso anno, sotto la produzione di Kevin Shirley, e con la partecipazione in studio dei Memphis Boys, i leggendari musicisti che hanno partecipato ad alcune registrazioni di Elvis Presley degli anni d’oro, tra cui In The Ghetto e Suspicious Minds, ma anche ai dischi di Aretha Franklin, Dusty Springfield, Box Tops, Bobby Womack, Wilson Pickett e molti altri artisti, anche country, all’American Sound Studio di Memphis. Come detto, questa volta sono tutti in trasferta a Nashville, a un altro celebre studio, il Grand Victor, quello costruito da Chet Atkins nel 1965, oltre ai Memphis Boys (Cogbill. Leech, Reggie Young, Bobby Emmons, Bobby Wood eccetera), presenti in quattro brani e che veleggiano verso gli 80 anni, ma da come suonano non si direbbe, ci sono anche Steve Cropper, Dan Penn, una pimpante sezione fiati e un piccolo gruppo di background vocalists e, ad abbassare la media, come età, anche Joe Bonamassa, alla chitarra, in una poderosa rilettura di In A Broken Dream il famoso brano dell’australiano Python Lee Jackson, nella cui versione originale cantava Rod Stewart https://www.youtube.com/watch?v=aGA96kM7-CU .

Per il resto sono tutti pezzi soul o quasi, molti oscuri, cercati appositamente da Barnes, altri celeberrimi, ma tutti bellissimi ed eseguiti veramente bene, con gusto e feeling, oltre ad avere un suono splendido. Ed ecco scorrere She’s Looking Good, che apre l’album, un classico minore di Wilson Pickett, Hard Working Woman, uno splendido brano del recentemente scomparso Otis Clay (l’8 gennaio di quest’anno, lo stesso giorno di Bowie, e quindi non lo ha ricordato quasi nessuno), più avanti, nelle bonus, c’è anche I Testify, e ancora una fantastica A Woman Needs To Be Loved del carneade Tyrone Fettson, incorniciata da uno splendido assolo di chitarra e da una interpretazione magnifica di Barnes. Cry To Me di Solomon Burke la conoscono tutti ed è sempre bellissima, come la giri https://www.youtube.com/watch?v=d4WNRCv05iI , mentre If Loving You Is A Crime (I’ll Always Be Guilty), il primo pezzo con i Memphis Boys, è una deep soul ballad emozionante, anche questa di uno sconosciuto, Lee Moses, seguita da It’s How You Make It Good, un altro uptempo con fiati scritto da Paul Kelly, anche questo con solo lancinante di chitarra e classici urletti R&B di Jimmy.

I Worship The Ground You Walk On è un brano firmato dalla premiata ditta Dan Penn/Spooner Oldham, con Steve Cropper alla chitarra, e Barnes racconta che Penn era presente alla registrazione di questo e di altri due brani, e di come fosse “strano” ed emozionante, mentre si registrava, avere qualcuno che ti diceva “questa l’ho scritta io, e anche questa”. Per esempio The Dark End Of The Street, versione splendida, con Penn che duetta con Jimmy Barnes https://www.youtube.com/watch?v=nwLZ271g-jg . Insomma per farla breve, tutto il disco è di grande spessore, ci sono anche Lonely For You Baby, una splendida Mercy Mercy di Don Covay (la facevano anche gli Stones), ancora due brani di Wilson Pickett, Mustang Sally e In The Midnight Hour, Drowning In The Sea Of Love e l’omaggio a Elvis di Suspicious Minds. Ma non c’è un brano scarso. Grande disco, super consigliato a tutti, non solo per gli amanti della soul music.

Bruno Conti