E Costui Da Dove Sbuca? Ma Che Chitarrista Ragazzi! Kevin Breit – Johnny Goldtooth and The Chevy Casanovas

kevin breit johnny goldtooth

Kevin Breit – Johnny Goldtooth and The Chevy Casanovas – Stony Plain

Kevin Breit, chi è costui, e soprattutto da dove sbuca, vi chiederete voi? Viene da McKerrow, un piccolo paesino dell’Ontario, quindi canadese, e già questo depone a suo favore: ha vinto svariati premi, soprattutto per album strumentali (e ne ha incisi almeno una decina, poi trovarli è un altro paio di maniche) in Canada, tra cui un paio di Juno Awards, ma come musicista ha partecipato a dischi che complessivamente hanno ricevuto 13 Grammy, e il suo nome lo trovate nei credits di album di Norah Jones, Rosanne Cash, k.d. Lang, Hugh Laurie, Cassandra Wilson, Holly Cole, Jane Siberry, Serena Ryder, Taj Mahal, Irma Thomas e tantissimi altri. Ah dimenticavo: suona la chitarra, ed è uno dei più bravi in circolazione, ma se serve se la cava egregiamente pure a bass clarinet, contrabbasso, vibrafono, melodica e organo, e in questo Johnny Goldtooth & The Chevy Casanovas li suona tutti (volendo canta anche ed è un anche virtuoso del mandolino. Genere musicale praticato? Boh. Pensate ad un incrocio tra Danny Gatton, Buddy Miller, James Burton, per fare i primi nomi che mi vengono in mente, dotato di tecnica ovviamente mostruosa, ma anche una propensione al “cazzeggio” musicale per stemperare il suo virtuosismo debordante, quindi ascoltando i brani di questo CD non ci si annoia di sicuro.

C’è del jazz, del country con tanto di twangy guitar in azione, l’immancabile Americana sound (quando non si sa esattamente il genere, citare sempre), qualche escursione nelle eccentriche traiettorie musicali di un Marc Ribot o di un Bill Frisell, quindi anche un pizzico di Tom Waits ma senza la voce, dei brani che ricordano degli Hellecasters schizzati (avete presente? Will Ray, John Jorgenson e Jerry Donahue), per esempio in un pezzo come Zing Zong Song, oppure il Waits blues e “wordless” in una quasi maniacale The Goldtooth Shuffle, per delle 12 battute molto futuribili e stravaganti, con la chitarra che parte per la tangente con sonorità veramente sghembe e non usuali, anche con slide. Nel disco appaiono con lui Davide Direnzo, il batterista di Cassandra Wilson, che suona in tutti pezzi, Michael Ward Bergman ( che suona nel Silk Road Ensemble di Yo Yo Ma), alla fisarmonica in un brano vorticoso intitolato I Got ‘Em Too, tra country, cajun e musica da festa di paese, ma dalle parti del confine messicano, giuro. Nell’iniziale Chevy Casanova appare Vincent Henry a sax e flauto, uno che ha suonato con Waits (appunto) e Amy Winehouse, e siamo dalle parti di uno strano R&B, misto a musica per colonne sonore, una traccia con continui cambi di tempo e variazioni, dove si apprezza il virtuosismo sopra (e sotto) le righe del pentagramma di Kevin Breit, che assume connotati ancora più inusuali nella non etichettabile C’Mon Let’s Go, dove il clarinetto basso di Breit si intreccia con una chitarra che sta tra i riff del rock e delle sonorità trasversali e quasi acide che sfociano in un assolo incredibile, ma non è facile da descrivere la musica di questo signore, bisogna sentirla e vi consiglio vivamente di farlo per convertirvi al suo approccio inconsueto ma eccitante.

The Knee High Fizzle sembra quasi un esperimento di Danny Gatton nei ritmi del country, con una twangy guitar impazzita sul solito tappeto ritmico complesso dove si annidano anche il vibrafono e il clarinetto di Breit, impegnato vieppiù a sconcertare l’ascoltatore con suoni e timbriche eccentriche ma affascinanti. Cozy With Rosy (divertenti anche i titoli) si avvale, come pure altri brani, della tromba del compatriota Gary Diggins, in un incontro tra musica hawaiiana (la chitarra di Kevin assume quel vibrato particolare della slack-key) e un mezzo valzer dissonante, io ci provo a descriverla questa musica, ma forse è più semplice lasciarsi trasportare dalla genialità di questo vero asso della chitarra, libero nei suoi dischi solisti di dare libero sfogo ad una inventiva sfrenata. Anche Crime Holler ha un arrangiamento curatissimo, ma spiazzante, dove avanguardia e voglia di divertire ricordano per certi versi il compianto Frank Zappa, che era uno che amava una musica complessa ma ricca anche di spunti divertenti e che sorprendessero chi l’ascoltava, con la chitarra che folleggia sempre in modo splendido, diciamo in un approccio non convenzionale. A Horse By Another Stripe è una sorta di desert song tra Calexico e Morricone, che viene omaggiato (penso, almeno nel titolo, ma non solo) anche nella conclusiva Dr. Lee Van Cleef, aggiunta per confondere ancora di più le acque, o forse perché i dischi di Kevin Breit devono avere comunque 11 canzoni. Ma prima ci sarebbe anche One Mo Bo, dove l’urticante solista del nostro si pone su un intricato tappeto di organo e batteria e dimostra una volta ancora che la sua musica non si può catalogare, ma è solo da godere, maneggiare con cura, in tutti i sensi: il mio nuovo “eroe”!

Bruno Conti

E Questo? Occhio Al Formato E Alla Confezione. Frank Zappa – Halloween ’77 Costume Boxset E Altre “Amenità Famigliari”.

frank zappa halloween '77 front frank zappa halloween '77

Frank Zappa – Halloween ’77 – Chiavetta USB – Maschera – Costume – Universal 20-10-2017

Frank Zappa – Halloween Night 31/10/1977 – 3 CD Set

In effetti questa ci mancava! Il 20 Ottobre per il 40° Anniversario degli storici concerti di Frank Zappa al Palladium di New York, tenuti in occasione della festa di Halloween del 1977, gli eredi della famiglia Zappa, tramite la Universal, hanno realizzato questa confezione che comprenderà una chiavetta USB, a forma di caramella, con le registrazioni complete dei 6 concerti svoltisi appunto al Palladium di New York tra il 28 e il 31 di ottobre di quell’anno (di cui esistevano in precedenza delle edizioni semilegali e parziali sia in CD che in LP), 158 brani rimasterizzati con audio 24-bit, un booklet digitale di 28 pagine, con foto inedite e note del produttore abituale degli archivi zappiani  Joe Travers, co-produttore del cofanetto insieme al figlio di Frank Ahmet Zappa, nonché contributi di personaggi come il chitarrista Adrian Belew, il percussionista Ed Mann, il keyboard tech Thomas Nordegg, il tour manager Phil Kaufman e la superfan Janet “The Planet” Walley. Il materiale era stato registrato integralmente all’epoca e quattro delle esibizioni erano state anche filmate, e un riassunto già pubblicato in video come Baby Snakes, un film diretto ai tempi dallo stesso Frank Zappa.

Questo per ciò che concerne i contenuti musicali, che però sono secondari rispetto ai gadgets (sto scherzando, forse) contenuti nella confezione: maschera e costume di Frank Zappa per Halloween, ma presumo utilizzabile anche a Capodanno e Carnevale. La formazione che suona nei concerti è di tutto rispetto, una delle migliori edizioni di sempre della band di Zappa: Terry Bozzio alla batteria, Tommy Mars e Peter Wolf entrambi alle tastiere, Adrian Belew altro chitarrista formidabile e seconda voce, Ed Mann alle percussioni e Patrick O’Hearn al basso. Come si diceva la chiavetta contiene il contenuto audio completo dei concerti, ecco in dettaglio la scaletta delle sei date:

10-28-77 Show 1
1. 10-28-77 Show 1 Start/Introductions 3:28
2. Peaches En Regalia 2:42
3. The Torture Never Stops 13:05
4. Tryin’ To Grow A Chin 3:37
5. City Of Tiny Lites 6:04
6. Pound For A Brown 8:05
7. Bobby Brown Goes Down 4:33
8. Conehead (Instrumental) 9:19
9. Flakes 4:03
10. Big Leg Emma 1:47
11. Envelopes 2:29
12. Terry’s Solo #1 4:42
13. Disco Boy 3:53
14. Lather 3:36
15. Wild Love 24:05
16. Titties N Beer 7:16
17. Audience Participation #1 :48
18. The Black Page #2 3:02
19. Jones Crusher 2:48
20. Broken Hearts Are For Assholes 3:52
21. Punky’s Whips 9:43
22. Encore Audience #1 1:21
23. Dinah-Moe Humm 4:55
24. Camarillo Brillo 3:35
25. Muffin Man 4:36

10-28-77 Show 2
1. 10-28-77 Show 2 Start/Introductions 3:13
2. Peaches En Regalia 2:42
3. The Torture Never Stops 12:33
4. Tryin’ To Grow A Chin 3:37
5. City Of Tiny Lites 8:00
6. Pound For A Brown 9:19
7. Bobby Brown Goes Down 5:36
8. Conehead (Instrumental) 9:18
9. Flakes 4:10
10. Big Leg Emma 1:48
11. Envelopes 2:33
12. Terry’s Solo #2 4:17
13. Disco Boy 3:54
14. Lather 3:42
15. Wild Love 26:01
16. Titties N Beer 7:50
17. Audience Participation #2 2:37
18. The Black Page #2 3:14
19. Jones Crusher 2:58
20. Broken Hearts Are For Assholes 3:54
21. Punky’s Whips 9:51
22. Encore Audience #2 2:13
23. Dinah-Moe Humm 4:01
24. Camarillo Brillo 3:36
25. Muffin Man 6:20

10-29-77 Show 1
1. 10-29-77 Show 1 Start/Introductions 4:06
2. Peaches En Regalia 2:42
3. The Torture Never Stops 12:59
4. Tryin’ To Grow A Chin 3:34
5. City Of Tiny Lites 7:15
6. Pound For A Brown 8:26
7. Bobby Brown Goes Down 6:06
8. Conehead (Instrumental) 5:50
9. Flakes 3:53
10. Big Leg Emma 1:52
11. Envelopes 2:42
12. Terry’s Solo #3 3:51
13. Disco Boy 3:57
14. Lather 3:40
15. Wild Love 22:51
16. Titties N Beer 6:01
17. Audience Participation #3 2:42
18. The Black Page #2 3:05
19. Jones Crusher 2:53
20. Broken Hearts Are For Assholes 3:50
21. Punky’s Whips 9:18
22. Encore Audience #3 1:46
23. Dinah-Moe Humm 5:12
24. Camarillo Brillo 3:29
25. Muffin Man 5:09

10-29-77 Show 2
1. 10-29-77 Show 2 Start/Introductions 4:21
2. Peaches En Regalia 2:42
3. The Torture Never Stops 11:30
4. Tryin’ To Grow A Chin 3:36
5. City Of Tiny Lites 7:01
6. Pound For A Brown 9:05
7. Bobby Brown Goes Down 9:12
8. Conehead (Instrumental) 6:29
9. Flakes 3:28
10. Big Leg Emma 1:49
11. Envelopes 2:52
12. Terry’s Solo #4 4:07
13. Disco Boy 3:54
14. Lather 3:56
15. Wild Love 27:33
16. Titties N Beer 8:12
17. Audience Participation #4 5:02
18. The Black Page #2 2:57
19. Jones Crusher 2:49
20. Broken Hearts Are For Assholes 3:48
21. Punky’s Whips 9:36
22. Encore Audience #4 2:23
23. Dinah-Moe Humm 6:19
24. Camarillo Brillo 3:30
25. Muffin Man 6:02

10-30-77 Show
1. 10-30-77 Show Start 1:40
2. Stink-Foot 7:45
3. The Poodle Lecture 5:10
4. Dirty Love 2:32
5. Peaches En Regalia 2:40
6. The Torture Never Stops 12:53
7. Tryin’ To Grow A Chin 3:32
8. City Of Tiny Lites 7:36
9. Pound For A Brown 10:03
10. I Have Been In You 8:35
11. Dancin’ Fool (World Premiere) 4:50
12. Jewish Princess (Prototype) 4:41
13. King Kong 8:45
14. Terry’s Solo #5 5:07
15. Disco Boy 4:01
16. Envelopes 2:19
17. A Halloween Treat with Thomas Nordegg 6:17
18. Lather 3:47
19. Wild Love 25:19
20. Titties N Beer 7:01
21. Audience Participation #5 8:28
22. The Black Page #2 2:59
23. Jones Crusher 2:53
24. Broken Hearts Are For Assholes 3:52
25. Punky’s Whips 12:36
26. Encore Rap 1:11
27. Dinah-Moe Humm 6:06
28. Camarillo Brillo 3:27
29. Muffin Man 5:18

10-31-77 Show
1. Halloween 1977 Show Start/Introductions 3:11
2. Peaches En Regalia 2:42
3. The Torture Never Stops 13:54
4. Tryin’ To Grow A Chin 3:35
5. City Of Tiny Lites 8:17
6. Pound For A Brown 13:40
7. The Demise Of The Imported Rubber Goods Mask 8:33
8. Bobby Brown Goes Down 3:49
9. Conehead (Instrumental) 8:21
10. Flakes 3:04
11. Big Leg Emma 1:58
12. Envelopes 2:25
13. Terry’s Halloween Solo 4:38
14. Disco Boy 3:55
15. Lather 3:58
16. Wild Love 30:11
17. Titties ’N’ Beer 7:24
18. Halloween Audience Participation 7:04
19. The Black Page #2 2:55
20. Jones Crusher 2:58
21. Broken Hearts Are For Assholes 3:52
22. Punky’s Whips 11:23
23. Halloween Encore Audience I 2:07
24. Dinah-Moe Humm 6:41
25. Camarillo Brillo 3:24
26. Muffin Man 5:21
27. San Ber’dino 5:01
28. Black Napkins 9:19

Come vedete il repertorio è abbastanza simile nelle quattro giornate (per usare un eufemismo), anche se c’è qualche sorpresa e le versioni sono leggermente differenti nei diversi concerti, ma ovviamente il tutto è indirizzato soprattutto ai “fanatici” di Frank Zappa, o dei costumi di Halloween, mentre per chi si accontenta il triplo CD con la serata completa del 31 ottobre, la vera Halloween Night, dovrebbe essere comunque più che soddisfacente, tenendo conto che il cofanetto costerà indicativamente tra gli 80 e i 90 euro, mentre il triplo dovrebbe venire una trentina di euro. Questo sotto è il contenuto dei 3 CD:

CD 1
1. Halloween 1977 Show Start/Introductions
2. Peaches En Regalia
3. The Torture Never Stops
4. Tryin’ To Grow A Chin
5. City Of Tiny Lites
6. Pound For A Brown
7. The Demise Of The Imported Rubber Goods Mask
8. Bobby Brown Goes Down
9. Conehead (Instrumental)
10. Flakes
11. Big Leg Emma
CD 2
1. Envelopes
2. Terry’s Halloween Solo
3. Disco Boy
4. Lather
5. Wild Love
6. Titties ’N’ Beer
7. Halloween Audience Participation
8. The Black Page #2
9. Jones Crusher
10. Broken Hearts Are For Assholes
CD 3
1. Punky’s Whips
2. Halloween Encore Audience
3. Dinah-Moe Humm
4. Camarillo Brillo
5. Muffin Man
6. San Ber’dino
7. Black Napkins
Bonus Section:
8. King Kong
9. A Halloween Treat With Thomas Nordegg
10. Audience Participation #5
11. The Black Page #2

Come saprete (se no ve lo dico io) nel frattempo le cose non vanno benissimo tra i vari figli di Zappa, dopo la morte della vedova Gail Collins, avvenuta nel 2015. Dweezil Zappa è stato costretto a cambiare il nome del suo spettacolo, che da anni portava in giro per il mondo, da “Zappa Plays Zappa” a “Dweezil Zappa Plays Frank Zappa” (veramente una cosa di lana caprina), ha acconsentito, ma non l’ha presa benissimo cambiandolo polemicamente in “Dweezil Zappa Plays Whatever The F@% He Wants: The Cease And Desist Tour” , che sarebbe più o meno “Dweezil Zappa suona quel cazzo che vuole: il Tour del cessa o desisti”. E poi si è ulteriormente smarcato dalla nuova mossa dei fratelli minori Ahmet e Diva che hanno pensato di mandare in tour una versione in ologramma del padre, per eseguire il suo repertorio più celebre!

That’s All Folks, alla prossima.

Bruno Conti

E Tanto Per Gradire, Ancora Un Paio Di Box “Estivi”. Grand Funk – Trunk Of Funk Vol. 1 & 2

grand funk trunk of funk 1 grand funk trunk of funk 2

Oltre al trittico di uscite di cofanetti, segnalate nei giorni scorsi e previste per il 29 settembre, quindi ad inizio autunno, l’estate ci riserva ancora qualche altro box interessante. Oltre a quelli già segnalati nei mesi precedenti (tra cui il bellissimo Fairport Convention di cui leggerete la recensione domani, ma anche Natalie Merchant, nel frattempo pubblicato, Presley con le prime registrazioni del periodo Sun, e altro) ecco due box dedicati ai Grand Funk Railroad, in uscita il 25 agosto negli USA e il 1° settembre in Italia.

Ci torniamo fra un attimo: nel frattempo vi segnalo anche che si è conclusa la telenovela del “nuovo” Hitchhiker di Neil Young, e proprio ieri sul sito del canadese è stata confermata, dopo alcuni rinvii, la data ufficiale di pubblicazione, per l’8 settembre. Qui http://discoclub.myblog.it/2017/06/26/ma-sara-vero-o-ci-ripensa-neil-young-hitchhiker-in-uscita-il-14-luglio/ potete leggere i contenuti del disco.

Torniamo ai due cofanetti dei Grand Funk: del gruppo di Mark Farner e soci, una delle band storiche più sottovalutate del rock americano anni ’70 (non per nulla Frank Zappa aveva prodotto un loro album We’re An American Band), sono usciti ad inizio anni 2000, solo negli States, una serie di ristampe degli album della loro discografia, tutte remastered edizione 2002, etichetta Capitol, che nel frattempo è stata assorbita dal gruppo Universal.Tutti gli album hanno delle bonus e se ve li siete persi tutti o in parte, potete approfittare di questi due Trunk Of Funk, visto che i due box da 6 CD ciascuno, dovrebbero costare intorno ai 30 euro. Con una preferenza per il primo, che raccoglie gli album migliori, quelli usciti tra il 1969 e il 1971: spesso allora uscivano due dischi all’anno, altri tempi, Bonamassa a parte. Ecco comunque il contenuto completo dei cofanetti.

Trunk Of Funk Vol. 1 – 6 CD Virgin/Universal

 CD1] On Time
1. Are You Ready (Remastered 2002) (3:29 min.)
2. Anybody’s Answer (Remastered 2002) (5:18 min.)
3. Time Machine (Remastered 2002) (3:45 min.)
4. High On A Horse (Remastered 2002) (2:56 min.)
5. T.N.U.C. (Remastered 2002) (8:43 min.)
6. Into The Sun (Remastered 2002) (6:30 min.)
7. Heartbreaker (Remastered 2002) (6:35 min.)
8. Call Yourself A Man (Remastered 2002) (3:06 min.)
9. Can’t Be Too Long (Remastered 2002) (6:34 min.)
10. Ups And Downs (Remastered 2002) (5:01 min.)
11. High On A Horse (Extended Version / Remastered 2002) (4:26 min.)
12. Heartbreaker (Extended Version / Remastered 2002) (6:53 min.)

[CD2] Grand Funk
1. Got This Thing On The Move (2002 Remastered) (4:40 min.)
2. Please Don’t Worry (2002 Remastered) (4:21 min.)
3. High Falootin’ Woman (2002 Remastered) (3:02 min.)
4. Mr. Limousine Driver (2002 Remastered) (4:27 min.)
5. In Need (2002 Remastered) (7:55 min.)
6. Winter And My Soul (2002 Remastered) (6:40 min.)
7. Paranoid (2002 Remastered) (7:52 min.)
8. Inside Looking Out (2002 Remastered) (9:42 min.)
9. Nothing Is The Same (Demo / 2002 Remastered) (5:39 min.)
10. Mr. Limousine Driver (Remix / 2002 Remastered) (5:29 min.)

[CD3] Closer To Home
1. Sin’s A Good Man’s Brother (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (4:49 min.)
2. Aimless Lady (Remastered 2002 / 24 Bit Mastering) (3:29 min.)
3. Nothing Is The Same (2002 Remastered) (5:13 min.)
4. Mean Mistreater (2002 Remaster) (4:28 min.)
5. Get It Together (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (5:09 min.)
6. I Don’t Have To Sing The Blues (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (4:36 min.)
7. Hooked On Love (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (7:13 min.)
8. Closer To Home (I’m Your Captain) (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (10:01 min.)
9. Mean Mistreater (Alternate Mix/2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (4:31 min.)
10. In Need (Live At Orlando Sports Center/2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (11:30 min.)
11. Heartbreaker (Live At Orlando Sports Center/2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (7:19 min.)
12. Mean Mistreater (Live At Orlando Sports Center/2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (5:23 min.)

[CD4] Live Album
1. Introduction (Live From Atlanta/1970/Remastered 2002) (2:28 min.)
2. Are You Ready (Live From Jacksonville/1970/Remastered 2002) (3:39 min.)
3. Paranoid (Live From West Palm Beach/1970/Remastered 2002) (7:20 min.)
4. In Need (Live From Jacksonville/1970/Remastered 2002) (10:58 min.)
5. Heartbreaker (Live From Jacksonville/1970/Remastered 2002) (7:10 min.)
6. Words Of Wisdom (Live/1970/Remastered 2002) (0:52 min.)
7. Mean Mistreater (Live From Jacksonville/1970/Remastered 2002) (4:53 min.)
8. Mark Says Alright (Live From Jacksonville/1970/Remastered 2002) (5:14 min.)
9. T.N.U.C. (Live From Jacksonville/1970/Remastered 2002) (10:54 min.)
10. Inside Looking Out (Live From West Palm Beach/1970/Remastered 2002) (13:43 min.)
11. Into The Sun (Live From Jacksonville/1970/Remastered 2002) (11:26 min.)

[CD5] Survival
1. Country Road (Remastered 2002) (4:23 min.)
2. All You’ve Got Is Money (Remastered 2002) (5:16 min.)
3. Comfort Me (Remastered 2002) (6:48 min.)
4. Feelin’ Alright (Remastered 2002) (4:28 min.)
5. I Want Freedom (Remastered 2002) (6:19 min.)
6. I Can Feel Him In The Morning (Remastered 2002) (7:16 min.)
7. Gimme Shelter (Remastered 2002) (6:29 min.)
8. I Can’t Get Along With Society (Remastered 2002) (5:41 min.)
9. Jam (Footstompin’ Music) (Remastered 2002) (4:41 min.)
10. Country Road (Extended Version / Remastered 2002) (7:38 min.)
11. All You’ve Got Is Money (Extended Version / Remastered 2002) (8:19 min.)
12. Feelin’ Alright (Extended Version / Remastered 2002) (5:57 min.)

[CD6] E Pluribus Funk
1. Footstompin’ Music (2002 Remaster) (3:48 min.)
2. People Let’s Stop The War (24-Bit Digitally Remastered/2002) (5:12 min.)
3. Upsetter (24-Bit Digitally Remastered/2002) (4:28 min.)
4. I Come Tumblin’ (24-Bit Digitally Remastered/2002) (5:39 min.)
5. Save The Land (24-Bit Digitally Remastered/2002) (4:14 min.)
6. No Lies (24-Bit Digitally Remastered/2002) (3:58 min.)
7. Loneliness (24-Bit Digitally Remastered/2002) (8:48 min.)
8. I’m Your Captain/Closer To Home (Live from O’Hara Arena Dayton U.S.A./1971; 24-Bit Digitally Remastered/2002) (5:57 min.)
9. Hooked On Love (Live from O’Hara Arena Dayton U.S.A./1971; 24-Bit Digitally Remastered/2002) (2:45 min.)
10. Get It Together (Live from O’Hara Arena Dayton U.S.A./1971; 24-Bit Digitally Remastered/2002) (2:53 min.)
11. Mark Says Alright (Live from the Cobo Arena Detroit U.S.A.; 24-Bit Digitally Remastered/2002) (4:23 min.)

Trunk Of Funk Vol. 2 – 6 CD Virgin/Universal

[CD1] Phoenix
1. Flight Of The Phoenix (24-Bit Remastering/2002) (3:39 min.)
2. Trying To Get Away (24-Bit Remastering/2002) (4:12 min.)
3. Someone (24-Bit Remastering/2002) (4:04 min.)
4. She Got To Move Me (24-Bit Remastering/2002) (4:49 min.)
5. Rain Keeps Fallin’ (24-Bit Remastering/2002) (3:26 min.)
6. I Just Gotta Know (24-Bit Remastering/2002) (3:53 min.)
7. So You Won’t Have To Die (24-Bit Remastering/2002) (3:22 min.)
8. Freedom Is For Children (24-Bit Remastering/2002) (6:06 min.)
9. Gotta Find Me A Better Day (24-Bit Remastering/2002) (4:08 min.)
10. Rock ‘N Roll Soul (24-Bit Remastering/2002) (3:40 min.)
11. Flight Of The Phoenix (Remix With Extended Ending/24-Bit Remastering/2002) (5:22 min.)

[CD2] We’re An American Band
1. We’re An American Band (Remastered 2002) (3:27 min.)
2. Stop Lookin’ Back (24-Bit Remaster/2002) (4:53 min.)
3. Creepin’ (24-Bit Remaster/2002) (7:02 min.)
4. Black Licorice (24-Bit Remaster/2002) (4:45 min.)
5. The Railroad (24-Bit Remaster/2002) (6:13 min.)
6. Ain’t Got Nobody (24-Bit Remaster/2002) (4:27 min.)
7. Walk Like A Man (You Can Call Me Your Man) (2002 Remaster) (4:05 min.)
8. Loneliest Rider (24-Bit Remaster/2002) (5:28 min.)
9. Hooray (Outtake From We’re An American Band Session/1973/24-Bit Remastering 2002) (4:06 min.)
10. The End (Outtake From We’re An American Band Session/1973/24-Bit Remastering 2002) (4:11 min.)
11. Stop Lookin’ Back (Outtake From We’re An American Band Session/1973/24-Bit Remastering 2002) (3:05 min.)
12. We’re An American Band (Outtake From We’re An American Band Session/1973/24-Bit Remastering 2002) (3:33 min.)

[CD3] Shinin’ On
1. Shinin’ On (Remastered 2002) (5:58 min.)
2. To Get Back In (Remastered 2002) (3:56 min.)
3. The Loco-Motion (Remastered 2002) (2:47 min.)
4. Carry Me Through (Remastered 2002) (5:31 min.)
5. Please Me (Remastered 2002) (3:38 min.)
6. Mr. Pretty Boy (Remastered 2002) (3:08 min.)
7. Gettin’ Over You (Remastered 2002) (3:58 min.)
8. Little Johnny Hooker (Remastered 2002) (5:11 min.)
9. Destitute And Losin’ (2002 Digital Remaster / 24-Bit Mastering) (7:03 min.)
10. Shinin’ On (2002 Remix) (6:11 min.)

[CD4] All The Girls In The World Beware!
1. Responsibility (2002 Remastered) (3:51 min.)
2. Runnin’ (2002 Remastered) (4:21 min.)
3. Life (2002 Remastered) (5:00 min.)
4. Look At Granny Run Run (2002 Remastered) (2:31 min.)
5. Memories (2002 Remastered) (3:32 min.)
6. All The Girls In The World Beware (2002 Remastered) (3:30 min.)
7. Wild (2002 Remastered) (2:53 min.)
8. Good & Evil (2002 Remastered) (7:33 min.)
9. Bad Time (Remastered 2002) (2:56 min.)
10. Some Kind Of Wonderful (2002 Remastered) (6:33 min.)

[CD5] Caught In The Act
1. Footstompin’ Music (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (4:08 min.)
2. Rock ‘N Roll Soul (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (4:04 min.)
3. I’m Your Captain/Closer To Home (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (7:09 min.)
4. Heartbreaker (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (7:23 min.)
5. Some Kind Of Wonderful (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (4:15 min.)
6. Shinin’ On (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (5:34 min.)
7. The Loco-Motion (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (3:22 min.)
8. Black Licorice (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (4:28 min.)
9. The Railroad (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (6:14 min.)
10. We’re An American Band (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (3:39 min.)
11. T.N.U.C. (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (9:32 min.)
12. Inside Looking Out (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (12:25 min.)
13. Gimme Shelter (Live On Tour/1975/2003 Remaster) (7:00 min.)

[CD6] Born To Die
1. Born To Die (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (5:36 min.)
2. Dues (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (5:37 min.)
3. Sally (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (3:17 min.)
4. I Fell For Your Love (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (4:13 min.)
5. Talk To The People (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (5:34 min.)
6. Take Me (2002 Remaster) (5:11 min.)
7. Genevieve (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (6:12 min.)
8. Love Is Dyin’ (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (4:14 min.)
9. Politician (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (3:55 min.)
10. Good Things (2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (4:37 min.)
11. Bare Naked Woman (Live Rehearsal Version/2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (3:40 min.)
12. Genevieve (Live Rehearsal Version/2002 Digital Remaster/24 Bit Mastering) (6:28 min.)

Il secondo album raccoglie i sei dischi usciti tra il 1972 e il 1976, per la Capitol, anche se, sempre nel ’76, venne pubblicato anche Good Singin’ Good Playin’, l’unico pubblicato per la MCA. Poi il gruppo si è sciolto, ma, senza Farner, il batterista Don Brewer e il bassista Mel Schacher hanno mantenuto il nome della band e circolano ancora oggi; ma senza il cantante e chitarrista originale vale un po’ la stessa storia dei Creedence senza John Fogerty. Per la verità, nel 1996 e poi nel 1997 il trio originale si è riunito per una serie di concerti pubblicando anche un disco dal vivo Bosnia, dedicato a raccogliere fondi per la martoriata repubblica dei Balcani. E nel 2002, sempre la Capitol ha pubblicato un disco inedito Live:The 1971 Tour. Entrambi sarebbero stati aggiunte bene accolte ai due cofanetti, ma non si può avere tutto dalla vita.

Per il momento è tutto, poi vedremo dopo l’uscita se sarà il caso di parlarne più diffusamente.

Bruno Conti

Supplemento Della Domenica: Tesori “Ritrovati”. Pink Floyd – The Early Years 1965-1972 Box Set

pink floyd early years box

Pink Floyd – The Early Years 1965-1972 – Box 10 CD+9 DVD + 8 Blu-Ray – Pink Floyd Records/Parlophone/Warner

Dopo averci detto per anni che non esisteva nulla di inedito o raro dei Pink Floyd, in occasione della ripubblicazione del vecchio catalogo: l’ultima volta nel 2011 per la rimasterizzazione completa degli album, usciti sia in versione Discovery come Immersion (per i dischi più importanti), ma con pochissime bonus tracks, ecco che improvvisamente a fine 2016 esce questo cofanetto megagalattico, costosissimo, ma splendido, costituito praticamente solo da materiale raro o inedito, con ben 10 CD (anzi 11, perché all’ultimo momento nella confezione è stato aggiunto un ulteriore dischetto, in sostituzione di quello denominato Obfuscation, dove per errore, anziché il materiale di Obcured By Clouds, c’era uno stereo mix audio 2016 inedito di Live At Pompeii, che non era previsto nella confezione, ma si trova nella parte video), 9 DVD e 8 Blu-ray, divisi in sette volumi. E qui sta l’inghippo, perché nella confezione, ripeto, splendida, il materiale video è ripetuto pari pari uguale nei due formati, alzando, presumo, il costo del manufatto. E leggendo le ricchissime note contenute nei sette volumi in cui è divisa l’opera scopriamo che questa ricerca negli archivi, come riferisce la curatrice della parte video Lana Topham, era cominciata nel lontano 1994: esattamente un giorno dopo avere terminato il lavoro sui filmati del Division Bell Tour, Nick Mason le aveva dato l’incarico di iniziare le ricerche per un progetto “antologico”, e, guarda caso viene pubblicato proprio a cavallo tra 2016 e 2017, in occasione dei 50 anni dalla la nascita ufficiale del gruppo e le prime uscite discografiche.

pink floyd the early years

 

Come detto il cofanetto è diviso in sette capitoli, ognuno a forma di libretto, con CD, DVD e Blu-Ray nella confezione, molto bella, e che riproduce il vecchio furgoncino usato dai Tea Set (il gruppo pre-Pink Floyd), oltre a piccoli libretti di note, riproduzioni di vecchi articoli di giornale, manifesti, spartiti e altra memorabilia, mentre all’interno della confezione ci sono anche i primi cinque 45 giri, oltre ad ulteriori piccole chicche cartacee di formato più grande, inserite nel cofanetto dei vinili. Esaurito il lato tecnico veniamo al contenuto musicale, il più brevemente possibile, ma anche no, data la complessità dei contenuti: quasi 12 ore di audio e 14 di video, di cui rispettivamente sette e cinque (quasi) completamente inedito.

Il primo volume si chiama 1965-1967 Cambridge Station: nei due 2 CD ci sono le prime registrazioni del gruppo datate 1965 (uscite come EP a tiratura limitata di 1.050 copie per il “Black Friday” del novembre 2015) quando erano ancora The Pink Floyd Sound, e in formazione c’era anche l’amico Rado Klose alla chitarra, 6 canzoni in mono, molto influenzate dal primo psych-pop e beat inglese (anche i Beatles naturalmente), ma pure dal blues: Lucy Leave, Double O Bo, Remember Me, potrebbero essere tranquillamente brani di Them, Animals o Stones, Walk Me Sydney con la futura signora Wright, Juliette Gale alle armonie vocali, Butterfly più beatlesiana e la cover di I’m A King Bee, che illustra la loro passione per li blues (in fondo presero il nome da due oscuri bluesmen). Gli anni di Syd Barrett proseguono nel 1966-1967 con la versione di Arnold Layne, prodotta da Joe Boyd, See Emily Play e altri brani che avrebbero trovato posto nel primo album. Oltre ad alcune tracce, tra cui Vegetable Man, Jugband Blues, lo strumentale In The Beechwoods, perfetti esempi di psichedelia britannica gentile, in un mixaggio del 2010 di eccellente qualità sonora (caratteristica di gran parte del cofanetto), nel primo CD. Nel secondo CD siamo a Stoccolma, 10 settembre 1967, 8 pezzi registrati dal vivo, con il lato più selvaggio della band in evidenza, qualità sonora buona, anche se le parti vocali sono praticamente inaudibili, ma la parte strumentale compensa abbondantemente, con notevoli versioni di Pow R. Toch, Set The Controls For The Heart Of The Sun e Interstellar Overdrive, mentre i brani dal 9 al 17 sono estratti dalla Colonna Sonora di Speak di John Latham, e sono improvvisazioni sperimentali in puro stile Pink Floyd, tutto materiale mai pubblicato prima. Nel primo DVD (o Blu-Ray) vari filmati d’epoca, live o filmati promozionali, colore e b/n, alcuni per televisioni tedesche varie, altri per la BBC, in giro per Londra e dintorni, con una particolare partecipazione a The Look Of The Week della BBC, dove eseguono Pow R. Toch ed Astronomy Domine e Syd Barrett e Roger Waters vengono intervistati dal baffuto Hans Keller, che dice subito che fanno troppo rumore, lui ama i quartetti d’archi e quindi loro non gli piacciono, Alla faccia della sincerità, confrontato con gli intervistatori d’oggi, che sono tutti alla Fazio, quindi appassionati di rap, valzer, musica etnica, dance o rock, il genere è indifferente, basta che vengano nel tuo programma. Surreale l’apparizione all’American Bandstand dove Dick Clark gli chiede se hanno apprezzato il cibo nella loro prima settimana americana (?!?), e un Syd Barrett già “provato” risponde comunque gentilmente. Fine dei Barrett years.

Il secondo volume 1968 Germination: entra David Gimour, la parte audio si apre con 4 brani che troveranno posto su A Saucerful Of Secrets, poi due brani inediti registrati ai Capitol Studios di Los Angeles, e due BBC Sessions, dal loro grande fan John Peel,  a giugno e dicembre del 1968, con prime versioni di Murderotic Woman (la futura Careful With That Axe Eugene) e The Massed Gadgets Of Hercules ( A Saucerful Of Secrets), oltre ad ottime versioni (non sempre l’audio è perfetto) di Point Me At The Sky, Embryo e Interstellar Overdrive, tutti brani dove sembra di cogliere accenni di brani che in futuro appariranno su Atom Heart Mother e Dark Side Of The Moon, caratteristica questa  tipica dei Pink Floyd, che suonavano nel presente ma erano già proiettati nel futuro. Nella parte video (sempre con sottotitoli in dieci lingue, compreso l’italiano, ma anche cantonese e mandarino) prima troviamo sette brani b/n per la trasmissione belga Tienerklanken, in playback, ma con belle immagini, e poi a seguire, a colori e dal vivo, 13 splendidi minuti per la trasmissione francese Bouton Rouge, e vari spezzoni in giro per le Tv europee, Parigi, Londra (con le immagini delle rivolte studentesche dell’epoca su una improvvisazione strumentale inedita), anche Roma con due brani a Rome Goes Pop e Pop ’68, immagini splendide a colori e una Interstellar Overdrive da sballo, poi di nuovo televisioni belga e francese, anche dal vivo, e il video promo restaurato di Point Me At The Sky.

Il terzo volume è 1969 Dramatisation: di nuovo 2 CD nella parte audio, si parte con 5 versioni alternative dalla colonna sonora di More, 5 BBC Sessions del maggio 1969 (dove appare Grantchester Meadows che vedete qui sopra) e un concerto al Paradiso di Amsterdam del 9 agosto 1969, con 4 lunghe versioni solo strumentali di Interstellar Overdrive, Set The Controls For The Heart Of The Sun, Careful With That Axe Eugene e A Saucerful Of Secrets, le ultime tre oltre i dieci minuti, psichedelia improvvisata e pura che sfocia nel nuovo stile del gruppo, incisione e versioni splendide. Il secondo CD  inizia con The Man – The Journey, una lunga suite che presenta le prime versioni di brani poi in futuro su Atom Heart Mother, ma anche da Ummagumma e da album precedenti, registrata dal vivo al Concertgebouw di Amsterdam il 17 settembre 1969 per la radio olandese. Altra chicca fantastica. Nella parte video Forum Musiques a Parigi nel 1969, le prove per The Man – The Journey alla Royal Albert Hall, due brani all’Essener Pop And Blues Festival, tre ad un Festival in Belgio, a colori, il resto era in b/n, più una versione acidissima ed improvvisata di Interstellar Overdrive con Frank Zappa, qualità audio non impeccabile, ma valore storico notevole

Il quarto volume 1970 Deviation per certi versi è il più “semplice”: ci sono una valanga di versioni della lunga suite di Atom Heart Mother in tutte le guise possibili, prima nel CD 1, dal vivo al Festival di Montreux del novembre 1970, poi da una BBC Session del luglio 1970, versione completa con coro, cello e ottoni, più altri brani dell’album. Nel 2° CD invece ci sono 16 tracce dalla colonna sonora di Zabriskie Point, tra cui uno strumentale che poi diverrà Us And Them, più un’altra versione in studio di Atom Heart Mother, una delle prime registrata solo dalla band. Nei due DVD troviamo prima la trasmissione An Hour With Pink Floyd (con David  Gilmore,sic, alla chitarra), San Francisco Aprile 1970, dove non manca AHM, e il mix quadrifonico 4.0, solo audio, di tutto l’album corrente. Nel 2° DVD al Festival di St. Tropez, il soundcheck di Cymbaline e una versione breve di Atom e una molto lunga di Embryo, mentre nella seconda parte del concerto altri tre brani. A seguire una breve improvvisazione Live in studio per un balletto di Roland Petit e infine l’ultima versione dal vivo, a Hyde Park, della suite di Atom Heart Mother, la più lunga, con Philip Jones Brass Ensemble e John Aldiss Choir, molto bella, forse la più importante a livello storico, anche se la qualità sonora è scarsa; alla fine del box il brano, che forse inventò il rock sinfonico, lo conosciamo a memoria.

Il quinto volume si chiama 1971 Reverberation: un cofanetto in parte interlocutorio, ma interessante, che riporta nella parte audio una inedita Nothing Part 14, che è una delle prime stesure di Echoes, mentre nella BBC Session del 30 settembre ci sono lunghe versioni di brani da Meddle, ovvero One Of These Days e una Echoes da 25 minuti, più Fat Old Sun e Embryo. Nel DVD vari estratti di Atom Heart Mother (ne sentivamo la mancanza) non completi, più una versione lunga in Giappone nelle bonus e materiale vario girato in Francia, Germania, Austria ed Inghilterra, una versione animata di One Of These Days, e sempre nelle bonus, la versione solo audio quadrifonica di Echoes.

Il sesto volume 1972 Obfuscation è quello che presenta l’errore di stampa: nel CD che dovrebbe contenere un remix 2016 di Obscured By Clouds (curato da Andy Jackson che ha svolto l’eccellente lavoro di remastering di tutto il box) troviamo invece un mix audio 2016 di Live At Pompeii. Presente comunque nel DVD in tutto il suo splendore audio e video, insieme a brevi filmati della registrazione di Obscured, due brani Live a Brighton del giugno 1972 e dei filmati relativi alla creazione del Pink Floyd Ballet di Roland Petit.

Il settimo ed ultimo volume, come rivela il titolo, 1967-1972 Continuation, è una sorta di riepilogo, ricco di molti altri inediti: una specie di “cosa ci eravamo perso” dagli anni passati, più materiale vario del 1972 (e anche, alla fine del CD, una versione dal vivo di Echoes, con sax aggiunto nella prima parte, che risente della svolta musicale di Dark Side, registrata a Wembley nel 1974, quindi in teoria oltre gli “Early Years”), tra cui due ulteriori BBC Sessions, una del settembre 1967 e una di dicembre, l’ultima con Syd Barrett, di notevole interesse storico che ne giustificano l’inclusione, nonostante la qualità sonora, veramente scorsa, della seconda session. Molto buona invece quella registrata nel dicembre 1968 che comprende due blues di David Gilmour, che poi faranno parte della parte in studio di Ummagumma, oltre ad estratti dalla colonna sonora del film The Committee ed alla improvvisazione in diretta del 1969 Moonhead, registrata durante l’allunaggio. Nei due DVD troviamo una Arnold Layne alternativa, un filmato per la TV tedesca, una versione brevissima 3:46 minuti di Atom Heart Mother al Festival di Bath e brani vari dal vivo a Festival olandesi, con l’ennesima ed ultima Atom Heart Mother del maggio 1972. Oltre ai film completi, The Commitee, More e La Vallée (Obscured By Clouds.

pink floyd the early years crea-ation 2 cd

Anche se i fans del gruppo su siti e forum stanno già elencando quello che manca, direi che si tratta di un’opera completa ed esaustiva, che sottolinea l’importanza dei Pink Floyd nella storia del rock, se non la definisco indispensabile è solo perché per acquistarla bisogna fare un mutuo. Al limite, accontentandosi, esiste una versione doppia The Early Years Creation 1967-1972, una sorta di bigino con 27 pezzi. Ed ora aspettiamo e “temiamo” l’uscita di eventuali seguiti: ma prima, nel 2017, i vari volumi usciranno anche in versione sciolta, credo con l’eccezione di Continuation. E’ tutto, buon ascolto e buona visione.

Bruno Conti     

Ultime Novità 2016. Them, Arthur Lee & Love, Marty Balin, Shawn Phillips, Coldplay, Jo Jo Gunne, Johnny Cash, Frank Zappa, Avett Brothers

them the complete

Ultime novità interessanti in uscita nel mese di dicembre, la maggior parte il venerdì 4 dicembre, ma qualcosa uscirà in seguito e un paio di titoli erano già usciti, ma sfuggiti all’occhio vigile e attento.

Partiamo con questo triplo dei Them che vedete qui sopra. Non rientra nella categoria box (o forse sì) ma è sicuramente interessante. Fa parte del nuovo contratto di distribuzione di Van Morrison con la Sony ed inaugura la serie delle ristampe. Il titolo The Complete Them 1964-1967 indica che rispetto alla doppia antologia uscita per la Deram ci sono state delle aggiunte, ma il sottoscritto francamente si è rotto, e mi accontenterò di quel doppio uscito nel 1997 che comunque conteneva la bellezza di 49 brani. In questa versione espansa sono contenuti ben 69 brani, tra cui 24, quelli del terzo CD, annunciati come inediti o rari, sia in studio che dal vivo. Il tutto con la collaborazione di Van che ha addirittura scritto le note del libretto. Etichetta Sony Legacy, data di uscita il 4 Dicembre. Ecco la lista completa delle canzoni:

Disc One (1964-1965):

  1. Don’t Start Crying Now
  2. One Two Brown Eyes
  3. Baby Please Don’t Go
  4. Gloria
  5. Philosophy
  6. Here Comes The Night
  7. All For Myself
  8. One More Time
  9. How Long Baby
  10. Mystic Eyes
  11. If You And I Could Be As Two
  12. Little Girl (album version)
  13. Just A Little Bit
  14. I Gave My Love A Diamond
  15. You Just Can’t Win
  16. Go On Home Baby
  17. Don’t Look Back
  18. I Like It Like That
  19. I’m Gonna Dress In Black
  20. Bright Lights, Big City
  21. My Little Baby
  22. (Get Your Kicks On) Route 66
  23. (It Won’t Hurt) Half As Much

Disc Two (1966-1967):

  1. Could You Would You
  2. Something You Got
  3. Call My Name (album version)
  4. Turn On Your Love Light
  5. I Put A Spell On You
  6. I Can Only Give You Everything
  7. My Lonely Sad Eyes
  8. I Got A Woman
  9. Out Of Sight
  10. It’s All Over Now, Baby Blue
  11. Bad Or Good
  12. Hello Josephine
  13. Don’t You Know
  14. Hey Girl
  15. Bring ‘Em On In (album version)
  16. Richard Cory
  17. Friday’s Child
  18. The Story Of Them Part 1
  19. The Story Of Them Part 2
  20. Baby What You Want Me To Do
  21. Stormy Monday Blues
  22. Times Getting Tougher Than Tough

Disc Three (Demos, Sessions & Rarities 1964-1967):

  1. Don’t Start Crying Now (demo) – Previously Unissued
  2. Gloria (demo) – Previously Unissued
  3. One Two Brown Eyes (demo) – Previously Unissued
  4. Stormy Monday Blues (demo) – Previously Unissued
  5. Turn On Your Love Light (alternate version) – Previously Unissued
  6. Baby Please Don’t Go (Take 4) – Previously Unissued
  7. Here Comes The Night (Take 2) – Previously Unissued
  8. Gloria (Live on BBC’s “Saturday Club”) – Previously Unissued
  9. All For Myself (Live on BBC’s “Saturday Club”) – Previously Unissued
  10. Here Comes The Night (Live on BBC’s “Saturday Club”) – Previously Unissued
  11. Little Girl (version one)
  12. Go On Home Baby (Take 4) – Previously Unissued
  13. I Gave My Love A Diamond (Take 8) – Previously Unissued
  14. (It Won’t Hurt) Half As Much (Take 2) – Previously Unissued
  15. My Little Baby (Take 1) – Previously Unissued
  16. How Long Baby (Take 1) – Previously Unissued
  17. One More Time (Take 14) – Previously Unissued
  18. Gloria (Live on BBC’s “Saturday Club”) – Previously Unissued
  19. Here Comes The Night (Live on BBC’s “Saturday Club”) – Previously Unissued
  20. One More Time (Live on BBC’s “Saturday Club”) – Previously Unissued
  21. Call My Name (single version)
  22. Bring ‘Em On In (single version)
  23. Mighty Like A Rose
  24. Richard Cory (Alternate Version) – Previously Unissued

Ci sono i due album completi, The Angry Young Them del 1965 Them Again del 1966, più tutti i singoli, demo, live, alternate takes e pezzi dal vivo, come appena detto. Per chi non ha nulla un bel regalo di Natale o un ennesimo salasso per il portafoglio, a seconda dei punti di vista.

arthur lee and love comin' thru arthur lee and love reel to real

Ben due prodotti discografici “nuovi” dedicati a Arthur Lee e i suoi Love. Entrambi i titoli sono in uscita in questi giorni: il primo Coming Through To You – The Live Recordings (1970-2004) è un box di 4 CD con ben 61 brani dal vivo che vengono annunciati tutti come inediti (almeno a livello ufficiale) pubblicato dalla Rockbeat Records, contiene brani Live degli anni ’70, ’90 e ’00, ogni decade un CD, mentre nel quarto c’è materiale proveniente dalle collezioni private dei fans, ecco il contenuto completo:

DISC 1 – The 1970’s

01 – Nothing (4:31)

02 – Bummer In The Summer (2:51)

03 – August (5:17)

04 – My Little Red Book (2:48)

05 – Gather Round (6:50)

06 – Love Is More Than Words Or Better Late Than Never (6:27)

07 – Product Of The Times (4:42)

08 – Keep On Shining (4:21)

09 – Doggone (3:17)

10 – Good Times (4:11)

11 – Slick Dick (3:29)

12 – Stand Out (3:45)

13 – Find Somebody (4:28)

14 – Always See Your Face (3:38)

DISC 2 – The 1990’s

01 – Five String Serenade (Acoustic) (2:31)

02 – Ninety Miles Away (Acoustic) (4:01)

03 – Passing By / Hoochie Coochie Man (Acoustic) (3:21)

04 – Alone Again Or (Acoustic) (2:37)

05 – Hey Joe (Acoustic) (2:19)

06 – Somebody’s Watching You (Acoustic) (2:59)

07 – LA CAlocoa (Acoustic) (3:35)

08 – That’s The Way It Goes (Acoustic) (3:44)

09 – Signed DC (Acoustic) (3:31)

10 – A House Is Not A Motel (3:12)

11 – She Comes In Colors (3:03)

12 – Can’t Explain (2:56)

13 – Everybody’s Gotta Live – Instant Karma (Acoustic) (3:44)

14 – Signed D.C. (Electric) (6:10)

15 – Orange Skies (3:15)

16 – 7 & 7 Is (2:26)

DISC 3 – The 2000’s

01 – Your Mind And We Belong Together (4:17)

02 – Alone Again Or (Electric) (4:18)

03 – Maybe The People Would Be The Times Or Between Clark And Hilldale (3:51)

04 – The Red Telephone (7:07)

05 – Andmoreagain (4:06)

06 – The Daily Planet (3:55)

07 – Old Man (3:45)

08 – The Good Humor Man, He Sees Everything Like This (3:38)

09 – Live And Let Live (5:06)

10 – Message To Pretty (3:30)

11 – Stephanie Knows Who (3:05)

11 – My Flash On You (1:54)

13 – All I Want Is You (3:30)

14 – You Set The Scene (7:28)

15 – Everybody’s Gotta Live – Instant Karma (Electric) (5:02)

DISC 4 – Audience Recordings By Fans 1970’s – 2000’s

01 – Applause Arthur Harp (1:17)

02 – Mr. Lee (4:11)

03 – Time Is Like A River (6:33)

04 – I’ll Get Lucky Some Sweet Day (My Name Is Arthur Lee) (3:48)

05 – Down Street (12:16)

06 – Little Wing (3:45)

07 – The Everlasting First (3:45)

08 – Five String Serenade (Electric) (4:41)

09 – Que Vida (3:55)

10 – Arthur Lee Audience Chant (1:40)

11 – Listen To My Song (2:50)

12 – My Anthem (3:41)

13 – Robert Montgomery (4:12)

14 – Smokestack Lightning (with Johnny Echols and Don Conka) (8:01)

15 – Rainbow In The Storm (2:31)

16 – Singing Cowboy (10:11)

Il secondo è un CD singolo, Reel To Real (Deluxe Edition) pubblicato dalla etichetta High Moon (?) il 27 novembre e contiene l’ultimo album ufficiale dei Love, pubblicato in origine nel 1974 dalla RSO, in edizione rimasterizzata, con 12 tracce rare od inedite, un libretto di 32 pagine e note a cura di David Fricke della rivista Rolling Stone che ha scritto anche quelle del cofanetto della Rockbeat.

Tra l’altro, da quello che ho visto in giro, costa una cifra esagerata, comunque ecco la tracklist:

––– Original Album –––
1. Time Is Like A River
2. Stop The Music
3. Who Are You?
4. Good Old Fashion Dream
5. Which Witch Is Which
6. With A Little Energy
7. Singing Cowboy
8. Be Thankful For What You Got
9. You Said You Would
10. Busted Feet
11. Everybody’s Gotta Live

––– Bonus Tracks –––
12. Do It Yourself [Outtake]
13. I Gotta Remember [Outtake]
14. Somebody [Outtake]
15. You Gotta Feel It [Outtake]
16. With A Little Energy [Alternate Mix]
17. Busted Feet [Alternate Mix]
18. You Said You Would [Single Mix]
19. Stop The Music [Alternate Take]
20. Graveyard Hop [Studio Rehearsal]
21. Singing Cowboy [Alternate Take]
22. Everybody’s Gotta Live [Electric Version]
23. Wonder People (I Do Wonder) [Studio Rehearsal]

All Bonus Tracks Previously Unreleased Except 18

marty balin good memories

Per la serie “blasts from the past” o anche “a volte ritornano”, per festeggiare il 50° Anniversario dalla nascita dei Jefferson Airplane esce l’11 dicembre un nuovo doppio CD di Marty Balin Good Memories, erichetta Buckjoy Productions, con nuove versioni di classici sia degli Airplane come degli Starship, mentre per metà febbraio è annunciato anche un album che conterrà solo nuove canzoni.

Per il momento ecco la lista dei brani del doppio:

Tracklist
[CD1]
1. Good Memories
2. It’s No Secret
3. Blues From An Airplane
4. Come Up The Years
5. Young Girl Sunday Blues
6. J.P.P. McStep B. Blues
7. She Has Funny Cars
8. Martha
9. High Flying Bird
10. And I Like It
11. Other Side Of This Life
12. 3/5 Of A Mile In 10 Seconds

[CD2]
1. St. Charles
2. Caroline
3. There Will Be Love
4. Comin’ Back To Me
5. My Best Friend
6. Count On Me
7. Today
8. Fat Angel
9. Runaway
10. With Your Love
11. Hearts
12. Miracles

Non sembra male, notare il capello nero, secondo me va dallo stesso parrucchiere di Jeff Beck!

shawn phillips perspective

Altro grandissimo del passato, uno dei miei cantautori preferiti degli anni ’70 ( Second Contribution era, ed è, un disco meraviglioso https://www.youtube.com/watch?v=Dpi8jh8E8Z4 ), Shawn Phillips era comunque già in pista dalla metà anni 60, sia come artista in proprio sia come sessionman nei primi dischi di Donovan, dove fu uno dei primissimi ad utilizzare il sitar in un disco rock. Dopo una serie di ristampe la Talking Eelphant annuncia questo nuovo album, Perspective, un doppio, previsto per il 4 dicembre (ma alcune discografie lo riportano addirittura come un disco del 2013, ma io non lo avevo mai visto in giro): comunque lo si veda un album di musica nuova di Phillips è sempre una gioia, la voce rimane stupenda anche se gli arrangiamenti forse, da quel poco che ho sentito, non sono il massimo, quindi io ve lo segnalo in ogni caso:

Tracklist
[CD1]
1. Brilliance
2. Devil’s Highway
3. Infancy
4. Funkin’ Country Rock And Roll Stew
5. Beyond The Rain
6. Watch Over Mary Anne
7. Circles
8. Light Of Life
9. Hadeda
10. America

[CD2]
1. Radio
2. Silouettes
3. Take The Day
4. Acent
5. Storm
6. Going Home
7. Choices
8. Slowly
9. Everything She Gives Me
10. Starlight

coldplay a head full of dreams

Nuovo disco pure per i Coldplay, titolo A Head Full Of Dreams, il settimo disco di studio per la band di Chris Martin, etichetta Parlophone come al solito, non ci sono per fortuna versioni Deluxe (a parte in Giappone). Che dire? I primi due album mi erano anche piaciuti ai tempi, ma gli ultimi, a parte qualche canzone, non mi fanno più impazzire, quindi il 4 dicembre non sono tra coloro che saranno in trepida attesa.

Il singolo mi sembra proprio una canzoncina leggera leggera, molto orecchiabile ma…

jojo gunne live 71-73

Ancora materiale live inedito, questa volta dai Jo Jo Gunne. Per chi non se li ricorda era la band nata dalla fuoriuscita di Jay Ferguson Mark Andes dagli Spirit nel 1971. I due erano rispettivamente la voce solista e il bassista anche nel nuovo gruppo, più decisamente orientato verso il rock americano della band di Randy California, più acida, sperimentale e psichedelica. Con il fratello di Mark, Matt Andes, alla chitarra e William “Curly Smith” alla batteria i Jo Jo Gunne hanno registrato quattro buoni album tra il 1972 e il 1973 per la Asylum.

Questo doppio della Rockbeat/S’More raccoglie due concerti inediti a livello ufficiale del 1971 e del 1973, il primo mai sentito, il secondo andato in onda ai tempi come broadcast radiofonico:

Tracklist
[CD1: Live Hollywood Palladium 1971]
1. Special Situations
2. Run Run Run
3. Academy Award
4. One Way Street
5. Sweet Street Machine
6. River Rising
7. Take It Easy
8. 99 Days
9. Shake That Fat
10. Barstow Blue Eyes

[CD2: Live At Ultrasonic Studios 1973]
1. Roll Over Me*
2. Babylon*
3. 99 Days*
4. Run Run Run*
5. Intros/Rock Around The Symbol
6. Special Situations
7. Rhoda
8. Take Me Down Easy
9. Shake That Fat
10. Broken Down Man

johnny cash live in denmark

Vi sembrava possibile che la Sony lasciasse passare il periodo natalizio senza pubblicara un album “inedito” di Johnny Cash? Certo che no, e quindi, prima il 27 novembre in una versione doppia limitata per il Black Friday in vinile rosso e nero, e poi il 4 dicembre in CD, esce questo Man In Black: Johnny Cash Live In Denmark 1971, registrazione di un concerto che counque esisteva da tempo come DVD. Il concerto è bello, per l’amor di Dio, però ( e ce n’è un altro Koncert v Praze(In Prague-Live), annunciato per il febbraio del 2016). Questi i contenuti del Live In Denmark:

  1. A Boy Named Sue – Johnny Cash
  2. Sunday Morning Coming Down – Johnny Cash
  3. I Walk the Line – Johnny Cash
  4. Blue Suede Shoes – Carl Perkins
  5. Matchbox – Carl Perkins
  6. Me and Bobby McGee – Johnny Cash
  7. Guess Things Happen That Way – Johnny Cash
  8. Bed of Roses – The Statler Brothers
  9. Flowers on the Wall – The Statler Brothers
  10. Folsom Prison Blues – Johnny Cash
  11. Darlin’ Companion – Johnny Cash & June Carter Cash
  12. If I Were a Carpenter – Johnny Cash & June Carter Cash
  13. Help Me Make It Through the Night – Johnny Cash & June Carter Cash
  14. Man in Black – Johnny Cash
  15. Introduction to The Carter Family
  16. A Song to Mama – The Carter Family
  17. No Need to Worry – Johnny Cash, The Carter Family & The Statler Brothers
  18. Rock of Ages – Johnny Cash, The Carter Family & The Statler Brothers
  19. Children, Go Where I Send Thee – Johnny Cash, Carl Perkins, The Carter Family & The Statler Brothers 

E questo un trailer del video:

frank zappa 200 motels the suites

L’11 dicembre in Italia  (ma negli States è già disponibile dal 20 novembre) la Zappa records via Universal pubblica questa nuova versione inedita registrata dal vivo di 200 Motels, sottotitolata The Suites. Si tratta della registrazione di un concerto tenuto alla Walt Disney Concert Hall di Los Angeles il 23 ottobre del 2013, con le 13 suites di 200 Motels eseguite dai Los Angeles Philarmonic sotto la direzione di Esa-Pekka Salonen e con la partecipazione anche di alcuni musicisti rock, tra cui Michael Des Barres, Diva Zappa e la sezione ritmica di Joe Travers alla batteria e Scott Thunes al basso, dalla vecchia formazione di Frank Zappa. Si tratta di un doppio CD, con questo contenuto:

 [CD1]
1. Overture
2. Went On The Road
3. Centerville
4. This Town Is A Sealed Tuna Sandwich
5. The Restaurant Scene
6. Touring Can Make You Crazy
7. What’s The Name Of Your Group?
8. Can I Help You With This Dummy?
9. The Pleated Gazelle

[CD2]
1. I’m Stealing The Room
2. Shove It Right In
3. Penis Dimension
4. Strictly Genteel

avett brothers live volume 4

Infine, last but not least, il 18 dicembre, solo per il mercato americano (In Europa almeno per il momento sarà disponibile solo per il download) la Universal pubblica questo nuovo degli Avett Brothers Live Vol. Four, come dice il titolo il quarto capitolo della serie dei dischi ufficiali dal vivo della band americana. Si tratta questa volta di un CD + DVD registrato il giorno di capodanno dello scorso anno a casa loro, a Raleigh, North Carolina, alla PNC Arena. Ci sono due canzoni nuove Satan Pulls The Strings, e Rejects In The Attic e questa la lista completa dei contenuti:

1. Satan Pulls The Strings
2. Laundry Room
3. Another Is Waiting
4. Shame
5. Kick Drum Heart
6. Rejects In The Attic
7. Ten Thousand Words
8. Talk On Indolence
9. Auld Lang Syne
10. The Boys Are Back In Town
11. I And Love And You
12. Slight Figure Of Speech
13. Happy Trails

Filmati o video non ce ne sono ancora, questo era il concerto dell’anno prima

Direi che è tutto, per altri eventuali titoli in uscita ci sarà spazio per recensioni specifiche.

Bruno Conti